CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Dom Lug 27, 2014 7:32 am

Per quanto riguarda il seghetto, dopo l'ennesima registrazione, sono riuscito a tagliare diversi pezzi e  la lama non si è rotta. Speriamo bene.
Ho incollato gli apostoli sul dritto.



Mi risultano un po' scarsi in alto. Debbo aver sbagliato in qualche cosa.



Ora devo provvedere a creare la battura. Uso la fresatrice Proxxon MF 70 ed ho fatto una prova su uno spezzone da buttare con fresa conica da 2,3 mm.





Non mi sembra male.
Ciao
Mario
Continuo qui!
Ho preso il coraggio a due mani e ho praticato la battura sul dritto dove poi curva e quindi bisogna operare con tutte e due i mandrini sia longitudinale che ortogonale contemporaneamente.



E' la prima volta che mi cimento con questa fresatrice ed a un certo punto mi si è impuntata la fresa e ho provocato un buco.



Non rifaccio tutto di nuovo, tanto poi il buco viene quasi del tutto  coperto dai torelli dalle doghe del fasciame esterno.
Pensavo peggio!
Ciao
Mario

marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Dom Lug 27, 2014 11:24 am

Quel buco puoi chiuderlo però, con un tondino adeguato dello stesso pero.  Wink 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Dom Lug 27, 2014 3:06 pm

Grazie John Silver, ma sai che non ci avevo pensato! Comunque debbo rifinire il tutto quando aggancerò la semi chiglia di prua.
Comincio a prendere la mano!
Ho finito la battura sulla semi chiglia di poppa





Ovviamente devo agganciare la semi chiglia di cui sopra, dopo averle praticato la battura, per raccordarle tra loro.
Ma non è un granché, ma sono abbastanza contento in quanto non mi aspettavo di riuscire in questa tecnica.
Vedo che miglioro pezzo per pezzo.
Ciao
Mario

marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 78
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Davide il Dom Lug 27, 2014 3:57 pm

e adesso chi ti ferma più. Complimenti

Davide
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 603
Data d'iscrizione : 11.03.12
Età : 45
Località : San Martino Buon Albergo (Vr)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Albatros il Dom Lug 27, 2014 6:46 pm

marioandreoli ha scritto:


Gli apostoli devono essere molto più assottigliati nella parte bassa.
Il fasciame dovrà terminare all'interno della battura del dritto e nella parte bassa ha un andamento molto lineare perciò devi sfinare di molto gli apostoli nalla parte bassa.
Mi sembra che io li montai dopo delle costole e ti rendi meglio conto delle forme del fasciame.
Non è un grande errore perchè finchè c'è da tolgliere materiale si fà sempre in tempo.
Mauro

Albatros

Messaggi : 341
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 52
Località : Sant'angelo Romano

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Dom Lug 27, 2014 7:39 pm

Ciao Mauro, grazie dei suggerimenti. Certamente gli apostoli dovranno essere quartabuonati per essere raccordati con le costole, cosa che farò appunto assieme alle costole. Dalla foto ho notato che anche i tuoi apostoli sono scarsi in sommità, allora non ho sbagliato niente. Piuttosto non sono riuscito a capire dal tuo diario lo spessore del legname che hai utilizzato per il fasciame. Come legno penso di utilizzare Dibetou da 1 fino a 2,5 mm. Non l'ho mai usato lo conosci tu? Che mi consigli?
Ciao
Mario

marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 78
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Albatros il Lun Lug 28, 2014 7:44 pm

marioandreoli ha scritto:Ciao Mauro, grazie dei suggerimenti. Certamente gli apostoli dovranno essere quartabuonati per essere raccordati con le costole, cosa che farò appunto assieme alle costole. Dalla foto ho notato che anche i tuoi apostoli sono scarsi in sommità, allora non ho sbagliato niente. Piuttosto non sono riuscito a capire dal tuo diario lo spessore del legname che hai utilizzato per il fasciame. Come legno penso di utilizzare Dibetou da 1 fino a 2,5 mm. Non l'ho mai usato lo conosci tu? Che mi consigli?
Ciao
Mario

Il fasciame mi sembra che sia da 2 mm e gli incintoni da 3 mm.
Il Dibetou non lo conosco pertanto non ti posso consigliare.
Mauro


Albatros

Messaggi : 341
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 52
Località : Sant'angelo Romano

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Lun Lug 28, 2014 8:45 pm

Grazie Albatros! Per il legno vedrò di avere notizie altrove.
Impostato la semichiglia di prora. Primo riscontro con il piede di ruota.
Prova di ortogonalità.



e di riscontro sul disegno



Come si può evincere non sono molto bravo a realizzare gli incastri e quindi "baro" un pochino cospargendo di segatura di pero gli interspazi degli incastri durante l'incollaggio.
Ho predisposto il prestantino di controruota. C'è qualche cosa che non va. Il disegno presenta uno scasso predisposto solo per i semi madieri.(3 mm vedi le due foto) La prima dovrebbe rappresentare la sezione longitudinale al centro nave, ma il prestantino non presenta la sezione dei madieri e semi madieri.



La seconda rappresenta il confronto con il prestantino da ritagliare che presenta uno scasso da 3 mm e non da 6. Inoltre il paramezzale non copre i madieri a prua se non in parte. Certo che a poppa ci sono quattro mezzi zanconi e a prua 5 mezzi forcacci, ma allora dove vanno a incastrarsi o appoggiare?



Forlani non ha fatto gli scassi previsti da Fissore ne ha fatto altri.



Albatros invece ha fatto quelli previsti ma non si evince se gli scassi sul prestantino siano da 3 o 6 mm.



S'è qualcuno che può spiegarmi l'arcano?
Ciao
Mario

marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 78
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Mar Lug 29, 2014 2:04 pm

I forcacci di poppa e gli zangoni di prua sono i madieri rialzati delle estremità di un bastimento che, per via delle forme di carena, sono ben differenti dai madieri in piano dei quartieri mediani di un bastimento ma, quando parliamo di questi elementi, stiamo parlando di coste reali o doppie coste che siano; quelle svasature che il buon Fissore riporta sul "massiccio" della controruota (non sembra un prestantino classico, il quale dovrebbe se lo fosse, ricoprirebbe il paramezzale), non sono scassi per le doppie coste ma sono gli alloggi degli scalmi deviati di prua (la stessa metodica la avrai a poppa).
Questi scalmi che sono su due piani cioè sono doppi come le altre coste, poggiano i loro piedi su ogni lato di questo massiccio, quindi non si costruiscono come una doppia costa che ha nel suo piede lo scasso che si congiunge con una scasso nella controchiglia.

Spero di esser stato chiaro e aggiungo dell'altro: nella realtà molto probabilmente queste svasature venivano effettuate per avere il punto preciso e l'alloggio adeguato per ogni bordo, dei relativi scalmi deviati. Modellisticamente fare queste svasature non ha molta importanza.
Importante invero è comprendere la costruzione ma, non farti problemi: il lavoro e l'applicazione ti farà comprendere quanto basta e, dove non basta, ci siamo noi.  Very Happy

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Mar Lug 29, 2014 3:27 pm

Ciao John Silver, son d'accordo sui termini di forcacci e zanconi, formati in pratica da  madiere e scalmo. Ma il cosi detto madiere come viene attaccato alla chiglia?
Forlani ha fato questi scassi:



poi gli ha piazzati singolarmente un mezzo forcaccio a babordo e mezzo a tribordo, tenendoli in sesto con dei blocchetti:



così dicasi per i mezzi zanconi:



Fissore nella monografia sulla tavola n° 3  rappresenta  così i mezzi forcacci:



mentre nella tavola n° 15 che non so cosa voglia rappresentare li presenta così:



Sul volume L' Arte del Modellismo di Frolich sono rappresentati così:



Allora quelli scassi sul prestantino potrebbero essere le femmine per accettare i maschi dei forcacci?
Se fosse così lo capirei perché con i mezzi forcacci e i mezzi zanconi solo incollati sulla fiancata del prestantino ed quindi chiodati, mi sembra che la struttura sia deboluccia soprattutto a prua dove deve sopportare l'urto del mare quando naviga.
Sono molto interdetto e confuso!
Devo riflettere sul da farsi perché proseguire supinamente senza capire quello che faccio ed il perchè non mi va!
Ciao
Mario

marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 78
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Mar Lug 29, 2014 3:59 pm

Non conosco i piani e non posso stabilire se i disegni siano corretti o meno ma non è questo importante, senonché è fondamentale che tu capisca la differenza tra doppie coste, forcacci e zangoni e scalmi deviati.
Le doppie coste (in questo caso), sono la carpenteria verticale dello scafo, forcaccie e zangoni sono le doppie coste dei quartieri estremi del medesimo scafo (a centro nave sono madieri piani) sebbene indicano solo gli elementi che formano i piedi delle doppie coste in questione, gli scalmi deviati sono gli elementi che terminano le due estremità del medesimo scafo, e sono tanto di più in uso nei bastimenti di basso bordo, nei quali per forme di carena non è corretto costruire la poppa con la classica arcaccia e la prua con gli scalmi di cubia.
Gli scalmi deviati di cui si parla sono quelli nella tavola n° 3 che ripropongo qui sotto:




Come puoi osservare sono disegnati sia quelli di dritta che quelli di sinistra, in pratica per formare una doppia costa completa manca solo il piede (madiere e mezzo madiere) che tutte la altre doppie coste hanno, infatti questi scalmi deviati poggiano su ciascun bordo in quelle svasature nei massicci che ne alloggiano i piedi. La medesima cosa avviene a poppa. Se osservi la costruzione di Daniel ne potrai capire il loro "essere".  Very Happy 

Mi rendo conto che non è semplice da comprendere ma non disperare, con un minimo di tempo e con la costruzione le nebbie si diraderanno.  Wink


marioandreoli ha scritto:Allora quelli scassi sul prestantino potrebbero essere le femmine per accettare i maschi dei forcacci?
Se fosse così lo capirei perché con i mezzi forcacci e i mezzi zanconi solo incollati sulla fiancata del prestantino ed quindi chiodati, mi sembra che la struttura sia deboluccia soprattutto a prua dove deve sopportare l'urto del mare quando naviga.

Quegli scassi sul prestantino non sono femmine perché il piede di uno scalmo deviato non ha maschi: viene solo chiodato o al più imperniato, dopodiché ci pensano gli elementi longitudinali; fasciame e serrettame, a rendere solida la struttura: che alcuni elementi delle estremità come gli scalmi deviati possano apparire fragili nei loro piedi è una sega mentale perché con questi elementi, si raccorda e in qualche maniera si riempie lo spazio vuoto tra le ultime doppie coste e la ruota di prua o il dritto di poppa, quindi delle estremità. In pratica gli scalmi deviati servono principalmente ad aver legno dove inchiodare gli elementi longitudinali.  Very Happy

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Mar Lug 29, 2014 4:51 pm

Ciao John Silver, non so come ringraziarti per l'apporto che mi dai! Ho compreso bene quello che dici, ma allora qui gli scalmi deviati sono senza piede? Come mai vengono rappresentati solo come mezzi scalmi senza piede su una tavola e forniti di piede su un'altra sempre della stessa barca?
Forlani li ha incastrati su uno scasso da lui inventato e quindi il bracciolo della controruota a poppa e il prestantino a prua a questo punto sostituiscono il piede?
Albatros ha postato la foto che vedi, dove il prestantino ha degli scassi come da monografia. Spero mi legga e mi illumini un po'!
Non riesco a immaginare i mezzi scalmi solo poggiati sul fianco del bracciolo della controruota a poppa e del prestantino a prua e solo chiodati ancorché incollati.
Ciao
Mario

marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 78
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Mar Lug 29, 2014 5:12 pm

marioandreoli ha scritto: Non riesco a immaginare i mezzi scalmi solo poggiati sul fianco del bracciolo della controruota a poppa e del prestantino a prua e solo chiodati ancorché incollati.


E invece è così che sono eseguiti e come ripeto servono di supporto ai legamenti longitudinali; fasciame (esterno) e serrettame (interno), sebbene nella realtà credo che siano inchiodati sul pezzo e imperniati tra loro, cioè un perno tiene uniti lo scalmo di dritta e quello di sinistra attraversando anche il massiccio o prestantino che sia.

Non capisco il motivo dei disegni di Fissore che mostri ma non avendo la monografia non posso stabilire nulla, però ci deve essere un motivo che non conosco (Franco non è un'idiota sebbene errori ci sono sempre), perché se gli scalmi della foto sono numerati 16 AV & 17 AV, nell'altra foto nella vista totale dello scafo la numerazione non supera il 14 a prua e il 13 a poppa.  Shocked 
Qualcosa non quadra, controlla bene tutti i disegni.  Very Happy 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Onip il Mar Lug 29, 2014 5:47 pm

Ciao Mario, leggo ora il tuo cantiere, sono in vacanza.

La Tartana è stato il mio primo lavoro in arsenale quando non avevo una completa cognizione della carpenteria e come macchine avevo solo il traforo elettrico della Proxxon ed un minidrill; è stata una bella esperienza.

John Silver ha scritto: ...
Quegli scassi sul prestantino non sono femmine perché il piede di uno scalmo deviato non ha maschi: viene solo chiodato o al più imperniato, dopodiché ci pensano gli elementi longitudinali; fasciame e serrettame, a rendere solida la struttura: che alcuni elementi delle estremità come gli scalmi deviati possano apparire fragili nei loro piedi è una sega mentale perché con questi elementi, si raccorda e in qualche maniera si riempie lo spazio vuoto tra le ultime doppie coste e la ruota di prua o il dritto di poppa, quindi delle estremità. In pratica gli scalmi deviati servono principalmente ad aver legno dove inchiodare gli elementi longitudinali.  Very Happy


Ho eseguito il montaggio dei mezzi forcacci come osservato da Riccardo, da queste foto credo si possa anche vedere, incollati e chiodati sul prestantino, Daniel, come osservi ha in più realizzato una scassa laterale al prestantino







Buon lavoro Pino

Onip

Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 11.05.12
Età : 68
Località : Matera

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Mar Lug 29, 2014 6:28 pm

...drunken Silver John ha scritto:...non sono scassi per le doppie coste ma sono gli alloggi degli scalmi deviati di prua


Bene, e allora "bentornato" Pino e grazie dell'intervento e tra non molto avremo anche Daniel che ho poc'anzi sentito al telefono, rettifico: questi scalmi non sono deviati, sono "semplici" scalmi che, per motivi costruttivi e di forme, sostituiscono le doppie coste tradizionali nelle estremità del bastimento.
Se non ricordo male nella monografia manca una doppia costa o una coppia di scalmi: voi che avete costruito il modello, potete aggiungere qualcosa per la comprensione dei piani da parte dell'energico e giovine Mario???  Very Happy


Ultima modifica di John Silver il Mar Lug 29, 2014 9:04 pm, modificato 1 volta

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Mar Lug 29, 2014 7:56 pm

Ragazzi siete stupendi, grazie dell'aiuto! Per puntualizzare è vero che Daniel ha fatto gli scassi laterali al prestantino, e questo mi pare cosa buona e giusta, ma non sono contemplati nella monografia che invece presenta due forme di scalmi con e senza piede e non capisco il perché! Inoltre sul prestantino ci sono degli scassi come se il piede dovesse esservi immerso! Scusate è la prima volta che mi cimento con i paini delle monografie è faccio tanta fatica ad orientarmi. Le poche cognizione che ho di ingegneria navale mi vengono sconvolte!
Vediamo se gli amici che hanno realizzato l'opera riescono a far diradare la nebbia che mi è venuta
nel cervello! Very Happy Very Happy 
Ciao
Mario

marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 78
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Mar Lug 29, 2014 10:32 pm

marioandreoli ha scritto:...Inoltre sul prestantino ci sono degli scassi come se il piede dovesse esservi immerso!


Esattamente, come li ha fatti Daniel che come ben sappiamo lavora di fino, nella realtà probabilmente erano eseguiti cosi ma anche no. Chi può dirlo?  Wink 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Mer Lug 30, 2014 6:56 am

Giusto John Silver, ma allora alcune soluzioni si devono prendere autonomamente e ciò complica un po' la costruzione del modello che alla fine risulterà più o meno robusto, ma con ogni probabilità non conforme alla realtà! Certo che realizzare alcuni particolari in scala esattamente come nella realtà può essere impossibile o molto difficoltoso quindi si opta per soluzioni che si prestino a simularla al meglio, ma questo dovrebbe essere già predisposto nella monografia. Come ho segnalato le tavole 15 e 16 rappresentano una barca diversa essendo diverso il numero delle costole. E' certamente una tartana ma non viene spiegato di che barca si tratti. Qui i forcacci e i zanconi sono uniti da un piede. Questo mi fa una certa confusione. Comunque opterò per realizzare questi particolari come ha fatto Daniel
Ciao
Mario

marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 78
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Onip il Mer Lug 30, 2014 5:38 pm

Ciao Mario, sono corrette le tue osservazioni, le incongruenze ci sono sempre ed alla fine si fanno delle scelte  ... sperando che siano giuste ...


marioandreoli ha scritto: ... Per puntualizzare è vero che Daniel ha fatto gli scassi laterali al prestantino, e questo mi pare cosa buona e giusta, ma non sono contemplati nella monografia che invece presenta due forme di scalmi con e senza piede e non capisco il perché! Inoltre sul prestantino ci sono degli scassi come se il piede dovesse esservi immerso! Scusate è la prima volta che mi cimento con i paini delle monografie è faccio tanta fatica ad orientarmi. Le poche cognizione che ho di ingegneria navale mi vengono sconvolte!
Vediamo se gli amici che hanno realizzato l'opera riescono a far diradare la nebbia che mi è venuta
nel cervello! Very Happy Very Happy 
Ciao
Mario

Ho provato ha rivedere il sito di Fissore e le foto della sua Tartana, ho notato che ha ampliato il cantiere con altre foto e ha anche riorganizzato diversamente il tutto; per quanto riguarda il prestantino ora compaiono foto con gli scassi laterali, sinceramente non ricordavo quell'immagine, quindi se li fai credo proprio che sei sulla strada più giusta; certo che sulla monografia sembrerebbe esserci tutt'altra cosa, oppure va letta meglio?  Rolling Eyes


Onip

Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 11.05.12
Età : 68
Località : Matera

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Mer Lug 30, 2014 5:49 pm

Orbene, ma i disegni delle coppie di scalmi che se ho ben capito sono 4 di poppa e 4 di prora ci sono tutte nella monografia?

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Albatros il Mer Lug 30, 2014 7:49 pm

John Silver ha scritto:Orbene, ma i disegni delle coppie di scalmi che se ho ben capito sono 4 di poppa e 4 di prora ci sono tutte nella monografia?

Se non ricordo male, sulla monografia è riportato una coppia di scalmi a poppa che Fissore non ha inserito (e nemmeno io).

Mauro

Albatros

Messaggi : 341
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 52
Località : Sant'angelo Romano

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Gio Lug 31, 2014 7:04 am

Ciao ragazzi, grazie per gli interventi.
Per Onip:  per quanto riguarda il prestantino sulle immagini rilevate sul sito di Fissore compaiono foto con gli scassi laterali.





gli stessi che ha eseguito Forlani. Convengo che  sulla monografia sembrerebbe esserci tutt'altra cosa.

Per Silver: sulla monografia sono riportati 4 zanconi a poppa e 5 forcacci a prua.

Per Albatros: Non mi pare che Fissore non abbia inserito un zancone a poppa. Nella foto postata sopra le costole in totale sono 36 come nella monografia.

Altro problema.
Forlani ha realizzato il cappuccio passante tra gli apostoli



ed a lavori inoltrati non è stato ancora piazzato



mentre Fissore lo fissa a ridosso della controruota



e su questa foto compare una strana anomalia. Sembra che il paramezzale si prolunghi fino  sopra l'ultimo forcaccio (17)
Mah! Divento sempre più disorientato!
Ciao
Mario

marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 78
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Gio Lug 31, 2014 1:43 pm

marioandreoli ha scritto:Per Silver: sulla monografia sono riportati 4 zanconi a poppa e 5 forcacci a prua.


E per l'ennesima volta vado a spiegare quel che ho già spiegato a dismisura, i forcacci sono a poppa e sono elementi in questo caso di una doppia costa con il piede, gli zangoni (zanconi) sono nella stessa maniera elementi delle doppie coste di prua e quindi sono entrambi, forcacci e zangoni, i madieri rialzati delle estremità del bastimento ed hanno il piede ed anche i talloni tanto per precisare, gli elementi di cui sparliamo non avendo piede, cioè quel che attraverso degli scassi li connette alla controchiglia, sono quindi dei fottutissimi scalmi!
Non mi interessa come li chiama l'autore se stai usando i suoi termini ma se ci vogliamo capire dobbiamo chiamare le cose con il loro nome.



marioandreoli ha scritto: e su questa foto compare una strana anomalia. Sembra che il paramezzale si prolunghi fino  sopra l'ultimo forcaccio

Non ti creare confusione con le foto perché ingannano fortemente e da quelle prima è ben evidente dove termina il paramezzale!

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Gio Lug 31, 2014 3:33 pm

Ciao John Silver, devi scusarmi ma io non ho dimestichezza e quindi accetto quello che propone la monografia cioè 4 zanconi a poppa e 5 forcacci a prua. A Venezia le costole delle barche le chiamiamo sanconi. Alla fin fine mi sembra più logico come dici tu di chiamarli scalmi non avendo piede! Ma allora se partono dalla chiglia senza madiere dovrebbero chiamarsi staminali essendo le parti che costituiscono le costole dopo i madieri oppure mi sbaglio? Mi avevi fatto presente questa cosa nel mio diario della Lancia armata in guerra facendo riferimento al II volume dei 74 cannoni pag. 186 e pag. 190 fig 210.
Fai bene a sottolineare certe cose almeno poi ci capiamo meglio.
Grazie
Ciao
Mario

marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 78
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Nostromo il Gio Lug 31, 2014 3:58 pm

marioandreoli ha scritto:...Ma allora se partono dalla chiglia senza madiere dovrebbero chiamarsi staminali essendo le parti che costituiscono le costole dopo i madieri oppure mi sbaglio?


I madieri e gli staminali sono parti di una costa ma questa ha delle caratteristiche, nei punti dove queste non possono essere poste per le forme dello scafo o per caratteristiche costruttive, si deve comunque riempire gli eventuali vuoti, orbene questi si riempiono con elementi chiamati scalmi.
Scalmi se perpendicolari all'asse di chiglia, scalmi deviati se hanno un certo grado di deviazione, e possono poi anche essere doppi o singoli, cioè assemblati su un piano o due come in questo caso.  Wink 


marioandreoli ha scritto:...devi scusarmi ma io non ho dimestichezza e quindi accetto quello che propone la monografia cioè 4 zanconi a poppa e 5 forcacci a prua

In verità non devi scusarti, nessuno nasce imparato e tanto di più visto che la terminologia è molto difficile e anche molto controversa, l'autore non ha usato i termini corretti (la confusione è stata fatta in traduzione visto che l'editore è francese); primo perché i forcacci sono a poppa e gli zangoni a prua e secondo perché un forcaccio ed uno zangone sono muniti di madiere essendo appunto i madieri rialzati delle estremità di un bastimento (nella zona mediana si chiamano: madieri piani).
I nostri elementi non hanno i madieri e neppure i mezzi madieri essendo costruiti su due piani, quindi trattasi di scalmi.  Very Happy


p.s. Noto che il medesimo lavoro è esposto in diversi forum, direi bene visto che il mondo modellistico è ben vasto ed il confronto quindi può e deve essere variegato, noto però che l'unico stronzo che ti risponde e argomenta è il sottoscritto: tiraci fuori le tue conclusioni semmai possano tornar utili.  pirat

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  marioandreoli il Gio Lug 31, 2014 4:51 pm

Caro Silver, qualcuno ha pure risposto ma credo che pochi, seppur bravi manualmente ovviamente più di me, siano in grado di avere cognizioni terminologiche e conoscenze dell'ingegneria navale come dimostri di averla tu. Di conseguenza non sei stronzo sei, se non l'unico, preparato a rispondere con cognizione di causa. Quindi quando formuli una indicazione la si deve prendere come punto di riferimento. Questo senza adulazioni, rende grande ed importante una persona.
Ho imparato molto da persone capaci come sei tu e continuo ad imparare attraverso le tue indicazioni.
Ho ricevuto anche tante bacchettate che ho apprezzato perché provenienti da persone sapute.
Mi sono servite per progredire.
Grazie della tua cortese pazienza e disponibilità.
Ciao
Mario

marioandreoli

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 07.02.14
Età : 78
Località : Venezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: TARTANA GEMMA 1863 SCALA 1:36 di Mario Andreoli

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 8:14 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum