LA RECOUVRANCE scala 1:30

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Lun Mar 26, 2018 10:53 am

salve a tutti,
lo scafo è praticamente terminato,così pure il bompresso con le sue manovre.
adesso il cantiere chiude per ferie e si riapre a settembre.
buon lavoro e ferie a tutti
Giuseppe
















giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Albatros il Lun Mar 26, 2018 6:23 pm

Ciao Giuseppe, buone ferie e ti aspettiamo per seguire il completamento del tuo modello.
Mauro
avatar
Albatros

Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Sant'angelo Romano

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Mar Mar 27, 2018 12:54 pm

grazie Mauro,
ormai manca solo l'alberatura e questa volta vorrei provare ad armarla con le vele serrate.
Sappiamo tutti che la scala delle vele sono uno scoglio duro da superare e penso che farle serrate sia ancor più impegnativo , intendo dire nel dare a loro una naturalezza reale.
Staremo a vedere
alla prossima
giuseppe
avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Lun Ago 27, 2018 10:12 am

Salve a tutti,
finite le vacanze il cantiere riapre.
Lo scafo più o meno è terminato,si inizia l’alberatura.Durante le ferie ho approntato le due coffe con relativi accessori.
Ho costruito anche i due alberi,questa volta in pero ,per evitare le sgradevoli venature e poi rifiniti con mordente adeguato per conferire il giusto colore ,posizionati nel loro alloggiamento con protezione antiacqua.
Buon ritorno a tutti
giuseppe







avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Lun Ago 27, 2018 10:13 am





avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Lun Ago 27, 2018 10:14 am



avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Gio Ago 30, 2018 2:56 pm

salve a tutti,
dopo aver fasciato i cavi delle sartie,ho provveduto a incappellarle sui colombieri,così pure gli arridatoi a bigotte con i suoi tarozzi ai parasartie.

alla prossima
Giuseppe











avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Sab Set 01, 2018 10:19 pm

salve a tutti,
posizionate le sartie,posso iniziare con le griselle,però stavo per dimenticare due accessori importanti dello scafo.
Infatti,ho provveduto a sistemare gli anodi sacrificali sulla chiglia e sulla ruota di poppa così come mi ero dimenticato di approntare la passerella e sistemarla nel suo alloggio.
alla prossima
Giuseppe













avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Caracciolo il Dom Set 02, 2018 1:31 pm

Se ci sono gli anodi vuol dire che lo scafo è in acciaio
avatar
Caracciolo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 33
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Dom Set 02, 2018 8:17 pm

ciao Luigi,
come sempre mi fa molto piacere i tuoi interventi,non altro perché ci distoglie dal nostro lavoro di modellista costruttore pratico e ci fa ragionare sulle teorie che ogni tanto non guasta.
Con somma responsabilità ti posso assicurare che tutta l’imbarcazione è stata costruita in legno,anzi è vanto del cantiere e dei suoi tecnici averla costruita con i disegni e criteri dei vecchi cantieri del 1817 ca.
Hanno individuato la foresta giusta ,tagliato gli alberi le cui forme corrispondevano alle loro esigenze e costruito con attrezzature moderne ma con metodi dell’ottocento questa imbarcazione.
Puoi visionare queste 70 foto molto belle,di tutta la costruzione in arsenale visitando il “Chantier de Gui”,cliccando su "constructions" e trovi questa documentazione veramente interessante, dal taglio degli alberi al varo.
Tornando a noi,come ben sai le correnti galvaniche sono sempre state un problema per i metalli immersi nell’acqua,se poi è salina ancora di più.
Posseggo un imbarcazione in vetroresina però con motore fuoribordo e ogni paio d’anni devo sostituire gli anodi in zinco.Proteggo sì il motore ma ho degli accessori in alluminio situati nell’opera viva che puntualmente si corrodono e si ossidano.
Quindi dato di fatto che l’imbarcazione è in legno,presumo che gli anodi (sono una dozzina)servono per salvaguardare le parti in metallo situati nella protezione della ruota di prua,negli scarichi a mare,negli agugliotti e cerniere del timone e infine nell’astuccio,albero ed elica.
Ma la mia domanda lecita è : per salvaguardare questi accessori dalla corrosione,dato che gli anodi sono fissati sullo scafo in legno,non dovrebbero essere collegati tra di loro e a sua volta con lo zinco degli anodi?Mi sembra molto strano che sulla sentina corrono tutti questi cavi come se fossero delle messa a terra …
Veramente era ciò che non capivo durante la costruzione del modello.
Sarei grato del tuo parere
giuseppe
avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Caracciolo il Lun Set 03, 2018 11:17 pm

Ciao Giuseppe, ovviamente solo su questo forum ci sono certe discussioni, come dici tu gli anodi devono essere collegati elettricamente (si intende devono trasmettere una corrente) esistono nelle navi moderne impianti di protezione galvanica o catodica, almeno 3 tipologie, e l'anodo deve essere collegato in qualche modo , collegare tutti gli elementi è superfluo ma almeno al singolo elemento, come se fosse una pila indipendente si.
Cosa stiano proteggendo non lo so, se lo scafo è in legno, però elementi singoli immersi si collegano agli anodi forse elementi strutturali in acciaio interni ma collegati comunque ad uno scafo ligneo che assorbe soluzione salina, poi l'anodo sacrificale agisce solo in prossimità della sua protezione e non è esteso superficialmente.
Generalmente un sistema passivo come quello ad anodo sacrificale se ne mette uno ogni tot metri quadri di superficie in acciaio in funzione degli spessori dell'acciaio e della velocità del fluido di acqua che vede lo scafo in quel punto, ad esempio: timoneria, eliche, richiedono una maggior densità di anodi sacrificali poichè le correnti galvaniche sono più forti per la maggior velocità del fluido
avatar
Caracciolo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 33
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Mer Set 05, 2018 8:37 am

Ciao Luigi,
come sempre ottima spiegazione,molto chiara l’ubicazione ed il lavoro svolto dagli anodi.
Comunque ci rimane il dubbio del perché di tutti quelli messi in posizione così lontana dagli accessori che dovrebbero proteggere.Penso sia una domanda da rivolgere a chi l’ha allestita.
Ho posizionato i fanali di via e anche qui trovo delle stranezze,normalmente i contenitori delle lanterne sono verniciati internamente di colore rosso o verde dipendenti dal bordo dell’imbarcazione,
Qui invece sono tutti neri,capisco che di notte quello che conta sono i colori delle luci ma un po’ di colore non guasta.
Alla prossima
giuseppe








avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Lun Set 10, 2018 11:39 am

salve a tutti,
posta qualche foto dell'imbarcazione vera all'inizio della sua costruzione
alla prossima
Giuseppe










avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Caracciolo il Lun Set 10, 2018 8:58 pm

La barca ha una bella linea, il sistema di costruzione non è veramente quello antico, ma probabilmente più performante.
a qui i zinchi sacrificali sembrano collegati a elementi immersi esterni, che credo siano in acciaio, sembrano bretelle in lamiera probabilmete per collegare meglio la chiglia con il dritto, mentre l'altro nel telaio dell'elica credo sia per la boccola esterna dell'asse dell'elica.
L'elica in quel telaietto così striminzito e così spesso darà una spinta decisamente inferiore alle sue possibilità; a questo punto l'avrei messa esterna.
avatar
Caracciolo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 33
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Caracciolo il Lun Set 10, 2018 9:05 pm

Che poi nella foto esterna c'è un elica a 5 pale probabilmente gawn, decisamente più modena di quella a 3 pale senza skew
avatar
Caracciolo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 33
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Mar Set 11, 2018 11:23 am

perfettamente d'accordo con te,l'elica, ho letto che ultimamente l'hanno cambiata con 5 pale più performante.
D'altronde i francesi l'hanno costruita per essere l'emblema della città di Brest e come affermano seguendo i criteri di costruzione dell'ottocento.

Non sempre hanno seguito i dettami del suo periodo
giuseppe
avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Caracciolo il Mar Set 11, 2018 1:25 pm

Ciao Giuseppe, notavo la bellissima ancora in ammiragliato, l'hai costruita tu o hai preso quella Amati, dovrei aggiustare un modello che non ha ancore, quella Amati è piccola 50 mm, mi servirebbe una leggermente più grande 55 o 60 mm
avatar
Caracciolo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 33
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Mer Set 12, 2018 2:51 pm

ciao Luigi,
come diceva Boudriot le ancore devono essere solo in metallo…
Un bel giorno dopo tanto tribolare,ho provato a costruirle in legno e ho notato che a parte il peso la resa era nettamente migliore.

Dopo tante ancore fatte, devo dire che sono belle e non noto alcuna differenza tra costruirle in pero o in metallo,con la facilità nel trattare il pero.
Dimmi la misura esatta e te le invio
giuseppe
avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Caracciolo il Ven Set 14, 2018 1:14 pm

Ti ringrazio tantissimo, ma nel mio caso è leggermente diverso trattandosi di un restauro preferisco metterle in metallo per le questioni citate da Boudriot, diversamente ci avei pensato.
dall'aspetto non sembrano lignee, complimenti.
Grazie Luigi.
avatar
Caracciolo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 33
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Albatros il Sab Set 15, 2018 6:45 am

Caracciolo ha scritto:Ti ringrazio tantissimo, ma nel mio caso è leggermente diverso trattandosi di un restauro preferisco metterle in metallo per le questioni citate da Boudriot, diversamente ci avei pensato.
dall'aspetto non sembrano lignee, complimenti.
Grazie Luigi.
Sulla Tartana le feci in legno, poi ho ricavato uno stampo in gesso e poi ho fatto la fusione in piombo. Lo stampo in gesso si degrada velocemente, ma due ancore ce le tiri fuori...
avatar
Albatros

Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Sant'angelo Romano

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Sab Set 15, 2018 2:25 pm

Salva tutti,
ho iniziato le manovre dormienti,tutte in cavo metallico fasciate.
Lo straglio maggiore doppio,i penzoli con i paranchi e i paterazzi sono al loro posto.
Finora sono solo posizionati,quando terminerò tutte le manovre,darò loro le giuste tensioni.
Alla prossima
giuseppe























avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Caracciolo il Dom Set 16, 2018 12:35 pm

Albatros ha scritto:
Caracciolo ha scritto:Ti ringrazio tantissimo, ma nel mio caso è leggermente diverso trattandosi di un restauro preferisco metterle in metallo per le questioni citate da Boudriot, diversamente ci avei pensato.
dall'aspetto non sembrano lignee, complimenti.
Grazie Luigi.
Sulla Tartana le feci in legno, poi ho ricavato uno stampo in gesso e poi ho fatto la fusione in piombo. Lo stampo in gesso si degrada velocemente, ma due ancore ce le tiri fuori...

Questo è un esperimento che ho in mente da parecchio, una volta provai con uno stampo in scajola a realizzare un piombo da pesca, l'estrazione è stata difficile, realizzai la forma in cera e con il calore rimossi il tutto internamente.
Tu Mauro come hai estratto la forma di legno internamente? Hai creato delle valve?
avatar
Caracciolo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 33
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Caracciolo il Dom Set 16, 2018 12:41 pm

giuseppe molisani ha scritto:Salva tutti,
ho iniziato le manovre dormienti,tutte in cavo metallico fasciate.
Lo straglio maggiore doppio,i penzoli con i paranchi e i paterazzi sono al loro posto.
Finora sono solo posizionati,quando terminerò tutte le manovre,darò loro le giuste tensioni.
Alla prossima
giuseppe



Notavo che le caviglie erano in legno, mentre molti particolari tipo le manovre fisse erano in metallo, questa è una cosa sorprendente poichè spesso nel 800 erano in bronzo le caviglie mentre le manovre in canapa.
avatar
Caracciolo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 33
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Albatros il Dom Set 16, 2018 6:32 pm

Caracciolo ha scritto:
Tu Mauro come hai estratto la forma di legno internamente? Hai creato delle valve?

Ho realizzato uno stampo composto da due gusci in gesso
avatar
Albatros

Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Sant'angelo Romano

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  giuseppe molisani il Mar Set 18, 2018 11:22 am

ciao Luigi

Condivido quello che dici,ci sono molte cose strane che ho notato sia quando ho rilevato l’imbarcazione (a Brest ci sono stato quasi una settimana)che durante la costruzione del modello.
Penso che oggi per degli esperti e con la tecnologia a portata di mano non sia difficile costruire un’imbarcazione con i criteri del suo tempo.Non so come l’ hanno pensata,però bisogna tenere conto che ha 26 anni ed è sempre stata in acqua,svolgendo il suo lavoro d’informazione e formazione di giovani durante quasi tutto l’anno.
Quindi penso che per ridurre la manutenzione abbiano optato per le manovre fisse i cavi in acciaio invece che canapa,strano però che ci siano dei cavi senza neanche la fasciatura!!
Però le caviglie le potevano costruire in ottone,sarebbero state più eleganti e per me più facile nella costruzione.
Infine sono un modellista copista e mi limito a riprodurre quello che vedo anche se alle volte ci sono dei dubbi
Alla prossima
giuseppe
avatar
giuseppe molisani
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 31.01.14
Età : 67
Località : lugagnano vr

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Caracciolo il Mar Set 18, 2018 11:29 am

Le sartie non son fasciate perchè tengono meglio l'umidità in questo modo, inoltre fasciarle non servirebbe a niente se non a incrementare i costi o a mascherare il fatto che sono in metallo; hanno messo sartie moderne.

avatar
Caracciolo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 33
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA RECOUVRANCE scala 1:30

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum