Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mar Giu 03, 2014 5:24 pm

Fa piacere "scoprire" che ve ne fregate delle "regole" (quantomeno inutili), di Naviga riprese poi necessariamente da Navimodel; l'arsenale è ben altra roba delle pippe mentali di personaggi obsoleti con uno scudo sulla giacchetta blu e l'ignoranza, conclamata e incolore, di pensiero.
Questa cosa poi del "deve piacere a me" non è solo reale ma è fondamento, ed è proprio per ciò che, se chi si cimenta nella costruzione è ignorante (cioè ignora), di conseguenza lo sarà anche il suo piacere e cioè quel che praticherà con la sua costruzione attraverso le scelte applicate (ve ne sono di modellisti abilissimi che operano delle cagate pazzesche, ed il fatto che piacciano a loro non vuol dire un benemerito perché cagate restano e più è abile l'autore più la cagata sarà imponente: volete degli esempi per capirci meglio? Ne posso fare diversi e illuminanti!), ed è per questo che insisto affinché vi "cibiate" di modelli d'epoca, di letture importanti attraverso testi seri e tutto ciò che ne consegue, confronto incluso perché ineluttabile per certi versi per affinare la conoscenza, l'intelletto ed il buon gusto (virtù quest'ultima che è sostanzialmente da apprendere, sebbene esiste chi è avvantaggiato perché lo ha in dote alla nascita), così da arrivare a scelte principalmente accorte e oltremodo sensate.
Parlavo di didattica come l'aspetto principale di tale modellismo e soprattutto perché è l'aspetto da non sottovalutare, mai, ed è in virtù di ciò che vi "svelo" il pensiero di un'abile modellista, studioso appassionato e profondamente impegnato, autore dei migliori (se non il migliore attualmente), delle "nostre" monografie e, non ultimo, allievo del Vecchio Boudriot che, a dispetto di pochi idioti, rimane l'esempio della conoscenza, dell'approfondimento e della ricerca nel campo dell'Architettura Navale, e tanto di più in questi tempi balordi, vuoti di sapere e colmi, invero, di presuntuosa arroganza.

Rispondendo alle domande sulla chiodatura dei ponti afferma quanto segue ed io sono profondamente in accordo con lui:


"Maintenant, la mode est aux chevilles en bois... Personnellement, je ne trouve pas cette méthode judicieuse pour nos modèles."


Vi serve la traduzione Marinai?  Very Happy

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Ospite il Mar Giu 03, 2014 10:19 pm

ciao
anche per me il modello deve piacere a chi lo costruisce e per i  concorsi pazienza se qualcuno vuole partecipare a un concorso sa a cosa va incontro, basta guardare la mia Amarante con quella di Giampiero scelte completamente differenti per le essenze di legno ma comunque belle scelte che io come sicuramente Gianpiero non cambieremmo.
edo

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mar Giu 03, 2014 11:55 pm

edoardo ha scritto: ...basta guardare la mia Amarante con quella di Giampiero scelte completamente differenti per le essenze di legno ma comunque belle scelte che io come sicuramente Gianpiero non cambieremmo.


Sono delle grandi verità i concetti espressi dal tuo pensiero ma insisto nell'approfondimento perché abbiamo due tipi di verità in questo caso: le verità semplici, dove gli opposti sono chiaramente assurdi, e le verità profonde, riconoscibili dal fatto che l'opposto è a sua volta una profonda verità.
La verità semplice è che avete usato essenze diverse di legno ma direi quantomeno naturali per conformità nel modellismo d'arsenale, scelte corrette quindi ed entrambe sono ottime anche perché vi rappresentano, l'opposto è l'assurdo, provare per credere.
Che non le cambierete è una verità profonda come lo è il suo contrario, la prima non credo sarà possibile però, potremmo non vedere mai altre scelte nelle vostre costruzioni future, una sorta di staticità costruttiva solo per ottusità ma, mai dire mai  :twisted:  sebbene è cosa improbabile per come la vedo, e l'esatto contrario è anch'essa una profonda verità in più è quella che si concretizzerà a mio avviso.
In pratica sarà la strada che state percorrendo che vi guiderà verso i naturali cambiamenti, non dovrete far altro che seguirla.

Come in gran parte delle espressioni umane, il bello, il piacere è nella strada che si percorre e non la meta.   drunken

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Piccolo aggiornamento

Messaggio  Nostromo il Sab Giu 21, 2014 2:35 pm

Il topic ha avuto i suoi effetti, il piacere per quanto mi riguarda è che in qualche maniera si ha la possibilità di interagire con la Federazione e si spera quindi sempre meglio.
Come ben sappiamo "il lavoro" di Tiz ha portato la Federazione nostrana all'introduzione di un sezione per l'arsenale già da diverse stagioni, la sezione C3 D-A nella quale si sta cercando di confluire un regolamento quanto più adeguato.
La questione chiodi sarà uno degli argomenti del prossimo consiglio Federale, la loro impostazione è che il chiodo in ottone lasciato al naturale non avrà peso di giudizio se sarà conforme con i requisiti di scala e storicità sempre e solo in un modello lasciato in legno naturale, ciò mi sembra un'ottima soluzione tanto di più che anche a livello internazionale (a detta di giudici praticanti da decenni i campionati suddetti), questa problematica in realtà non lo è tale, perché infine se il lavoro nella sua interezza è di buona esecuzione sotto tutti gli aspetti richiesti, ciò non è mai stata una reale penalizzante.
Mi auguro che si andrà sempre meglio sebbene la Federazione sta vivendo una reale e vasta crisi per la quale si prefigura una scissione navigante-statico; agli organi predisposti quindi i miei auguri di risolvere al meglio e la speranza mia personale di riprendere il "lavoro" come desidererei per cui già dal prossimo campionato nazionale, questo mi possa vedere partecipe.
A Viareggio non credo di esserci ma, mai dire mai, semmai chi vi parteciperà avrà occasione di confronto con chi della Federazione certamente verrà ad ammirare la mostra.  Wink 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Michele Padoan il Sab Giu 21, 2014 10:16 pm

John Silver ha scritto:Il topic ha avuto i suoi effetti, il piacere per quanto mi riguarda è che in qualche maniera si ha la possibilità di interagire con la Federazione e si spera quindi sempre meglio.
Come ben sappiamo "il lavoro" di Tiz ha portato la Federazione nostrana all'introduzione di un sezione per l'arsenale già da diverse stagioni, la sezione C3 D-A nella quale si sta cercando di confluire un regolamento quanto più adeguato.
La questione chiodi sarà uno degli argomenti del prossimo consiglio Federale, la loro impostazione è che il chiodo in ottone lasciato al naturale non avrà peso di giudizio se sarà conforme con i requisiti di scala e storicità sempre e solo in un modello lasciato in legno naturale, ciò mi sembra un'ottima soluzione tanto di più che anche a livello internazionale (a detta di giudici praticanti da decenni i campionati suddetti), questa problematica in realtà non lo è tale, perché infine se il lavoro nella sua interezza è di buona esecuzione sotto tutti gli aspetti richiesti, ciò non è mai stata una reale penalizzante. 


Questa senz'altro è una buona notizia, già che ci sia la volontà di migliorare è di per se positivo e come dici tu mai dire mai anche se penso che a differenza di te per me i tempi di un'eventuale partecipazione ad un campionato siano ancora lunghi.
avatar
Michele Padoan

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 26.10.12
Età : 49
Località : Conche (PD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Sab Giu 21, 2014 11:27 pm

Michele Padoan ha scritto: ...anche se penso che a differenza di te per me i tempi di un'eventuale partecipazione ad un campionato siano ancora lunghi.


Dipende dal motivo per cui sopra; se lavoro parteciperò con la Paranzella e con il Bonhomme come fuori gara, semmai in competizione ci andrà solo la prima. In questo momento mi sembra che "la richiesta" sia di partecipazione e lo faccio volentieri visto che sono anni che diversi di noi, chi più chi meno, si è impegnato nel fare la propria parte quindi non abbisogno di lavori terminati o giù di li per competere alla "grande" ma semplicemente per partecipare.  Wink

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum