CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Pagina 1 di 18 1, 2, 3 ... 9 ... 18  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Dom Mar 25, 2012 11:55 am

E' un modello iniziato ad agosto 2010 senza alcuna esperienza di arsenale ne di studio appropriato.
E' mia intenzione  postare foto e metodi di lavorazione che alle volte vanno fuori dai canoni modellistici.
Se questo rientra nello spirito del forum...felice di esserci.

gianfi
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  grisuzone il Dom Mar 25, 2012 12:04 pm

Bellissimo.. per essere la tua prima esperienza in arsenale... io ho iniziato con La belle... penso che il Fleuron sarà il mio prossimo lavoro, visto che esiste la monografia in Italiano...
Una domanda in scala 1:48 lo scafo di che dimensioni viene?
avatar
grisuzone

Messaggi : 861
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 50
Località : Provincia di Brindisi

Vedi il profilo dell'utente http://hobbymodellismo.sitiwebs.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  Rockridge il Dom Mar 25, 2012 1:50 pm

gianfi ha scritto:E' un modello iniziato ad agosto 2010 senza alcuna esperienza di arsenale ne di studio appropriato.
E' mia intenzione postare foto e metodi di lavorazione che alle volte vanno fuori dai canoni modellistici.

Io ho fatto la stessa cosa Gianfi .... cosa intendi per metodi di lavorazione che vanno ,alle volte, fuori dai canoni modellistici ?
.... io non credo che si possa andare fuori dai canoni dal momento in cui si costruisce un modello ... lo si costruisce e basta :) seguendo i propri canoni e le proprie esperienze utilizzando la propria manualità ( io penso almeno ) .
Osservando lo sfondo delle tue fotografie postate Shocked mi par di capire che tu abbia una officina per cui credo su sia un esperto in lavorazioni meccaniche ( anche perchè avendo iniziato il tuo modello ad agosto del 2010 ed essendo giunto già a tal livello di costruzione .... behh ! ci devi capire molto di meccanica io credo )


A presto ciao Roby
avatar
Rockridge
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 109
Data d'iscrizione : 11.03.12
Età : 51
Località : Venaria Reale - Torino - Italia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Dom Mar 25, 2012 2:33 pm

grisuzone ha scritto:Bellissimo.. per essere la tua prima esperienza in arsenale... io ho iniziato con La belle... penso che il Fleuron sarà il mio prossimo lavoro, visto che esiste la monografia in Italiano...
Una domanda in scala 1:48 lo scafo di che dimensioni viene?
Non ho il modello sottomano, comunque poco più di un metro.

gianfi
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Dom Mar 25, 2012 3:02 pm

rockridge ha scritto:
gianfi ha scritto:E' un modello iniziato ad agosto 2010 senza alcuna esperienza di arsenale ne di studio appropriato.
E' mia intenzione postare foto e metodi di lavorazione che alle volte vanno fuori dai canoni modellistici.

Io ho fatto la stessa cosa Gianfi .... cosa intendi per metodi di lavorazione che vanno ,alle volte, fuori dai canoni modellistici ?
.... io non credo che si possa andare fuori dai canoni dal momento in cui si costruisce un modello ... lo si costruisce e basta :) seguendo i propri canoni e le proprie esperienze utilizzando la propria manualità ( io penso almeno ) .
Osservando lo sfondo delle tue fotografie postate Shocked mi par di capire che tu abbia una officina per cui credo su sia un esperto in lavorazioni meccaniche ( anche perchè avendo iniziato il tuo modello ad agosto del 2010 ed essendo giunto già a tal livello di costruzione .... behh ! ci devi capire molto di meccanica io credo )
A presto ciao Roby
Uno dei metodi è senzaltro il pantografo manuale, per la finitura delle coste ,per esempio, ho fatto una mezza sagoma e con quella ho fresato la costa prima in un verso poi l'altro, senza considerare il "blù di prussia" per far combaciare due pezzi molto complicati.
Si effettivamente ho una officina meccanica e una modelleria di altro settore non più produttiva, tutto questo aiuta molto nella velocità di esecuzione ma nella qualità è tutta un'altra storia.
Una cosa è certa la cnc non l'ho mai usata e non credo di non doverlo fare almeno per questo modello.
Ciao, gianfi
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  Nostromo il Lun Mar 26, 2012 10:52 pm

gianfi ha scritto:...Se questo rientra nello spirito del forum...felice di esserci.


Perché non dovrebbe andar bene, ognuno costruisce come meglio crede, poi si può discutere se il pezzo è conforme o meno alla realtà sotto molti aspetti ma, non certo su come si è operato. Mi sarebbe piaciuto invece averla tutta la tua costruzione, ma questo deve essere un tuo piacere non certo una pretesa. Come ripeto il Café è un laboratorio e tu lo fai senz'altro, alla fine quello che conta è la sostanza; il modello.

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 58
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Mer Mar 28, 2012 6:16 pm

Mi sembra anche giusto iniziare dal principio, la data era il 27-06-2010 con la monografia e l'arte del modellismo ho iniziato l'avventura perchè senza esperienza di arsenale iniziare con le fleuron lo è senzaltro.

gianfi
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  Nostromo il Mer Mar 28, 2012 7:52 pm

gianfi ha scritto:...ho iniziato l'avventura perchè senza esperienza di arsenale iniziare con le fleuron lo è senzaltro.


Un'avventura senza dubbio e, indipendentemente dall'esperienza, costruire un bastimento com'era e in scala ridotta è una splendida avventura. pirat

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 58
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Ven Mar 30, 2012 11:30 am

Qualche foto del proseguo dei lavori











gianfi
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Sab Mar 31, 2012 1:34 pm

Segue la costruzione della chiglia.

gianfi
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Dom Apr 01, 2012 6:06 pm

La battuta con il pantografo diventa facile e precisa

gianfi
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  Davide il Lun Apr 02, 2012 2:06 pm

Toglimi una curiosità, ma la battura nella ruota non ha una forma diversa rispetto la parte dritta della chiglia??

Ciao
Davide
avatar
Davide
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 613
Data d'iscrizione : 11.03.12
Età : 46
Località : San Martino Buon Albergo (Vr)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Mar Apr 03, 2012 12:03 pm

Davide ha scritto:Toglimi una curiosità, ma la battura nella ruota non ha una forma diversa rispetto la parte dritta della chiglia??

Ciao
Davide
Ciao Davide, sinceramente non lo so e non ho trovato alcun riscontro di questa differenza.

gianfi
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Mar Apr 03, 2012 6:30 pm

Costruzione coste.


gianfi
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  Arsenalotto il Mar Apr 03, 2012 8:45 pm

Ciao a tutti

Davide ha scritto:Toglimi una curiosità, ma la battura nella ruota non ha una forma diversa rispetto la parte dritta della chiglia??


l'angolo della battura dovrebbe assecondare quello formato dai piedi delle coste con la chiglia e, a prora lungo la ruota quello con i rispettivi riempitori; per questo motivo la sua orientazione non è costante. Osservando l'angolo formato dalle ordinate con la chiglia nel piano dei quinti si può avere un'idea di come cambi la forma della battura. Per questo motivo credo sia meglio dare la forma definitiva alla battura solo dopo aver completato l'ossatura.

Alessandro

Arsenalotto

Messaggi : 211
Data d'iscrizione : 11.03.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  Nostromo il Mar Apr 03, 2012 8:58 pm

L’andamento della battura e la sua modifica nei quartieri di poppa e di prua è ben evidente se si comprende. In corrispondenza dei quinti maestri il torello entra nella battura con un’angolatura vicina allo 0°, questo grado aumenta progressivamente rialzandosi verso le estremità del vascello, passando a poco a poco da 60° a 120°. In pratica al centro dello scafo il torello entra di taglio nella battura, a poppa i corsi del fasciame arrivano poggiandosi verticali con la loro faccia interna al massiccio di poppa, e ciò accade con un grado leggermente inferiore, anche sulla ruota all’inizio del calcagnolo. La battura che a centro scafo è formata da due canti o spigoli, inferiore e superiore, verso le due estremità del bastimento arriva conservando solo il canto inferiore, e quindi tutti i pezzi d'ossatura adiacenti alla battura in quei punti, il calcagnolo a prua e il massiccio per la poppa, si riducono di spessore gradatamente perché è necessario ritagliare chiglia e controchiglia per sostenere l’andamento della battura. Non a caso il calcagnolo è un pezzo detto mistilineo.


Calacagnolo



Dal 74 cannoni di Jean Boudriot. Ed. Ancre

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 58
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Gio Apr 12, 2012 4:41 pm

La chiglia assemblata provvisoriamente

gianfi
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Gio Apr 12, 2012 6:45 pm

Per la costruzione delle coste, la carteggiatrice in mio possesso non mi ha permesso di lavorarle dalla parte interna, ho dovuto fresarle a pantografo copiando una mezza dima, questo ha permesso una certa precisione riguardo la simmetria a discapito però del parallelismo delle coste una volta fissate alla chiglia.

gianfi
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  frank3000 il Dom Apr 15, 2012 2:36 pm

John Silver ha scritto:L’andamento della battura e la sua modifica nei quartieri di poppa e di prua è ben evidente se si comprende. In corrispondenza dei quinti maestri il torello entra nella battura con un’angolatura vicina allo 0°, questo grado aumenta progressivamente rialzandosi verso le estremità del vascello, passando a poco a poco da 60° a 120°. In pratica al centro dello scafo il torello entra di taglio nella battura, a poppa i corsi del fasciame arrivano poggiandosi verticali con la loro faccia interna al massiccio di poppa, e ciò accade con un grado leggermente inferiore, anche sulla ruota all’inizio del calcagnolo. La battura che a centro scafo è formata da due canti o spigoli, inferiore e superiore, verso le due estremità del bastimento arriva conservando solo il canto inferiore, e quindi tutti i pezzi d'ossatura adiacenti alla battura in quei punti, il calcagnolo a prua e il massiccio per la poppa, si riducono di spessore gradatamente perché è necessario ritagliare chiglia e controchiglia per sostenere l’andamento della battura. Non a caso il calcagnolo è un pezzo detto mistilineo.


Calacagnolo



:) Una spiegazione esaustiva che insieme a quella di arsenalotto danno un quadro completo sulla tracciatura della battura , vorrei capire una cosa , perchè anche avendo avuto una formazione tecnica , trovo un pò difficoltoso leggere il disegno della battura dei fleuron, a me sembra che l'ultimo tratto della ruota di prua ( poco sopra il calcagnolo fino a fine ruota) ridiventi a due canti angolati divesamente dal centro chiglia ma comunque due spigoli , guardando il modello di Giorgio , sembra proprio cosi , confermate?




Anche qui ho sistemato la quotatura e la foto, fate attenzione perché non vorrei diventasse un lavoro...sono allergico. John Silver Very Happy

frank3000

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 14.04.12
Età : 63
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  Arsenalotto il Dom Apr 15, 2012 3:11 pm

Ciao

credo che al di là delle definizioni sia sufficiente tenere presente la funzione della battura; il fasciame esterno deve passare dalle coste (e a prora dagli scalmi di cubia) alla battura senza incontrare scalini.

Alessandro

Arsenalotto

Messaggi : 211
Data d'iscrizione : 11.03.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  frank3000 il Dom Apr 15, 2012 3:32 pm

Arsenalotto ha scritto:Ciao

credo che al di là delle definizioni sia sufficiente tenere presente la funzione della battura; il fasciame esterno deve passare dalle coste (e a prora dagli scalmi di cubia) alla battura senza incontrare scalini.

Alessandro

Concordo, comuque stando alla forma della battura nei pressi degli scalmi di cubia , semberebbe che le estemità dei corsi e delle cinte debbano essere sagomati per farli combaciare perfettamente alla battura stessa , e questo si evince anche nelle viste dei vari ponti .

frank3000

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 14.04.12
Età : 63
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  Matiz il Dom Apr 15, 2012 4:09 pm

Al di là delle definizioni che vengono date, della battura, e della facilità di comprenderla, concordo con Alessandro, se per lo spigolo o canto inferiore della battura, è certo l'angolo, affrontando il problema in termini prettamente pratici, è meglio che la modifica della battura nel canto superiore, sia effettuata solo in fase di rifinitura dello scafo, questo evita complicate manovre durante l'assemblaggio della chiglia, e sortisce un risultato certamente migliore, spesso vedo bei modelli con raccordature nelle zone cubie-calcagnolo o nello stellato a poppa, alquanto approssimativi, che svalutano irrimediabilmente un lavoro anche se, per il resto, ben eseguito.

Arsenalotto ha scritto:l'angolo della battura dovrebbe assecondare quello formato dai piedi delle coste con la chiglia e, a prora lungo la ruota quello con i rispettivi riempitori; per questo motivo la sua orientazione non è costante. Osservando l'angolo formato dalle ordinate con la chiglia nel piano dei quinti si può avere un'idea di come cambi la forma della battura. Per questo motivo credo sia meglio dare la forma definitiva alla battura solo dopo aver completato l'ossatura.
Alessandro

avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Dom Apr 22, 2012 9:25 am

Buon giorno,
inizio montaggio coste dal centro, scelta dettata esclusivamente dal fatto della mia difficoltà di capire i disegni della prua e della poppa, scelta indovinata considerando la prua rifatta sette volte, se fosse stato inizio lavori probabilmente la voglia di abbandonare sarebbe stata forte.
Rifacimento castelletto, la paura di sbagliare era forte, ho aggiunto la linea d'acqua nr.5 e ho messo la nr. 10 al posto della nr.9 motivo,le linee si accavallavano.
Le coste non sono ben allineate, la lavorazione al pantografo è risultata insoddisfacente, almeno per questo lavoro.
Tutte le coste in tensione per limitare al minimo lo sfasamento, inoltre ho inserito dei blocchetti sotto le coste.

Per il momento è tutto, ciao

gianfi
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  Nostromo il Lun Apr 23, 2012 1:34 pm

Tutto sommato, credo che il tuo procedere per la costruzione dello scafo, sia la cosa migliore, per esperienza ritengo che, forse, costruire prima tutto l'accostolato e di seguito poppa e prua, sia la cosa migliore, il prossimo modello farò così. Fermo restando che i pezzi estremi di chiglia devono essere non assemblati, o solo provvisoriamente, così come anche tutto l'accostolato deve essere imposto senza colla alla controchiglia, quindi provvisorio; per costruire le due estremità, poppa e prua, si ha bisogno di averle anche fuori dal cantiere, e non con tutto lo scafo "dietro", avendolo già costruito. Wink

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 58
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  gianfi il Sab Apr 28, 2012 11:34 am

Dopo svariati tentativi , miseramente falliti, di costruire l'arcaccia col sistema tradizionale ho adottato un altro sistema come si vede dalle foto.

gianfi
[url=http://www.servimg.com/image_preview.php?i=149&u=16582107][/url]
avatar
gianfi

Messaggi : 302
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 72
Località : civitanova marche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO Le Fleuron 1730 SCALA 1:48 DI Giancarlo Fini

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 18 1, 2, 3 ... 9 ... 18  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum