L'Arsenale - Long John Café
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

La battura

Andare in basso

La battura Empty La battura

Messaggio  Nostromo il Sab 9 Mag 2020 - 22:40

Una delle prime complicate cose da comprendere, nella mia esperienza di costruzione in carpenteria, è stata la battura. Non certo nella sua forma ma certamente per il suo sviluppo e soprattutto la sua modifica dal suo percorso da maestra sino alle estremita del bastimento.
Descrivere ciò non è semplice come non è facile capirlo; per il momento metto solo lo scritto che abbisogna, necessariamente, di disegni.
Ho cercato di usare i termini conformi e anche una forma di fantasia per facilitare la comprensione. Spero di esserci riuscito e inserirò al più presto dei disegni.
In pratica trattasi di un goniometro dove far vedere le diverse aperture e di un disegno del buon Boudriot, dal suo Trattato Pratico d'Arte Navale.

A presto.





L’andamento della battura e la sua modifica su tutta la lunghezza dello scafo e in modo particolare nei quartieri di poppa e di prua.

In corrispondenza dei quinti maestri il torello entra nella battura con un’angolatura che si approssima allo 0°.

Questo angolo minimo aumenta in progressione sino ad arrivare a circa 90° verso le estremità del vascello.

In pratica al centro dello scafo il torello entra di taglio nel solco della battura, a poppa i corsi del fasciame arrivano invece verticali, poggiandosi con il loro lato interno al massiccio di poppa, e ciò accade, con un grado leggermente inferiore, anche sulla ruota al calcagnolo.

La battura quindi che a centro scafo è formata da due canti o spigoli, inferiore e superiore, verso le due estremità arriva conservando solo il canto inferiore.

Sicché l'angolo del fondo della battura, alla sezione maestra sorta di V piegata orizzontalmente, passa progressivamente da 60° fino a 120°.

Per cui il fasciame prossimo al dritto corre verticale, di conseguenza vanno assottigliati chiglia, controchiglia e la parte bassa del massiccio sino al dritto.

Ciò, con un'angolatura di diversi gradi minore, avviene anche sulla ruota al calcagnolo per cui vanno rifilati i pezzi interessati.

L'angolo di questa V piegata orrizzontalmente, riprende la sua forma originale progressivamente quando le barbe o teste dei fasciami entrano di testa nel solco, risalendo a prua la ruota sino al termine dei corsi del fasciame, mentre a poppa sino al termine del dritto e la sua connessione con il dragante.






Il disegno dal 74 di Boudriot.


La battura Img_3510



Se avete letto la didascalia a destra della foto in particolare, Boudriot nella traduzione di Giovanni ci suggerisce che, dopo aver letto la didascalia di osservare nuovamente il calcagnolo. Dev'essere interessante. La battura 2289528543



La battura Img_3611



E questo è il famoso calcagnolo in prospettiva.  La battura 2079510771  


La battura Img_3610
Nostromo
Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 2842
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 60
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

La battura Empty l'altro giorno...

Messaggio  The Captain il Dom 10 Mag 2020 - 18:22

...su FB in una di queste pagine di riunioni di modellisti ho letto di gente, sempre modellisti, che chiedeva che cosa si intenda per modellismo autocostruito. Poi qualcunaltro ha scritto (nero su bianco è il caso di sottolineare):  Attenzione che ai campionati un modello autocostruito da piani commerciali, viene considerato come scatola di montaggio.

Per cui mi chiedo oggi, ancora, che cazzo parliamo di calcagni???  



È un viaggio l'unghissimo e siamo lontanissimi.

In navigazione. Stabilire la rotta. La battura 1978507486
The Captain
The Captain
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 266
Data d'iscrizione : 09.03.12
Località : Port Royale (Roatan)

Torna in alto Andare in basso

La battura Empty l'altro giorno...

Messaggio  Claudiomodel il Lun 11 Mag 2020 - 9:32

Solo per amore di discussione, cosa significa "piani commerciali" qualunque disegno o monografia, da Aeropiccola a Budriot, si compra, quindi è commerciale.

Claudiomodel

Messaggi : 90
Data d'iscrizione : 25.04.14
Età : 71
Località : La Spezia

Torna in alto Andare in basso

La battura Empty Re: La battura

Messaggio  Birba 60 il Lun 11 Mag 2020 - 12:39

Ma da quello che penso e comprendo, credo che venga anche riferito a piani commerciali che risultino essere allegati a kit di montaggio. Le monografie Ancre non facendo parte a kit di montaggio, non vengono classificate come commerciali.
Birba 60
Birba 60
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 85
Data d'iscrizione : 22.03.14
Età : 59
Località : Ravenna

Torna in alto Andare in basso

La battura Empty Re: La battura

Messaggio  Nostromo il Lun 11 Mag 2020 - 15:43

Claudiomodel ha scritto:Solo per amore di discussione, cosa significa "piani commerciali" qualunque disegno o monografia, da Aeropiccola  a Budriot, si compra, quindi è commerciale.

Già Claudio, sembriamo i soli due poveri imbecilli che amano discutere sulla propria passione e viste anche le sue difficoltà, e quel che scrivi è un fatto e per quanto comprensibile la prima domanda che il "nostro" Capitano porta alla nostra attenzione (comprensibile per il principio per il quale nessuno nasce imparato), non capisco però dove siano stati codesti "modellisti" sino ad ora; perché per capire il termine autocostruzione non ci vuole un genio, lo dice il termine stesso: "auto-costruire", cioè un qualcosa che hai costruito da te.


Birba 60 ha scritto:Ma da quello che penso e comprendo, credo che venga anche riferito a piani commerciali che risultino essere allegati a kit di montaggio. Le monografie Ancre non facendo parte a kit di montaggio, non vengono classificate come commerciali.

E qui sono d'accordo con Giancarlo; il tipo parla certamente di tale concetto, ma non si capisce chi gli abbia detto, visto che lo afferma come una verità, che nelle competizioni si considera una autocostruzione da piani estrapolati da un kit, come una scatola di montaggio: se è autocostruito non è un kit, benché i piani siano quelli allegati ad un kit.
Infatti un nostro amico e Giudice Naviga gli ha risposto chiedendogli dove sia scritta tale regola.

Al ché dopo una spiegazione veloce di altro nostro amico, perché non era chiaro a cosa facesse riferimento, il tipo ha aggiunto: "Per commerciali intendo quelli delle case modellistiche, che tutto sono tranne che piani di costruzione. Ci sono persone che comprano piani commerciali credendo di realizzare un modello autocostruito, bisogna spiegarlo che non e' cosi."

Morale: c'è un mondo di presunti modellisti che è davvero in alto mare e alla deriva oltremodo, e non trattasi di ignoranza in quanto senza istruzione perché se si guarda la home di questi personaggi viene fuori che sono tutti studiati, il tipo in particolare ha frequentato un Istituto d'Arte mentre per fare un esempio, io ho la terza media e ho avuto la lincenza media perché non ce la facevano più a sopportarmi un'altro anno e non certo perché la meritassi.

Io faccio davvero fatica a capire come può essere tutto ciò ed azzardo un'analisi; certamente da oramai un ventennio i forum e una didattica miserabile e fuorviante hanno avuto il loro "successo": la gente non pensa con la propria testa ma segue opinioni e quelle che gli fanno più comodo poi, che sono per la maggioranza opinioni di altre opinioni di altre opinioni e alla fine sono tutte sballate.

Nessuno nasce imparato ma se quando ha inizio l'apprendimento ciò che gli viene dato "da bere" è conforme, si avrà poi un essere che, principalmente, è in grado di pensare con la propria testa e in seconda battuta si occuperà di ciò che gli interessa, quindi intraprenderà un percorso di conoscenza. Oggi non abbiamo esseri specializzati in qualcosa ma personaggi che sanno tutto di tutto senza conoscere nulla, tantomeno approfonditamente, altrimenti rientrerebbero nel primo caso.

"Il verme non sceglie mai di vivere dentro una mela marcia. Sceglie sempre di far marcire una mela buona."


E sono davvero fantastiche le sicurezze, le certezze che vanno cercando a destra e a manca, sicurezze e certezze che nessuno ti può offrire in nessun caso nella vita (mi ricordano un tipo che conosciamo bene), e tanto di più nel modellismo.

"Ridere è rischiare di sembrare idioti. Piangere è rischiare di sembrare deboli. Manifestare i propri sentimenti è rischiare d'essere incompresi. Amare è rischiare di non essere corrisposti. Sperare è rischiare d'illudersi. Provare è rischiare di fallire. Chi non rischia niente, non fa niente, non ha niente, non è niente."



Che dire, vado avanti con la battura e inserisco per una buona comprensione dell'argomento, un ulteriore disegno del nostro Ingegnere, disegno che girò tempo addietro a Marco il nostro Chef, che essendo al suo primo modello in carpenteria aveva necessità di un aiuto per comprendere questo particolare, come ripeto, davvero difficile e complicato in particolare, nella sua modifica nel percorso che fa da maestra alle estremità del bastimento.
Spero che il topic serva per la comprensione, a chiunque alle prime armi si intrufoli a bordo del Café e ne possa trarre beneficio. Buona giornata Marinai!  La battura 1978507486



La battura 96547410
Nostromo
Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 2842
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 60
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

La battura Empty Re: La battura

Messaggio  Davide il Lun 11 Mag 2020 - 23:51

La comprensione della battura è chiara, la sua esecuzione avrà qualche difficoltà anche perché cambia in base alla forma dello scafo, il concetto è quello ma ogni modello a la sua.

Personalmente non giudico mai il lavoro altrui ma in molte occasioni mostre, fiere ecc. ho osservato che i modelli definiti "auto-costruiti" da piani dei soliti kit dei soliti modelli non hanno la battura e il fasciame/il torello finisce sopra la chiglia a mo di scalino. Fu proprio questo particolare che mi imbattei in un modello di Victory che stavo costruendo che mi fece se vogliamo aprire gli occhi su cosa stavo realizzando, buttai i piani del kit insieme al modello. Chiaramente un modellista, e non io, sarebbe riuscito a rimediare.

Scusatemi ... buona notte Sleep

Davide
Davide
Davide
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 554
Data d'iscrizione : 11.03.12
Età : 49
Località : San Martino Buon Albergo (Vr)

Torna in alto Andare in basso

La battura Empty Re: La battura

Messaggio  Nostromo il Mar 12 Mag 2020 - 11:41

Buongiorno Marinai.

Davide ha scritto:La comprensione della battura è chiara...

Grazie davidone!  Wink

Non so voi ma a me appare ovvio che se hai dei piani estratti da un kit (le varie ditte generalmente li vendono anche fuori dal kit) e costruisci seguendo le indicazioni dei piani non cambia nulla nel modello ma è pur sempre un'autocostruzione.
Faccio un esempio che dovrebbe chiarire ciò che intendo: ho i piani di un kit Mamoli in scala 1:50 del Puritan, sloop di compromesso del 1885 se non vado errato.
Conosco perfettamente tale bastimento della Coppa America che potrei ricostruirlo in carpenteria se ne avessi tempo e fantasia e non avessi ben altro da costruire, chiaramente perché vivendone un'amore incondizionato volevo eseguirlo e quindi l'ho studiato per tempo.
Dei piani del kit per altro ben fatto, avrei usato solo le linee d'acqua per fare lo scafo ma già dai disegni che il kit propone per eseguire la deriva mobile (particolare di codesta costruzione), avrei fatto dei sostanziali cambiamenti per farla più vicina alla realtà dell'imbarcazione e, se avessi eseguito il modello, avrebbe certamente avuto la battura ed il fasciame dentro questa e non solo, vista la superficialità dei "piani" dei kit.
Quindi come ripeto, autocostruzione è autocostruzione, indipendentemente da che piani usi la differenza la fa come esegui il modello che, ripeto, anche seguendo i piani, è comunque un'autocostruzione se non usi i pezzi del kit. Wink

Che poi, basare la realtà di un termine dalle regole che crea Naviga fa ridere; è come per Arsenale=modelli in carpenteria e Ammiragliato=modelli completi: ma quale demente ha affermato che è la realtà??? E lo ripeto per l'ennesima volta: i modelli in Arsenale sono i modelli costruiti in una epoca ben lontana da noi negli arsenali navali e non sono tutti in carpenteria da affermare tale banalità. Ed i modelli in Ammiragliato sono nella stessa maniera i modelli che più o meno nella stessa epoca dell'altra, venivano richiesti dagli Ammiragliati agli artigiani incaricati negli arsenali navali e sono la maggioranza, in carpenteria, vedi i modelli Navy Board.

Sono le esigenze della competizione che hanno stravolto la realtà creando una confusione nelle "teste" dei modellisti, che la metà sarebbe già abbastanza. Praticamente chi entra nel mondo della competizione, è convinto o si convince che il mondo del modellismo navale sia tutto li e tutta li quindi, la "verità": come non essere in grado di pensare con la propria testa.


Ad avercela una testa! La battura 2011482011
Nostromo
Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 2842
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 60
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

La battura Empty Re: La battura

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum