CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Gio Lug 31, 2014 4:51 pm

Caro Silver, qualcuno ha pure risposto ma credo che pochi, seppur bravi manualmente ovviamente più di me, siano in grado di avere cognizioni terminologiche e conoscenze dell'ingegneria navale come dimostri di averla tu. Di conseguenza non sei stronzo sei, se non l'unico, preparato a rispondere con cognizione di causa. Quindi quando formuli una indicazione la si deve prendere come punto di riferimento. Questo senza adulazioni, rende grande ed importante una persona.
Ho imparato molto da persone capaci come sei tu e continuo ad imparare attraverso le tue indicazioni.
Ho ricevuto anche tante bacchettate che ho apprezzato perché provenienti da persone sapute.
Mi sono servite per progredire.
Grazie della tua cortese pazienza e disponibilità.
Ciao
Mario

marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Gio Lug 31, 2014 5:10 pm

marioandreoli ha scritto:Grazie della tua cortese pazienza e disponibilità.


Grazie a te Mario, come ti ho già scritto, se i modellisti nostrani avessero la tua energia mentale non ce ne sarebbe per nessuno.  Wink 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Gio Lug 31, 2014 7:05 pm

Capperi John Silver grazie del complimento! Peccato che l'energia ce l'abbia solo nella mente e non anche nelle mani! Very Happy Very Happy Very Happy 
Infatti ho completato la ruota di prua con qualche fessura sugli incastri che riempio con la segatura di pero.
Comunque combacia col disegno.



Ma per la barba di Nettuno! Ho sbagliato a fare la palella. Forse pensavo alla paella alla valenciana Very Happy 
Pertanto per non rifare tutto ho tagliato e rifatto una parte della chiglia



Devo attaccare il tutto allo spezzone di poppa, ma prima dovrò realizzare la battura e piazzare gli apostoli.
Ciao
Mario
avatar
marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 79
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Sab Ago 02, 2014 3:06 pm

Finito il complesso chiglia l'ho piazzato sul cantiere. Ho dovuto faticare un poco per centrare i due piani e l'assetto longitudinale della chiglia con gli scassi del disegno. Per questo ho trovato più comodo ancorare il complesso chiglia sui riscontro di poppa e di prua con relativi spessori
per incontrare i riscontri sul disegno. Non sarà elegante ma è risultato paratico e facile a realizzare l'accostamento al disegno.



In questo modo il piano superiore di riscontro per i quinti è libero e quindi posso bloccarlo con i dadi al punto giusto senza problemi.
Verifica riscontro della costola 1AV con il disegno.



Mi pare a posto dopo ovviamente aver spessorato e calibrato i riscontri.
Ciao
OLI
avatar
marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 79
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Sab Ago 02, 2014 4:40 pm

Bene così, assicura una perpendicolarità corretta ad ogni doppia costa, eseguile tutte senza fissarle definitivamente poi deciderai il da farsi.  Wink 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Sab Ago 02, 2014 5:11 pm

Grazie Silver del suggerimento. Per la perpendicolarità delle coste farò un attrezzo grossomodo come quello realizzato da Fissore.






La foto che ho postato è solo per la verifica prima di fissare la chiglia definitivamente, cosa che ho fatto.
Vedrò come comportarmi con questo attrezzo e se sarò capace di districarmi. Very Happy 



Ciao
Mario


Ultima modifica di marioandreoli il Dom Ago 03, 2014 11:16 am, modificato 1 volta
avatar
marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 79
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Sab Ago 02, 2014 5:51 pm

In realtà le doppie coste le imposterai una dietro l'altra definitivamente, quindi basta una squadra e una volta connessa alla controchiglia attraverso gli scassi ciascuna doppia costa, la perpendicolarità la trovi fermando da entrambi i bordi, le teste degli scalmi di ognuna; hai la dima sulla quale posizionare distanziali ma bastano degli elastici che imbragano ogni testa e un chiodino per tenerli sul bordo esterno della dima.
Oppure puoi posizionare nell'esubero di legno in cima ad ogni doppia costa (devi farle più lunghe; necessario.), un traversino largo come lo spazio di maglia per tenerle alla giusta apertura e in parallelo.
Ci sono infinite forme di avanzare, trova la più adeguata.  Wink

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Sab Ago 02, 2014 7:25 pm

Ciao John Silver, grazie ancora una volta per le indicazioni. A dir il vero non mi fido delle linee tracciate per avere una perpendicolarità garantita. Mi affiderei appunto ad uno strumento che me le imposta obbligatoriamente ortogonali a partire dallo scasso sulla chiglia. Se poi sul piano di riscontro in alto cade fuori linea poco importa perché è indiscutibilmente ortogonale ed è ciò che conta secondo me! Le linee possono venir eluse dall'errore di parallasse che con l'attrezzo a squadra non può avvenire.
Per la posa dei quinti per il momento soprassiedo avendo in animo, come dichiarato più volte, di terminare alcuni esemplari in corso d'opera per poi dedicarmi anima e cora all'arsenale.
Ciao
Mario
avatar
marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 79
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Dom Ago 03, 2014 12:19 am

marioandreoli ha scritto:...obbligatoriamente ortogonali a partire dallo scasso sulla chiglia.


Certamente, se fai degli scassi al decimo ogni doppia costa sarà ferma nella sua sede.

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Dom Ago 03, 2014 6:56 am

Grazie dei conforto!
Ciao John Silver e buona domenica.
Per quanto riguarda la sistemazione degli scalmi sulla chiglia ho pensato di non fare degli scassi per l'invito come ha fatto Forlani



in quanto ho paura che poi lo scalmo, rientrando anche di poco nella chiglia, possa non incontrare bene il piano superiore causando una lieve curvatura concava nel futuro tavolato della fiancata. Pertanto ho pensato di creare un blocco come ha fatto Forlani



ma poi senza toglierli lasciandoli fissi così.



Non impediscono alcunché e quindi a questo punto basta quartabonarli per l'inserimento del torello e rifinirli al momento della posa dello scalmo.
Ciao
Mario
avatar
marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 79
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Dom Ago 03, 2014 12:06 pm

Gli scassi per accogliere i piedi di ogni scalmo permettono una connessione precisa degli elementi ma in bastimenti di poca stazza non sono uno standard, modellisticamente eseguirli ha il medesimo valore, nel senso che se li riporti avrai la posizione precisa della connessione degli scalmi di prua e di poppa, raggiungere le forme adeguate poi con il dovuto quartabuono e sempre modellisticamente, è lavoro che si esegue definitivamente quando tutto l'accostolato è imboscato, cioè in opera, quindi non mi preoccuperei del quartabuono in questo periodo sebbene è positivo che ciascuna costa abbia già un'impostazione approssimativa dell'angolo.
Se non ho capito male hai creato gli scassi riportando del materiale anziché toglierlo, è certamente una soluzione modellistica che ci allontana dalla realtà (probabilmente era meglio non eseguirli visto che in realtà potevano non farli) ma è anche vero che a volte il materiale viene riportato come ad esempio nella commessura a doppio dente dei madieri piani dei bastimenti (almeno d'alto bordo), dove i talloni dei piedi dei madieri e mezzi madieri sono esattamente riportati e inchiodati per creare lo scasso.  Very Happy



Nella foto: caletta dei talloni posticci del madiere; è detta a orecchie, cioè munita di due piccoli risalti laterali.  Wink 


Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Dom Ago 03, 2014 2:48 pm

Ciao John Silver, mah! A dir il vero non so come potrebbero essere stati fissati alla chiglia gli scalmi, certo che per questa barca ci sono almeno due soluzioni. Quella adottata da Daniel e mi pare pure da Fissore e quella dei disegni che non prevedono scassi verticali sulla chiglia.
Di solito gli scalmi sono ancorati ad un piede:



con un maschio sul piede e una femmina sulla chiglia.
In questo modo ritengo sicuro l'ancoraggio dello scalmo, che solo inchiodato e incollato sul fianco della chiglia non mi convince.
Comunque ho fatto una cosa che non esiste è vero, ma nel modellismo forse si potrebbero accettare soluzioni alternative alla realtà per non compromettere la stabilirà nel tempo del modellino.
Alla fine il tutto rimane nascosto dal fasciame e quindi non mi preoccupo più di tanto.
Ciao
Mario
avatar
marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 79
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Dom Ago 03, 2014 6:54 pm

marioandreoli ha scritto:...Di solito gli scalmi sono ancorati ad un piede: con un maschio sul piede e una femmina sulla chiglia.

Assolutamente no, da dove tiri fuori codesta convinzione???  Suspect 
Si continua a non comprendere e a far confusione; quello nella foto non è e non può essere uno scalmo (che non ha ne madiere ne mezzo madiere), bensì trattasi di un forcaccio, cioè madiere e mezzo madiere (madieri rialzati) di una delle coste verso poppa dell'Ambitieux (se fossero verso prua sarebbero zangoni), un Vascello Francese a due ponti del 1680.
Al di la di ciò che puoi ipotizzare come robustezza, gli scalmi di poppa e di prua della tua tartana si connettono alla carpenteria longitudinale con dei chiodi e al massimo con un perno passante nei piedi e tanto basta, ciò che ne stabilisce la robustezza è il fasciame esterno e il serrettame interno che si inchiodano su ogni scalmo e non abbisognano quindi di connessione a maschio e femmina nel piede senonché solo dei leggeri scassi come ha riportato Daniel che servono più per alloggiarli con precisione e non per robustezza.

Andiamo avanti.  Wink


p.s. Leggi la didascalia della foto che hai postato Mario; è ben chiaro quello che vi è riportato.  Very Happy

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Dom Ago 03, 2014 8:09 pm

Hai ragione John Silver, è che non sono ancora capace di discernere sul mondo dell'arsenale in quanto non ho sufficiente cultura.
Per fortuna ci sei tu che mi istruisci e mi sproni ad andare a rileggere le monografie per capire di che cosa si sta parlando.
Certo che alcune letture non ti sgombrano la mente, anzi, vedi i forcacci e i zanconi, menzionati da Fissore per la Gemma che invece sono semplici scalmi o quanto meno staminali ossia costole prive di madiere. I blocchi che ho inserito non servono per la tenuta ovviamente, di questo sono conscio, ma servono per posarli in assetto. Gli scalmi vanno poi chiodati sulla chiglia in quello più esterno addirittura con porno passante. Se poi gli spessori rimangono non impediscono alcunché!
Grazie dei tuoi interventi
Mario
avatar
marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 79
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Dom Ago 03, 2014 8:48 pm

marioandreoli ha scritto: Certo che alcune letture non ti sgombrano la mente, anzi, vedi i forcacci e i zanconi...



Ci vuole tempo Mario, la costruzione ti faciliterà le cose.  Wink 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Lun Ago 04, 2014 6:37 am

Grazie John Silver per il tuo sostegno!
Adesso posso leggere e comprendere meglio quanto descritto a pag. 81 del 74 cannoni sui quinti d'innalzamento. Averla letta prima non avevo capito un granché.



Proseguendo la lettura delle pagine seguenti ho una visione molto precisa e da me comprensibile, di quello che vado a realizzare.
Adesso ho posizionato definitivamente il complesso chiglia sul cantiere.



Quindi devo posizionare il piano di riscontro superiore. Per maggior sicurezza ho guardato come ha proceduto Forlani ed ho la conferma che i scalmi finiscono a pari dei bagli.



A questo punto mi accorgo che l'impavesata è sostenuta da scalmotti dei quinti d'innalzamento n° 7



che non sono un prosieguo di un scalmotto, ma è uno scalmotto ancorato al quinto d'innalzamento come si evince da questa sezione



Mi Domando come mai non sia stato inserito prima e perché non  sia la continuazione dell'ultimo scalmotto del quinto!
Intanto fisso il piano superiore e poi vedremo!
Ciao
Mario


Ultima modifica di marioandreoli il Lun Ago 04, 2014 2:50 pm, modificato 2 volte
avatar
marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 79
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Lun Ago 04, 2014 11:48 am

In questi bastimenti la murata terminava con un bordo libero. In pratica si aggiungono degli scalmotti sul piano dei trincarini, scalmotti che sostengono i corsi di bordatura esterna e alcuni corsi interni, il tutto detto appunto bordo libero.  Very Happy 



marioandreoli ha scritto: Adesso posso leggere e comprendere meglio quanto descritto a pag. 81 del 74 cannoni sui quinti d'innalzamento. Averla letta prima non avevo capito un granché.


L'Opera unica del Vecchio Boudriot è il massimo che si possa trovare per l'Architettura Navale dell'epoca e tanto di più per la terminologia grazie al lavoro di traduzione di G. S. Mazzini ma, non è semplice da comprendere, tra le altre cose chi non costruisce avrà "il buio" per molti aspetti che solo la costruzione riesce a far comprendere pienamente.
Ci vuole tempo Mario e applicazione; al termine di questa costruzione però sarai un "modellista nuovo", almeno sotto il profilo della conoscenza.

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Lun Ago 04, 2014 1:56 pm

Ciao John Silver sono certissimo di diventare un altro modellista sotto l'aspetto della conoscenza, non certo per quanto riguarda la manualità che lascia sempre molto a desiderare.
Ho visionato quanto realizzato da Albatros per avere un conforto sulle scelte da fare.
Beh! Lui non ha piazzato la suola che sovrasta la cinta uscendone per alcuni mm, ma ha piazzato solo il trincarino facendolo uscire sopra la cinta ugualmente.



Inoltre Albatros ha inserito a ridosso del fasciame d'impavesata un listello sagomato attorno agli scalmotti che impedirebbe l'uscita dell'acqua dagli ombrinali. Problema affrontato da Forlani sulla suola che lui ha ridotto di spessore per raccordarla al trincarino



Problema fuoriuscita dell'acqua dagli  ombrinali a scafo quasi completato.



A' un'altra barca oppure ha cambiato la costruzione?
Speriamo che Albatros mi legga e mi dia la risposta.

Non intendo minimamente criticare l'opera dei due modellisti, opera di notevole spessore realistico che io non riuscirò nemmeno a copiare   ma questa visione l'ho fatta per vedere come i due modellisti hanno trattato la posa degli scalmotti per impostare sul mio cantiere il piano di riscontro superiore alla giusta distanza dalla chiglia e per mia personale cultura.

Ciao
Mario
avatar
marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 79
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Lun Ago 04, 2014 3:32 pm

marioandreoli ha scritto: Lui non ha piazzato la suola che sovrasta la cinta uscendone per alcuni mm, ma ha piazzato solo il trincarino facendolo uscire sopra la cinta ugualmente. Inoltre Albatros ha inserito a ridosso del fasciame d'impavesata un listello sagomato attorno agli scalmotti che impedirebbe l'uscita dell'acqua dagli ombrinali. Problema affrontato da Forlani sulla suola che lui ha ridotto di spessore per raccordarla al trincarino


Credo che le foto confondono ma spiegheranno meglio i diretti interessati; a mio modesto parere invece, ritengo che i due modellisti abbiano eseguito il medesimo lavoro e cioè come si sarebbe fatto nella realtà: hanno posto il trincarino (anche suola in questo caso), che è più spesso dei restanti corsi del ponte, su questo trincarino visibile esternamente, si aprono delle scasse quadre per l'inserimento degli scalmotti che formano come spiegato sopra il bordo libero; il primo corso dal basso del fasciame esterno che li ricopre ha dei fori sagomati per lo scarico delle acque cioè gli ombrinali sebbene siano delle semplici aperture senza fodera di piombo.
Fai bene a osservare il lavoro di altri ma non ti far confondere le idee da foto che possono indurre in errore se non si comprende come era la costruzione realmente.  Wink

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Lun Ago 04, 2014 5:15 pm

Ciao John Silver, purtroppo ho combinato un pasticcio con la trasmissione dei post. Ho avuto dei problemi che mi hanno distolto e non ho potuto completare quello che volevo dire.
Rifarò tutto.
Ciao
Mario
avatar
marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 79
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Lun Ago 04, 2014 5:56 pm

marioandreoli ha scritto:...purtroppo ho combinato un pasticcio con la trasmissione dei post. Ho avuto dei problemi che mi hanno distolto e non ho potuto completare quello che volevo dire...


Non è un problema Mario, per fare pulizia non mi ci vuole granché, certamente ben più arduo è rendere comprensibile, illustrare semmai fosse possibile e argomentare sull'architettura delle costruzioni.

Ho fatto pulizia sul topic di Daniel, prendi tutte le foto e le immagini che vuoi ma esponi il tutto qui sul topic della tua costruzione.

Andiamo avanti, nessun problema.  Wink



p.s. Il corso del trincarino o suola non è eseguito in due elementi longitudinalmente, è ricavato per ogni bordo da almeno 3 pezzi da prua a poppa, scontra nella sua faccia inferiore tutte le teste dell'accostolato sul quale è inchiodato, su questo elemento vengono aperte scasse quadre per introdurre gli scalmotti che sosterranno il bordo libero dell'imbarcazione.

Spero sia chiaro.  :( 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Albatros il Lun Ago 04, 2014 7:17 pm

John Silver ha scritto:............ ritengo che i due modellisti abbiano eseguito il medesimo lavoro e cioè come si sarebbe fatto nella realtà: hanno posto il trincarino (anche suola in questo caso), che è più spesso dei restanti corsi del ponte, su questo trincarino visibile esternamente, si aprono delle scasse quadre per l'inserimento degli scalmotti che formano come spiegato sopra il bordo libero; il primo corso dal basso del fasciame esterno che li ricopre ha dei fori sagomati per lo scarico delle acque cioè gli ombrinali sebbene siano delle semplici aperture senza fodera di piombo.


Ammesso che l'errore è possibile, ... e ce ne sono, l'esecuzione del trincarino e gli scalmotti sono stati eseguiti così come spiegato da Riccardo.
Gli scalmotti vengono solo inseriti all'interno dei fori ricavati nel trincarino e non hanno nessuna chiodatura sui quinti.
Ciao Mauro
avatar
Albatros

Messaggi : 351
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 52
Località : Sant'angelo Romano

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Lun Ago 04, 2014 7:25 pm

Albatros ha scritto:...Gli scalmotti vengono solo inseriti all'interno dei fori ricavati nel trincarino e non hanno nessuna chiodatura sui quinti.



Esattamente, sarebbe impossibile inchiodarli e vengono messi dentro a forza (se non vado errato hanno un leggero ringrosso che una volta entrato nel foro quadro non permette più allo scalmotto di venir fuori, incastrato tra cinta e dormiente), ulteriore solidità viene ricavata dal fasciame che forma il bordo libero ed è inchiodato su ciascun scalmotto.

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Lun Ago 04, 2014 8:48 pm

Scusatemi ragazzi ho combinato un pasticcio. Mia intenzione era di evidenziare le differenze tra il disegno della monografia e i due modelli realizzati, partendo dalla sezione in corrispondenza del boccaporto maestro che presenta lo scalmo dell'impavesata (7) inchiodato al quinto ( 6) la suola (19) e poi a seguire il trincarino (14) il controtrincarino (15) e il tavolato del ponte (16).
Domani con più calma mi permetterò di porre le domande che non son riuscito a proporre prima, in quanto devo produrre delle foto ricavate dalla monografia e mi ci vuole del tempo.
Intanto grazie Silver d'aver cancellato lo sgorbio da me fatto sul diario di Forlani.
Ciao a domani
Mario
avatar
marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 79
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Lun Ago 04, 2014 9:20 pm

marioandreoli ha scritto:...partendo dalla sezione in corrispondenza del boccaporto maestro che presenta lo scalmo dell'impavesata (7) inchiodato al quinto ( 6) la suola (19) e poi a seguire il trincarino (14) il controtrincarino (15) e il tavolato del ponte (16).





Allora, non dobbiamo esprimere un giudizio sui piani ma ci "dobbiamo" avvalere di questi per costruire una Tartana e al di là delle sviste e delle contraddizioni servono il loro scopo ampiamente come molti modellisti hanno dimostrato, per quanto mi riguarda e se ci vogliamo capire, i termini corretti sono: lo scalmotto n° 7 che non è inchiodato sul quinto n° 6, oppure mi si deve spiegare come sia possibile inchiodare l'elemento con l'ossatura in opera, sebbene questo particolare modellisticamente non interessa.
Il trincarino o suola in questo caso, visto che sporge all'esterno della murata aspetto non consueto per un trincarino (e in più non ha scassi per affossare nei bagli come un trincarino), è il n° 19, a seguire ci sono i corsi di bordatura del ponte ma se "vi piace" chiamarli come gli elementi che non sono non fa nessuna differenza (trincarini e controtrincarini nonché le corde si differenziano dal resto del tavolato per il materiale con cui si costruiscono e gli incassi nei bagli; qui sono identici agli altri corsi), resta il fatto che la suola-trincarino è la sola più spessa come logica pretende e smussata internamente come ben spiegato da caracciolo nel topic di Daniel, si impone poi sulle teste dell'ossatura, vi si aprono i fori quadri e si innestano gli scalmotti.
Dopodiché il primo corso di questo bordo libero riceverà i fori degli ombrinali.

Non è difficile: lo giuro!!!  drunken

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Mar Ago 05, 2014 8:09 am

Quanto scritto è per capire i disegni in funzione della loro conformazione. Provengo dal modellismo tradizionale che comunque ha la stessa nomenclatura dell'arsenale ma con una simulazione realizzativa più o meno evidente.
E' in funzione delle mie conoscenze che mi sorgono dei dubbi.
Allora nel disegno della sezione in corrispondenza del boccaporto maestro, si nota che i due scalmi d'impavesata 7 presentano due puntini neri per parte che dovrebbero rappresentare la loro chiodatura sullo scalmo 6.  Questi sono detti scalmotti dei quinti e formano la battagliola di murata. Ritengo la chiodatura possibile (nella realtà) sia se eseguita prima del'installazione delle cinte 17 e 18 con la sola posa del dormiente che garantisce di non sgangherare la struttura durante la lavorazione, sia anche dopo in quanto il serrettame copre solo in parte la fiancata interna lasciando libera la parte alta adiacente al ponte.
La suola, ha le caratteristiche del trincarino ma è caratterizzata dal fatto che è più spessa ed esce sulla fiancata. Inoltre corre parallela alla murata e non parallela all'asse centrale del ponte come i controtrincarini e le tavole del ponte in questo particolare sistema di costruzione.  Il complesso è ben rappresentato in questo disegno. La suola può essere pure un trincarino, ma non uscirebbe sulla fiancata.



Con gli scalmotti installati la posa della suola secondo me andrebbe fatta a spezzoni (tavole lunghe come il ponte non si trovano sono normalmente lunghe 6-8 metri) incontrati con palelle ( vedi Albatros)

 

ed infilati sugli scalmotti ( tre o quattro di fila).

Il trincarino è un elemento longitudinale di rinforzo della struttura di una nave, posto alle estremità dei bagli. Sono i primi corsi di fasciame (tavole) del ponte coperta della nave, contando dal lato dritto e da quello sinistro della murata della nave verso il centro, di spessore maggiorato rispetto ai secondi, controtrincarini (seconde tavole) e alle altre costituenti il piano di calpestio della coperta.
I Contro Trincarini sono tavole su cui vanno fatti degli scassi di profondità per affogarli sui Bagli servono a rendere la struttura più rigida alle sollecitazione che la nave subiva in mare.
Gli scassi sul primo Contro Trincarino sono dritti. Il secondo Contro Trincarino ha gli incastri a coda di rondine.

Non mi sembra che tutto ciò sia rispettato nella monografia e Albatros e Daniel hanno realizzato giustamente quanto la stessa propone. A questo punto che faccio? Seguo la monografia o quanto specificato dalla filosofia costruttiva, sempreché le me cognizioni siano corrette?

Questa non vuole essere una polemica ma soltanto una richiesta di delucidazione per non aver idee confuse nella testa.
Con le scuse ringraziando anticipatamente.
Mario
avatar
marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 79
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum