Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Mer Mag 28, 2014 1:43 pm

Affogare il chiodo e ricoprirlo di catrame è fortemente didattico, è la realtà, che non si veda il chiodo ma il catrame non è un problema quando sai che sotto c'è il chiodo, le foto servono a questo, magari nutrirei qualche perplessità sulla calafatura tra le tavole del ponte col cartoncino bristol, se parli di non conformità dei chiodi in  legno, ne converrai che anche il cartoncino non è conforme, non trovi? Non è un materiale che veniva utilizzato nella costruzione della nave.

Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mer Mag 28, 2014 5:05 pm

Oh si amico mio, ve ne è molte di cose che sono discutibili, anche il plexiglas che riempie i fanali diventa fortemente discutibile e sono ben pochi quelli che possono sfoggiare l'Arte del Collecchi, ad ogni modo il mio concetto non prevede la cosa migliore, non vi è una costruzione migliore quantomeno nella scelta dei materiali, cerco solo di far comprendere cosa compete la didattica e cosa no, e che le scelte che si fanno in materia d'Arsenale devono avere un perché dietro, un senso spesso fondante, al quale si giunge con la pratica e la conoscenza dell'Architettura Navale, e anche quelle scelte che privilegiano l'estetica a scapito di una presunta didattica, dovrebbero essere sensate sebbene poi ciascuno è individuo a se stante, barcamenarsi tra la robustezza della costruzione, l'attinenza storica, l'estetica e la didattica che ha il suo profondo perché proprio nel Modellismo d'Arsenale, è come tutti gli equilibri ben complicato da raggiungere, costruire il modello ideale è questione di tempi lunghi, avere per tutta la sua costruzione lo stato di grazia che si abbisogna è Arte nel senso pieno del termine a mio parere e non solo impegno.
Non vorrei scadere in valutazioni che non mi competono ma un concetto ci tengo a scriverlo; se Navimodel non si dota anche di giudici che conoscono perché costruiscono in Arsenale, ci sarà sempre un muro di gomma nel quale proprio noi praticanti cozzeremo, fermo restando che ho proposto la discussione proprio perché usando la brunitura gli voglio andare incontro, fondamentalmente nel loro concetto non vi è granché di errato ma dimostra una enorme chiusura mentale dovuta alla poca pratica che la maggior parte in Federazione ha del Modellismo d'Arsenale.
Oppure dimostratemi che non è così. Rolling Eyes

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Mer Mag 28, 2014 7:43 pm

Lo vedi, pian piano ci si arriva, il cartoncino bristol per simulare la calafatura, il plexiglass al posto del vetro.....vogliamo fare didattica? Benissimo, chiodi di ferro per il tavolato del  ponte, affogati e coperti da bitume, stoppa e bitume per la calafatura dei comenti, vetro al posto del plexiglass per lanterne, vetro alle finestre, bronzo per la campana e per le pulegge, legno santo, tenoni riportati in leccio verde per i piedi dei forcacci, canapa al posto del cotone...cavolo, è vero, hai ragione, il Collecchi, mezzo secolo fa aveva già percorso la strada, è stato davvero il precursore, quercia, olmo, ferro, vetro, stoppa e catrame
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Gio Mag 29, 2014 8:29 am

matiz ha scritto:...vogliamo fare didattica?


Un Modello d'Arsenale la didattica la fa da solo se è eseguito con attenzione a partire dai materiali in uso, per quanto mi riguarda mi limito a spiegare cosa ho capito io e nelle mie costruzioni cerco di trovare la strada che più rappresenta il mio pensiero.
Per la questione dei chiodi ciò che mi ha fatto e mi fa preferire un metallo come l'ottone, risiede proprio nella caratteristica costruttiva di usare chiodi e caviglie per i corsi del tavolato dei ponti e del fasciame, per cui dove vi era ferro si vede del metallo e dove vi era legno si vede del legno, e preferisco l'ottone senza esser brunito proprio perché la brunitura "nasconde" il materiale usato.
Per altri versi sono d'accordo con il pensiero del Vecchio Boudriot quando stabilisce come in molti dei modelli dell'epoca, che in un modello finito in legno naturale, cioè senza uso di colori, le artiglierie e i particolari in metallo possono essere tranquillamente lasciati nel colore del metallo, sempre se si usa un metallo così detto nobile per tali costruzioni: bronzo ed ottone.
Se si fa un discorso del genere alla Navimodel ci ridono in faccia, e sono pronti a penalizzare ogni modello si fatto, eppure nessuno di loro costruisce in Arsenale e con i canoni che il Vecchio (visti i suoi lunghi studi) e il Modellismo d'Arsenale stabiliscono.
Addirittura tali giudici quando (ripetutamente) ne hanno la possibilità, spingono i modellisti verso scelte così inappropriate che anziché un miglioramento hanno indietro il coma modellistico o, nei casi migliori, costruzioni talmente omologate che sembrano uscite tutte dalla stessa mano.
Me ne vengono in mente molti di aneddoti di giudici che hanno consigliato questo e quest'altro a modellisti d'arsenale in erba ma abili, senza sapere per altro un benemerito cazzo di tale modellismo: loro prediligono l'estetica, che in tale modellismo o in gran parte di esso, è l'ultimo aspetto che si prende in considerazione.  Rolling Eyes




"Per farsi dei nemici non è necessario dichiarar guerra, basta dire quel che si pensa."

Martin Luther King

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Michele Padoan il Gio Mag 29, 2014 9:05 am

John Silver ha scritto:
Addirittura tali giudici quando (ripetutamente) ne hanno la possibilità, spingono i modellisti verso scelte così inappropriate che anziché un miglioramento hanno indietro il coma modellistico o, nei casi migliori, costruzioni talmente omologate che sembrano uscite tutte dalla stessa mano.
Me ne vengono in mente molti di aneddoti di giudici che hanno consigliato questo e quest'altro a modellisti d'arsenale in erba ma abili, senza sapere per altro un benemerito cazzo di tale modellismo: loro prediligono l'estetica, che in tale modellismo o in gran parte di esso, è l'ultimo aspetto che si prende in considerazione.  Rolling Eyes


Oddio quant'è vero, ed è qui che perdi quell'entusiasmo, quella voglia di far qualcosa di veramente costruttivo. Il mio pensiero lo conosci, i motivi delle mie scelte pure, se c'è non tanto la possibilità ma la volontà di cambiare ben venga.
avatar
Michele Padoan

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 26.10.12
Età : 49
Località : Conche (PD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Gio Mag 29, 2014 9:17 am

Michele Padoan ha scritto:Oddio quant'è vero, ed è qui che perdi quell'entusiasmo, quella voglia di far qualcosa di veramente costruttivo. Il mio pensiero lo conosci, i motivi delle mie scelte pure, se c'è non tanto la possibilità ma la volontà di cambiare ben venga.


Ne potrei mettere in fila talmente tante di cazzate praticate nei confronti dei modellisti d'arsenale che faremmo notte, la qualità dei giudici è riprovevole e se non si sbrigano a farne dei nuovi che praticano necessariamente tale modellismo che, vedrete, si affermerà sempre di più, avranno sempre gli stessi problemi.
Comunque come hai ben detto caro Michele, se ci sarà volontà di cambiamento noi saremo in prima linea.  Wink

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Gio Mag 29, 2014 1:42 pm

Giusto, ma cosa ne pensi dell'uso del cartoncino per la calafatura? non mi sembra un materiale nobile nè tanto meno impiegato sui bastimenti
John Silver ha scritto:
Un Modello d'Arsenale la didattica la fa da solo se è eseguito con attenzione a partire dai materiali in uso,
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Gio Mag 29, 2014 1:53 pm

Ed è qui che dovrebbe prevaricare l'intelligenza della persona, personalmente (ma non mi ritengo una persona intelligente) non ho mai seguito consigli, ho sempre studiato e ragionato con la mia testa, guardando in giro ma mettendoci molto del mio, non mi ritengo un modellista omologato, le mie cose sono mie e non assomigliano ad altre.


John Silver ha scritto:
Addirittura tali giudici quando (ripetutamente) ne hanno la possibilità, spingono i modellisti verso scelte così inappropriate che anziché un miglioramento hanno indietro il coma modellistico o, nei casi migliori, costruzioni talmente omologate che sembrano uscite tutte dalla stessa mano.
Me ne vengono in mente molti di aneddoti di giudici che hanno consigliato questo e quest'altro a modellisti d'arsenale in erba ma abili, senza sapere per altro un benemerito cazzo di tale modellismo: loro prediligono l'estetica, che in tale modellismo o in gran parte di esso, è l'ultimo aspetto che si prende in considerazione.
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Davide il Gio Mag 29, 2014 4:34 pm

John Silver ha scritto: loro prediligono l'estetica, che in tale modellismo o in gran parte di esso, è l'ultimo aspetto che si prende in considerazione.
Questo è un "muro" che mi trovo davanti anche con modellisti ovviamente che non praticano arsenale.
avatar
Davide
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 613
Data d'iscrizione : 11.03.12
Età : 46
Località : San Martino Buon Albergo (Vr)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Gio Mag 29, 2014 6:06 pm

matiz ha scritto:Giusto, ma cosa ne pensi dell'uso del cartoncino per la calafatura? Non mi sembra un materiale nobile nè tanto meno impiegato sui bastimenti

Ho già detto di essere d'accordo, tanto di più perché è tecnica moderna per la maggior parte sconosciuta nei modelli classici a cui ci rifacciamo e da cui il termine modellismo d'arsenale, c'è da dire che alcuni compromessi passano più di altri e anch'io faccio scelte che mi contraddicono e comunque, gli aspetti toccati di una fondata didattica variano sempre dalla scala in cui si lavora, il mio argomentare soprattutto, rimane in funzione del fatto che bisogna sapere cosa si sta facendo, cioè quella semplice conoscenza delle problematiche modellistiche che ci riguardano e non voglio certo pretendere che Navimodel o chi per lei prenda in considerazione i dogmi di un certo modellismo, gradirei solo che certi giudici non fossero così ottusamente fiscali sebbene poi il problema è a livello internazionale.
Se posso permettermi un consiglio ai Signori giudici in fase di confronto con il modellista ed il suo modello, di evitare domande idiote fino all'inverosimile e poi consigli modellistici di altrettanta qualità ed infine gli suggerisco di tenere una "professionalità" distaccata e più silenziosa, senza terminare il suddetto confronto con formali strette di mano e complimentissimi per il modello che trae in inganno, in un certo qual modo illude; non ci vuole molta fantasia per sapere che ciascun modellista viene convinto di primeggiare e se la medaglia non è all'altezza dei complimenti è molto facile scontentarlo.
In una qualche maniera, rimettete i piedi per terra, nel laboratorio magari e fate modellismo, se possibile anche d'arsenale.  Rolling Eyes

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Ven Mag 30, 2014 7:40 am

Io, invece, non sono d'accordo con l'uso del cartoncino per simulare la calafatura, se vogliamo rifarci ai modelli d'arsenale dei musei, molto meglio non farla la calafatura, in fondo, si tratta di rappresentare il modello in un particolare stato d'avanzamento della costruzione, prima della calafatura dei comenti, così come meglio è rappresentare un fanale solo nella sua struttura, senza vetri, piuttosto che mettere del plexiglass, ma sarebbe interessante sentire anche come la pensano gli altri modellisti
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Michele Padoan il Ven Mag 30, 2014 8:51 am

matiz ha scritto: molto meglio non farla la calafatura, in fondo, si tratta di rappresentare il modello in un particolare stato d'avanzamento della costruzione, prima della calafatura dei comenti, così come meglio è rappresentare un fanale solo nella sua struttura, senza vetri, piuttosto che mettere del plexiglass


Verissimo anche questo, la costruzione in arsenale non è per niente semplice, dei "compromessi" ci devono pur essere, in fondo come in tutte le cose la verità sta nel mezzo, ma non è questo il vero problema, ma piuttosto la mancanza del buon senso nel fare le valutazioni.
avatar
Michele Padoan

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 26.10.12
Età : 49
Località : Conche (PD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Onip il Ven Mag 30, 2014 9:12 am

Per quanto mi riguarda confermo che ritengo giusto il termine “didattica” nel senso di eseguire il modello con i giusti riferimenti alla tecnica ed all’epoca senza agire troppo di fantasia, come a volte si vede, mentre per la esecuzione materiale del modello capisco che ci sono e subentrano le “soluzioni modellistiche” che certamente imitano “la tecnica cantieristica”, come: il cartoncino, la chiodatura simulata, l’ebano, etc. :lol: 

Sulla Tartana ho usato per la calafatura del ponte catrame (Bitume di Giudea) misto a grafite e olio di lino per invecchiare il tiglio, ma ho simulato la chiodatura, che “didatticamente” andava fatta:




Invece, pur apprezzando ed ammirando la capacità di lavorare l’ebano, credo che lo stesso non veniva usato, ma veniva colorato l’elemento della costruzione, ed inoltre spezza stranamente ed impropriamente gli elementi che compongono il dritto di poppa e la prora, ma ci scommetto che è un particolare che viene apprezzato dai giudici in un concorso; altro esempio l’uso delle modanature di bosso ad imitazione del colore giallo Napoli utilizzato nella realtà. :silent: 

Ci sono molti compromessi, io dico purché … non siano troppo eccentrici e forzati o sbagliati per il modello realizzato … parere di neofita.  affraid

avatar
Onip

Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 11.05.12
Età : 69
Località : Matera

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Michele Padoan il Ven Mag 30, 2014 9:30 am

Pino, sono pienamente d'accordo con te
avatar
Michele Padoan

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 26.10.12
Età : 49
Località : Conche (PD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Ven Mag 30, 2014 10:18 am

Sull'uso dell'ebano Pino ribadisco quello che ho sempre detto

Secondo me è più corretto, didatticamente, riprodurre la linea di galleggiamento verniciato di nero anzichè staccarlo con due essenze diverse, i corsi di fasciame non erano ovviamente staccati, e di un'unica essenza
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Ven Mag 30, 2014 10:26 am

Sono d'accordo con quanto esposto, solo una precisazione; l'ebano è uno dei materiali principali nel Modellismo d'Arsenale, guardando ai modelli da cui tale termine tecnico ci si accorge che in alcune collezioni è sempre presente ed anche in forma abbondante, vedi la collezione Trianon del Museo di Parigi, cosi come il pero, il bosso, il bronzo e l'ottone.
E' per altro verissimo che usando l'ebano si tagliano in due elementi che hanno importanza basilare in una costruzione navale ma, con un po di attenzione, questo "passaggio" si può benissimo evitare.
Non ci vuole molto a scoprire che il modellismo d'arsenale viene praticato sempre più spesso ma che, sempre più spesso purtroppo, vi sono praticanti che neppure sanno il perché di tale termine e cosa peggiore non hanno mai guardato e preso ad esempio i molti modelli dell'epoca da cui tale termine.  Wink 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Rekon54 il Ven Mag 30, 2014 10:28 am

ciao a tutti

ho letto con attenzione il post, e tutte le sua diverse anime di interpretazione.
Ho visitato di recente (gennaio) il museo di Greenwich li ci sono diversi modelli esposti quasi tutti d'epoca, con mia grande sorpresa
ho notato che la quasi totalità era priva di chiodatura come la intendiamo noi (sia sui ponti e sul fasciame), solo qualche piccolo chiodino qua e la (quindi all'epoca non si ponevano il problema se la chiodatura fosse essenziale per la costruzione d'arsenale oppure no.....).
secondo aspetto ci sono modelli dipinti e in legno naturale tutti egualmente bellissimi, completi di velatura e manovre oppure solo l'ossatura ecc. ecc.
tutto questo per intenderci, cosa vogliamo rappresentare con il nostro modello? in fin dei conti esso rappresenta sostanzialmente noi stessi, il nostro modo di esprimerci.
quindi va tutto bene, con i chiodi in legno in ferro in ottone ecc. ecc. il modello dovrebbe soltanto avere un aspetto gradevole e stilisticamente buono e rispettare i piani di costruzione, in aggiunta se possibile di nostre approfondite ricerche storiche e costruttive.
altro discorso è costruire un modello didattico che rappresenta fedelmente la realtà costruttiva dell'epoca ma questo non significa che solo chi fa così costruisce in ARSENALE,
sbagliato pensarlo, è solo un modello didattico in arsenale, ma anche il mio è in arsenale come quello di Tiziano, quello di Michele e via via tutti gli altri.
MA SE VOGLIAMO FARE COSA GRADITA AI GIUDICI NAVIMODEL E COSTRUIRE I NOSTRI MODELLI SECONDO I LORO CANONI SOLO PER UNA MEDAGLIETTA DI LATTA ALLORA VA BENE TUTTO, ma io non ci sto, il modello lo costruisco secondo una mia visione personale che mi rispecchi e che sopratutto deve piacere a me!!!
Se poi deciderò di andare ad un concorso di bellezza accetterò il responso sapendo in partenza che potrei essere stangato, ma chi se ne frega, tutto il resto è fuffa.
Riccardo ha ragione quando parla di didattica, ma quanti modelli ci sono al mondo che seguono fedelmente i canoni della didattica al 100% ??? Pochini che io sappia o forse nessuno.
Come ha ragione Tiziano, il suo modello non sarà didattico ma sicuramente da museo, non ha nulla da temere nel confronto con i modelli celebrati del Frolich.
e per ultimo ma non ultimo ho ragione anche io non credete?
Quindi tranquilli costruite i vostri modelli come meglio credete il più fedelmente possibile ma non fatevi pippe mentali a proposito dei concorsi, tanto ci sarà sempre qualche rompi coglioni che dirà cose negative del vostro modello, anche se non ne avrà mai costruito uno.
adesso vi lascio alle vostre personalissime conclusioni spero solo di essere stato chiaro nell'esprimere il mio modo di intendere il modellismo fatto ad un certo livello
mi auguro solo di ritornare molto presto a lavorare al modello, è un periodaccio non ho la testa sgombra per fare costruzione, ma intravedo la fine del tunnel, (cambio casa) non vedo l'ora avrò un laboratorio adeguato per lavorare.

un abbraccio a tutti

Giorgio
avatar
Rekon54

Messaggi : 277
Data d'iscrizione : 11.03.12
Età : 63
Località : Anguillara S.

Vedi il profilo dell'utente http://www.modellismodarsenale.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Ven Mag 30, 2014 11:03 am

rekon54 ha scritto:Ho visitato di recente (gennaio) il museo di Greenwich li ci sono diversi modelli esposti quasi tutti d'epoca, con mia grande sorpresa
ho notato che la quasi totalità era priva di chiodatura come la intendiamo noi (sia sui ponti e sul fasciame), solo qualche piccolo chiodino qua e la (quindi all'epoca non si ponevano il problema se la chiodatura fosse essenziale per la costruzione d'arsenale oppure no.....).


Hai introdotto un'argomento che mi ero ripromesso di focalizzare a tutti ma non ho mai trovato tempo, dal momento in cui ne abbiamo parlato cioè al ritorno dal tuo viaggio a Londra.
Questo aspetto è decisamente importante a mio parere, anzitutto perché stabilisce che gli incollaggi tengono anche nel corso dei secoli senza bisogno di inchiodare (sebbene le cinte son spesso le sole inchiodate), considerando però che all'epoca si usavano colle animali poderose e stese a caldo e che i modellisti dell'epoca non erano improvvisati ma veri artigiani.
In più è conferma a mio parere che nei modelli inglesi era forte l'estetica del modello (la mancanza di chiodi lascia le murate e quant'altro belle pulite, immacolate direi), e in un certo qual modo all'Ammiragliato se ne fregavano della didattica cosa già spiegata per i modelli Navy Board che sono di fatto, e in materia di ossature, un'evidente "falso storico" visto che mostrano un' ossatura che in realtà era molto diversa.
Quando avrò tempo proporrò le molte foto che illustrano questo aspetto riprendendolo nel topic: "Modellismo navale d'arsenale: ideale e qualità di un artigianato possibile".




rekon54 ha scritto: Quindi tranquilli costruite i vostri modelli come meglio credete il più fedelmente possibile ma non fatevi pippe mentali a proposito dei concorsi, tanto ci sarà sempre qualche rompi coglioni che dirà cose negative del vostro modello, anche se non ne avrà mai costruito uno.


D'accordissimo mastro Giorgio, non a caso delucido, informo, divulgo, perché è importante sapere quando si fa una scelta da dove questa sia saltata fuori, perché il fondamento è il sapere: conoscere il modellismo che pratichiamo ed i suoi perché.

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Ven Mag 30, 2014 11:18 am

matiz ha scritto:...Io, invece, non sono d'accordo con l'uso del cartoncino per simulare la calafatura


E per l'ennesima volta ti scrivo che sono d'accordo con te!  drunken 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Onip il Ven Mag 30, 2014 12:09 pm

Interessanti e condivisibili opinioni e discussioni, e soprattutto sana invidia per il nuovo laboratorio di mastro Giorgio  :evil:  :evil:
avatar
Onip

Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 11.05.12
Età : 69
Località : Matera

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Ven Mag 30, 2014 12:30 pm

Andiamo avanti Signori, mi piacerebbe leggere il pensiero di un po tutti; fine settimana a Rimini a vedere gare di nuoto sincronizzato di un'amica. Ci scriviamo al mio rientro, occhio alla rotta, come sempre, e buon proseguimento.  Wink

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

problematiche-del-modellismo-d-arsenale-relative-al-regolamento-naviga

Messaggio  maurymodel il Ven Mag 30, 2014 1:39 pm

ciao a tutti. è proprio vero, ci sono passato io con la mia Belle. Chi l'ha vista dal vivo puo' testimoniare. Per il resto è come dice mastro Giorgio; il modello mi aggrada cosi' e proseguo cosi'.
ciao da maurymodel.
avatar
maurymodel

Messaggi : 100
Data d'iscrizione : 08.04.12
Età : 53
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  claudiomodel il Ven Mag 30, 2014 3:20 pm

Ciao a tutti, premesso che non faccio modelli d'arsenale, ritengo che il modellismo tutto sia apparenza e non sostanza, ovvero il modello dovrebbe risultare, per quanto possibile, uguale alla nave vera, a prescindere dal materiale utilizzato, altrimenti si dovrebbero coltivare alberi in miniatura per rispettare la venatura dell'essenza effettivamente usata, questo è solo un esempio ma ve ne sarebbero altri.

p.s. Naturalmente questa è solo la mia opinione.

claudiomodel

Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 25.04.14
Età : 68
Località : la spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Giampieroricci il Ven Mag 30, 2014 4:29 pm

Io, da parte mia, sottoscrivo in pieno il pensiero di Giorgio: il modello deve principalmente piacere a me, perciò se preferisco il contrasto dei chiodini in ottone che risaltano dalle cinte in ebano, io li uso e basta, consapevole che, se tra dieci anni mi verrà voglia di partecipare ad un campionato nazionale, il mio modello potrà subire penalizzazioni (se nel frattempo non saranno cambiati i giudici...)

Una cosa è costruire per sé stessi ed appagare una passione che ci accomuna anche avvalendosi di tecniche e metodi personali e particolari, altro è costruire attenendosi a dei canoni preconcetti che serviranno pure a far migliorare l'estetica, ma che non danno quella soddisfazione che ognuno di noi ricerca perchè non credo nelle omologazioni di massa.
avatar
Giampieroricci
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 790
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 52
Località : Martina Franca (TA)

Vedi il profilo dell'utente http://www.navievelieri.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Sab Mag 31, 2014 11:22 am

Avete espresso praticamente quello che ho detto anche io, si costruisce in primis per piacere personale, con delle scelte anche personali che non vadano a discapito della qualità della costruzione, ma che diano l'imprint del modellista al modello, vedo più omologati modelli costruiti con soliti materiali e solite scelte tecniche
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mar Giu 03, 2014 5:24 pm

Fa piacere "scoprire" che ve ne fregate delle "regole" (quantomeno inutili), di Naviga riprese poi necessariamente da Navimodel; l'arsenale è ben altra roba delle pippe mentali di personaggi obsoleti con uno scudo sulla giacchetta blu e l'ignoranza, conclamata e incolore, di pensiero.
Questa cosa poi del "deve piacere a me" non è solo reale ma è fondamento, ed è proprio per ciò che, se chi si cimenta nella costruzione è ignorante (cioè ignora), di conseguenza lo sarà anche il suo piacere e cioè quel che praticherà con la sua costruzione attraverso le scelte applicate (ve ne sono di modellisti abilissimi che operano delle cagate pazzesche, ed il fatto che piacciano a loro non vuol dire un benemerito perché cagate restano e più è abile l'autore più la cagata sarà imponente: volete degli esempi per capirci meglio? Ne posso fare diversi e illuminanti!), ed è per questo che insisto affinché vi "cibiate" di modelli d'epoca, di letture importanti attraverso testi seri e tutto ciò che ne consegue, confronto incluso perché ineluttabile per certi versi per affinare la conoscenza, l'intelletto ed il buon gusto (virtù quest'ultima che è sostanzialmente da apprendere, sebbene esiste chi è avvantaggiato perché lo ha in dote alla nascita), così da arrivare a scelte principalmente accorte e oltremodo sensate.
Parlavo di didattica come l'aspetto principale di tale modellismo e soprattutto perché è l'aspetto da non sottovalutare, mai, ed è in virtù di ciò che vi "svelo" il pensiero di un'abile modellista, studioso appassionato e profondamente impegnato, autore dei migliori (se non il migliore attualmente), delle "nostre" monografie e, non ultimo, allievo del Vecchio Boudriot che, a dispetto di pochi idioti, rimane l'esempio della conoscenza, dell'approfondimento e della ricerca nel campo dell'Architettura Navale, e tanto di più in questi tempi balordi, vuoti di sapere e colmi, invero, di presuntuosa arroganza.

Rispondendo alle domande sulla chiodatura dei ponti afferma quanto segue ed io sono profondamente in accordo con lui:


"Maintenant, la mode est aux chevilles en bois... Personnellement, je ne trouve pas cette méthode judicieuse pour nos modèles."


Vi serve la traduzione Marinai?  Very Happy

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum