Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Lun Mag 26, 2014 5:05 pm

Davide ha scritto:... personalmente avrei eseguito la chiodatura del ponte con cavicchi di legno che poi è quello che si vede nella realtà.

Avrei spunto per una montagna di chiacchiere; quello che si vede nella realtà: e allora nessun modello sarà mai conforme o ben pochi se vogliamo.
Vediamola questa realtà; la storia stabilisce che i ponti dei bastimenti francesi fossero inchiodati con chiodi in metallo, le teste incravattate dalle stoppe, il tutto affossato nel legno e poi incatramato, in pratica si sarebbe vista solo una macchia nera, e solo nella zona del cassero (cioè degli ufficiali) tali chiodi erano coperti da tappi di legno come poi nell'opera viva dello scafo. Personalmente preferisco mettere un chiodo in metallo che uno in legno, semplicemente per didattica, tanto di più se lo scafo comporta chiodi in metallo e caviglie in legno, in modo che si capisca dove venivano posti gli uni e le altre.
Ad ogni modo costruire in arsenale dovrebbe essere un percorso, nel quale e nell'arco di un tempo (molto o poco è individuale), si dovrebbe arrivare al nirvana, cioè un Modello conforme e totalmente costruito e colorato, certamente con parti a vista come un bordo dello scafo e di ciascun ponte, in conformità e con l'esigenza del modellismo d'arsenale e la sua didattica (conformità che è soggetto individuale mentre la didattica è una, e prevede che il modello mostri la "verità", seppur ipotetica visto che trattasi di secoli addietro).
Ovviamente ciascuno lo interpreta come vuole, ed è per questo che si vedono in giro anche dopo che un modellista è al suo 10° modello, solo ossature del cazzo e mai scafi completi, dove per completo si intende tutto ciò che comporta un bastimento: scafo, attrezzatura e vele.
Andiamo avanti e non vi fate sangue amaro, piuttosto confrontiamoci.


p.s. Pochi giorni fa mi sono "chiacchierato" in un'appuntamento milanese e con gran piacere, con un modellista e consigliere Navimodel, il quale mi chiedeva di insistere, visto che qui parliamo di modellismo, affinché i chiodi in ottone o rame venissero bruniti, poiché a livello internazionale (campionati Naviga), ciò viene molto penalizzato.
La mia risposta è stata che un chiodo brunito si può confondere con un cavicchio, ad esempio in ebano (legno quindi) e anche con qualsiasi materiale nero o scuro che sia, sono molti quelli che simulano con qualunque materiale basta sia scuro; la didattica ne soffre abbondantemente, perché è preferibile (a mio parere ovviamente), mettere qualcosa che sia in metallo ma che sia anche evidente, e cosa meglio dell'ottone o del rame?
Brunirli è una rottura di coglioni ma si può fare e se si vuole partecipare eccovi serviti.  Very Happy 

Ho promesso che proverò nel convincervi.  drunken





Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Onip il Lun Mag 26, 2014 10:59 pm

Grazie Davide per i tuoi apprezzamenti; per il resto, non avendo mire di partecipazioni a concorsi, mi piacerebbe invece riuscire a seguire il metodo della “didattica”    Rolling Eyes Basketball
avatar
Onip

Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 11.05.12
Età : 68
Località : Matera

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Mar Mag 27, 2014 6:35 am

E perchè non spingersi oltre, affogare quel benedetto chiodo in metallo e ricoprirlo di bitume?, dal punto di vista didattico il risultato sarebbe ancora migliore....
A prescindere dai regolamenti Naviga (entra in gioco anche la scala del modello), personalmente non amo le testoline color ottone o rame, ecco perchè ho chiodato col legno, la didattica non ne soffre, ma a mio modesto avviso ne guadagna l'estetica, eppoi, che un modellista ci metta un pò del suo, che il modello sia riconducibile a lui, e non omologato

John Silver ha scritto:
La mia risposta è stata che un chiodo brunito si può confondere con un cavicchio, ad esempio in ebano (legno quindi) e anche con qualsiasi materiale nero o scuro che sia, sono molti quelli che simulano con qualunque materiale basta sia scuro; la didattica ne soffre abbondantemente, perché è preferibile (a mio parere ovviamente), mettere qualcosa che sia in metallo ma che sia anche evidente, e cosa meglio dell'ottone o del rame?
Brunirli è una rottura di coglioni ma si può fare e se si vuole partecipare eccovi serviti. 
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Michele Padoan il Mar Mag 27, 2014 9:46 am

John Silver ha scritto: Pochi giorni fa mi sono "chiacchierato" in un'appuntamento milanese e con gran piacere, con un modellista e consigliere Navimodel, il quale mi chiedeva di insistere, visto che qui parliamo di modellismo, affinché i chiodi in ottone o rame venissero bruniti, poiché a livello internazionale (campionati Naviga), ciò viene molto penalizzato.



Al di là della didattica o di quelle che possono essere le scelte personali del singolo modellista, se il regolamento Naviga prevede chiodi in ferro e di conseguenza penalizza quelli in rame o ottone, allo stesso modo dovrebbe penalizzare quelli in legno o le imitazioni dove invece sono previsti quelli in ferro punto e basta!!!
avatar
Michele Padoan

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 26.10.12
Età : 49
Località : Conche (PD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Mar Mag 27, 2014 10:03 am

O penalizzare anche le chiodature simulate, ma un modello, visto che si parla di regolamenti, viene giudicato anche dal punto di vista estetico, e comunque il regolamento Naviga non menziona che la chiodatura sia in ferro piuttosto che in legno o plastica o simulata, non vuole solo che si veda la testa in ottone o rame, sul mio modello è stata puramente una mia scelta estetica, partita 14 anni fa quando ho iniziato a chiodare ruota e dritto con il legno.
Michele Padoan ha scritto:
Al di là della didattica o di quelle che possono essere le scelte personali del singolo modellista, se il regolamento Naviga prevede chiodi in ferro e di conseguenza penalizza quelli in rame o ottone, allo stesso modo dovrebbe penalizzare quelli in legno o le imitazioni dove invece sono previsti quelli in ferro punto e basta!!!
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  grisuzone il Mar Mag 27, 2014 10:19 am

Io chiodo in ottone e brunisco
Per il tavolato penso di usare caviglie in legno per simulare i tappi



Ultima modifica di grisuzone il Mar Mag 27, 2014 11:03 am, modificato 1 volta
avatar
grisuzone

Messaggi : 854
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 49
Località : Provincia di Brindisi

Vedi il profilo dell'utente http://hobbymodellismo.sitiwebs.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mar Mag 27, 2014 10:26 am

Infatti la questione è solo estetica, si penalizza un modello che ha i chiodi che non sono scuri visto che in realtà erano in ferro, però non ha importanza il materiale perché di fatto il modellista può ben dire che sono in ottone brunito mentre sono in legno di ebano o scuro, o magari sono eseguiti con stucchi, c'è anche chi usa la mina delle matite, ovviamente sono simulazioni, perché fuori dal metallo e dal legno la chiodatura è sempre simulata.
Un giudice come può sapere che materiale è se non è evidente? Deve chiedere al modellista, ovviamente se questi dice che sono in stucco simulati il rapporto con un modello inchiodato sarà penalizzante, ma se invece dice che è metallo brunito... come fa un giudice ad accorgersene?  



matiz ha scritto:...ecco perchè ho chiodato col legno, la didattica non ne soffre

Come no, alla grande invece a mio parere: metti del legno dove vi era ferro e la didattica non ne soffre? Sullo stesso piano si possono mettere in plastica e affermare che la didattica è invariata.
Te lo dice uno che ha usato i cavicchi per fare il ponte del Belle dove invece vi sono dei chiodi, eppure mi sono col senno di poi ben pentito ma, come ho detto, l'arsenale è un percorso di conoscenza e dal primo modello all'ultimo ci saranno delle notevoli differenze, tanto di più nelle scelte fatte.

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Mar Mag 27, 2014 10:39 am

Ed è qui che la documentazione allegata fa fede, per quanto riguarda che l'arsenale sia un percorso di conoscenza sono d'accordo, infatti io lo conosco questo percorso, ma chiodo col legno, avrei voluto chiodare col ferro dove era chiodato in ferro, ma come ben sai non l'ho usato perchè col tempo il legno, in presenza di ambiente umido, rischia di macchiarsi


John Silver ha scritto:
Un giudice come può sapere che materiale è se non è evidente? Deve chiedere al modellista, ovviamente se questi dice che sono in stucco simulati il rapporto con un modello inchiodato sarà penalizzante, ma se invece dice che è metallo brunito... come fa un giudice ad accorgersene?  



matiz ha scritto:...ecco perchè ho chiodato col legno, la didattica non ne soffre

Come no, alla grande invece a mio parere: metti del legno dove vi era ferro e la didattica non ne soffre? Sullo stesso piano si possono mettere in plastica e affermare che la didattica è invariata.
Te lo dice uno che ha usato i cavicchi per fare il ponte del Belle dove invece vi sono dei chiodi, eppure mi sono col senno di poi ben pentito ma, come ho detto, l'arsenale è un percorso di conoscenza e dal primo modello all'ultimo ci saranno delle notevoli differenze, tanto di più nelle scelte fatte.
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Michele Padoan il Mar Mag 27, 2014 10:44 am

matiz ha scritto:O penalizzare anche le chiodature simulate, ma un modello, visto che si parla di regolamenti, viene giudicato anche dal punto di vista estetico, e comunque il regolamento Naviga non menziona che la chiodatura sia in ferro piuttosto che in legno o plastica o simulata, non vuole solo che si veda la testa in ottone o rame, sul mio modello è stata puramente una mia scelta estetica, partita 14 anni fa quando ho iniziato a chiodare ruota e dritto con il legno.
Michele Padoan ha scritto:
Al di là della didattica o di quelle che possono essere le scelte personali del singolo modellista,se il regolamento Naviga prevede chiodi in ferro e di conseguenza penalizza quelli in rame o ottone,allo stesso modo dovrebbe penalizzare quelli in legno o le imitazioni dove invece sono previsti quelli in ferro punto e basta!!!


Tiziano io non mi riferivo assolutamente al tuo modello, di chiodi in legno o imitazioni ce ne sono tantissimi e non solo nel tuo (anzi se torni indietro a vedere i tuoi topic potrai notare che le poche volte che sono intervenuto ho speso solo parole di apprezzamenti e non indifferenti e nemmeno gratuite ma sincere e veritiere nei tuoi confronti), ma di come certi regolamenti vengono applicati non allo stesso modo e non per tutti.
Io tempo fa in quei concorsi locali che facevo ho avuto il piacere di conoscere alcuni rappresentanti della Navimodel, devo dire bravissime persone che mi avevano entusiasmato e anche convinto di fare quel passo, però ogni volta che stavo per farlo c'erano queste cose che mi hanno sempre fatto cambiare idea. Come ben dici tu il modello deve essere giudicato anche e soprattutto aggiungo io, dal punto di vista estetico, ma purtroppo vedevo che ogni volta era sempre più importante il chiodino brunito all'enormità di mole di lavoro e difficoltà che rappresenta il modello. A me partecipare alle varie mostre, ai vari concorsi è sempre piaciuto, però ad un certo punto ho dovuto fare la mie scelte e credimi le soddisfazioni più grandi le hai nel poter vedere cosa sei capace di fare, tutti noi, tutti i modellisti dei vari forum vedono e riescono a distinguere (anche se son pochi quelli che lo ammettono) le qualità e le capacità che uno ha indifferentemente dalla singola opinione di pochi prescelti.
Ciao Tiziano, io ho sempre fatto il tifo per te e sempre lo farò indifferentemente da come tu mi possa giudicare.
avatar
Michele Padoan

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 26.10.12
Età : 49
Località : Conche (PD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mar Mag 27, 2014 10:46 am

A me l'ottone non disturba altrimenti non lo userei o piuttosto lo brunirei, resta il fatto che un chiodo che abbia la sua funzione, cioè che non sia simulato ma che non rispetti il colore è una bella pippa mentale di chi ha la mente poco aperta, perché come dicevo una simulazione lo supera nel punteggio estetico, in pratica se simulate con lo sterco (senza confessarlo e basta dire che è metallo brunito) la simulazione sarà meglio (per Naviga), di una chiodatura efficace e in metallo come didattica pretende, e questa è un anomalia perché nell'arsenale vi sono esigenze diverse. Tenendo presente, ad esempio, che nella realtà i chiodi sulla murata non si sarebbero visti, perché coperti dalla vernice. Siamo nelle secche dei regolamenti Naviga, e per quanto li possa apprezzare hanno dei deficit a seconda di chi li applica.


Fra le altre cose vi faccio sapere che i giudici, soprattutto quelli internazionali, si vanno a guardare i topic dei modelli sui vari forum (sempre se praticate i forum), e quindi sono molto informati, soprattutto degli eventuali errori.
La Navimodel sta cercando di centrare bene i regolamenti, almeno nella testa dei propri giudici, perché si rende conto che l'arsenale è il modellismo odierno e ne vedranno sempre di più.
Per quanto mi riguarda non modifico l'uso dell'ottone, vedrò se possibile di brunirlo, perché infine tra qualche campionato, probabilmente mi vedrà partecipe.  Very Happy


p.s In pratica la situazione è questa: se portate modelli al campionato italiano con chiodi non bruniti, sappiate che i "nostri" giudici, sebbene reputino il vostro modello da medaglia d'oro, hanno delle titubanze, perché ad un europeo o mondiale, sanno perfettamente che verrete penalizzati.


Ultima modifica di John Silver il Mar Mag 27, 2014 11:21 am, modificato 1 volta

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  grisuzone il Mar Mag 27, 2014 11:16 am

Ops ho corretto. Il mio post precedente convinto che per il tavolato fosse corretto usare caviglie per simulare i tappi, invece quindi sbagliavo?  Per la Belle dovrei usare chiodi e poi. Brunirli?  Non venivano messi i tappi?  In un eventuale concorso in che modo sarebbe più corretto?
avatar
grisuzone

Messaggi : 854
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 49
Località : Provincia di Brindisi

Vedi il profilo dell'utente http://hobbymodellismo.sitiwebs.com

Tornare in alto Andare in basso

Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mar Mag 27, 2014 11:28 am

I tappi venivano usati sull'opera viva e nel cassero dove vi stanziano gli ufficiali. I chiodi sul ponte, come spiegato, erano incravattati con stoppe, affossati nel legno e incatramato il vuoto che restava, gli inglesi invece per il tavolato dei ponti usavano caviglie poliedriche al posto dei chiodi, per cui in un modello inglese, eseguire il ponte con caviglie di olmo... si è perfettamente nella didattica. Chissà se la Navimodel è aggiornata??? Wink 
Se fai uno sforzo di lettura di quanto scritto nei post sopra caro Angelo, vedrai che comprenderai bene cosa fare Very Happy

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  grisuzone il Mar Mag 27, 2014 12:02 pm

Quindi per fare una cosa corretta per il belle si potrebbero mettere le caviglie per la copertura del piccolo casseretto, mentre per il resto del ponte visto che sarebbe davvero troppo puntiglioso, chiodare e poi catramare, penso quindi che chiodando e brunendo si dovrebbe ottenere l'effetto catramatura, che ne dici?
PS approposito di questa  particolarità dei tappi solo sul cassero e della catarmatura per il resto del ponte se ne parla sul Vascello da 74? Ha delle motivazioni particolari questa procedura?

Appena torno a casa apro la Bibbia del Vascello.  :)
avatar
grisuzone

Messaggi : 854
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 49
Località : Provincia di Brindisi

Vedi il profilo dell'utente http://hobbymodellismo.sitiwebs.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mar Mag 27, 2014 12:09 pm

Boudriot spiega ampiamente la pratica e ne spiega le motivazioni.
Per altro, modellisticamente, incravattare le migliaia di chiodi per un ponte e poi incatramarli è un lavoro improbabile e quasi inutile, perché la macchia nera che si vedrebbe è al pari di una simulazione che è invece un lavoro semplice e sbrigativo.
Come ben dice Tiz, solo attraverso la documentazione che un modello dovrebbe avere in una competizione, risolve l'enigma.
Chi vuole deve cercare di aggirare il regolamento con delle astuzie che però vanno contro la buona costruzione, sotto il profilo della resistenza che offre una chiodatura efficace.  
Chiodo brunito mi sembra la soluzione migliore.  Rolling Eyes


grisuzone ha scritto: Quindi per fare una cosa corretta per il belle si potrebbero mettere le caviglie per la copertura del piccolo casseretto

Cassero ho detto, cioè la zona ufficiali, il Belle è una piccola barca.  Wink 


Ultima modifica di John Silver il Mar Mag 27, 2014 12:15 pm, modificato 1 volta

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Michele Padoan il Mar Mag 27, 2014 12:13 pm

John Silver ha scritto:


p.s In pratica la situazione è questa: se portate modelli al campionato italiano con chiodi non bruniti, sappiate che i "nostri" giudici, sebbene reputino il vostro modello da medaglia d'oro, hanno delle titubanze, perché ad un europeo o mondiale, sanno perfettamente che verrete penalizzati.


Da qui la decisione di fare il modello rispettando il più possibile le tecniche costruttive, mettendoci magari anche un po' del tuo per migliorarne l'estetica, farlo per il puro piacere che questo tipo di costruzione ti  può dare, oppure seguendo i regolamenti per partecipare ai concorsi.
A ciascuno la sua scelta!
avatar
Michele Padoan

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 26.10.12
Età : 49
Località : Conche (PD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mar Mag 27, 2014 12:17 pm

Michele Padoan ha scritto: Da qui la decisione di fare il modello rispettando il più possibile le tecniche costruttive, mettendoci magari anche un po' del tuo per migliorarne l'estetica, farlo per il puro piacere che questo tipo di costruzione ti  può dare, oppure seguendo i regolamenti per partecipare ai concorsi.
A ciascuno la sua scelta!


Hai centrato il problema, però una via di mezzo si trova attraverso la brunitura.
Purtroppo o per fortuna.  Rolling Eyes

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Michele Padoan il Mar Mag 27, 2014 12:26 pm

John Silver ha scritto:


Hai centrato il problema, però una via di mezzo si trova attraverso la brunitura.
Purtroppo o per fortuna.  Rolling Eyes


Se penso alle migliaia e migliaia di chiodini che ho messo per ora nel Commerce de Marseille...e non ho ancora terminato la stiva, beh non penso proprio che brunirli sia una cosa fattibile  affraid
avatar
Michele Padoan

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 26.10.12
Età : 49
Località : Conche (PD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mar Mag 27, 2014 12:35 pm

Si può provare ponendo una finitura preventiva che preserverebbe il legno dall'applicazione del brunitore con un cotton fioc chiodo dopo chiodo, è un lavoro snervante, anche perché ogni chiodino dovrà essere smerigliato un pochino per tirar via la finitura affinché l'ottone si brunisca; in diverse occasioni ho provato a brunire in questa maniera ed il legno non ne risente, almeno a breve termine.
C'è da chiedersi se il gioco vale la candela, e solo poi per le seghe mentali di chi nemmeno costruisce in arsenale.
Ho dei seri dubbi ma, se in futuro mi sarà possibile, brunirò i "miei" chiodi.


Michele Padoan ha scritto:...e non ho ancora terminato la stiva

All'interno non ci pensare proprio, l'importante è l'estetica nella sua totalità; se i ponti più in vista e le murate sono conformi l'interno non ha gran rilevanza.
Almeno lo immagino per "buon senso", certo che se un giudice applica i regolamenti come seghe mentali siamo sempre allo stesso punto: è una questione di uomini e delle loro idiosincrasie.

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  grisuzone il Mar Mag 27, 2014 1:10 pm

Riccardo io ho fatto così: dò una prima passata a gommalacca poi una leggera carteggiatura che serve sia per togliere il "pelo" che eventualmente si alza e contemporaneamente in questo modo si và a togliere la laccatura dalla testa dei chiodi (che ne impedisce la brunitura) e quindi si brunisce, in seguito si procede con ulteriori mani di gommalacca che và anche a proteggere la brunitura, Io ho fatto così mi ha portato via tanto tempo, ma sono abbastanza soddisfatto, il legno in genere così non si macchia.
PS quindi nel Belle a tuo parere non avendo una vera e propria zona per gli ufficiali, conviene chiodare tutto con chiodi di ottone? :cyclops: :cyclops: :cyclops: :?: :?:
avatar
grisuzone

Messaggi : 854
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 49
Località : Provincia di Brindisi

Vedi il profilo dell'utente http://hobbymodellismo.sitiwebs.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mar Mag 27, 2014 1:19 pm

Si, il tuo procedimento Angelo, è quello che ho usato come prova, e a distanza di mesi il brunitore non ha macchiato il legno, magari anziché una sola mano se ne danno diverse e mi fa piacere sapere che anche a distanza di anni non cambia nulla.
Per il Belle come ben sai, io ho usato caviglie di noce per il ponte; col senno di poi erano meglio chiodi bruniti.  Wink

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Mer Mag 28, 2014 10:44 am

Guarda Michele che le mie valutazioni sulle persone mica le faccio sulla base di queste cazzate di cui stiamo parlando, chiodo di ferro, di ottone di rame, caviglia in legno, stucco, etc etc etc.
Ribadisco un concetto che forse si è perso da qualche parte.
Il materiale usato nella realtà era il ferro, affogato nel tavolato ed incatramato, si vuole essere i più vicini alla realtà? allora riusiamo il ferro, (si può usare l'acciaio inox), affogarlo nella tavola del ponte e con la punta di uno spillo coprire la testa col bitume di giudea , il risultato è il più veritiero di tutte le altre tecniche, si vuole usare l'ottone? bene, usiamo l'ottone, si brunisce la testa ed il risultato finale è pressappoco simile, si vuole usare caviglie in legno? bene, il risultato finale è pressappoco simile, la didattica (non mi piace molto questa parola) non ne soffre, sempre tavola inchiodata è, paradossalmente, dal punto di vista meramente visivo, è più vicino alla realtà chi fa il foro e lo riempie di stucco o vernice.
E vorrei ribadire un'altro concetto.
Io, mica ho usato caviglie di legno perchè il regolamento Naviga non gradisce una chiodatura di ottone, quando ho iniziato il modello manco sapevo cosa fosse Naviga, ho usato questo procedimento perchè è quello che più mi ha soddisfatto, se qualcuno ha la voglia di andare a vedere molto indietro nel topic, troverà le prove di chiodatura che feci a suo tempo, ottone, acacia, ebano, noce, grafite, acciaio, scelsi il noce, ma non parliamo, per favore di chiodatura in ottone come verità assoluta, perchè non lo è.





Michele Padoan ha scritto:
Tiziano io non mi riferivo assolutamente al tuo modello, di chiodi in legno o imitazioni ce ne sono tantissimi e non solo nel tuo (anzi se torni indietro a vedere i tuoi topic potrai notare che le poche volte che sono intervenuto ho speso solo parole di apprezzamenti e non indifferenti e nemmeno gratuite ma sincere e veritiere nei tuoi confronti), ma di come certi regolamenti vengono applicati non allo stesso modo e non per tutti.
Io tempo fa in quei concorsi locali che facevo ho avuto il piacere di conoscere alcuni rappresentanti della Navimodel, devo dire bravissime persone che mi avevano entusiasmato e anche convinto di fare quel passo, però ogni volta che stavo per farlo c'erano queste cose che mi hanno sempre fatto cambiare idea. Come ben dici tu il modello deve essere giudicato anche e soprattutto aggiungo io, dal punto di vista estetico, ma purtroppo vedevo che ogni volta era sempre più importante il chiodino brunito all'enormità di mole di lavoro e difficoltà che rappresenta il modello. A me partecipare alle varie mostre, ai vari concorsi è sempre piaciuto, però ad un certo punto ho dovuto fare la mie scelte e credimi le soddisfazioni più grandi le hai nel poter vedere cosa sei capace di fare, tutti noi, tutti i modellisti dei vari forum vedono e riescono a distinguere (anche se son pochi quelli che lo ammettono) le qualità e le capacità che uno ha indifferentemente dalla singola opinione di pochi prescelti.
Ciao Tiziano, io ho sempre fatto il tifo per te e sempre lo farò indifferentemente da come tu mi possa giudicare.
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mer Mag 28, 2014 11:15 am

matiz ha scritto:...allora riusiamo il ferro, (si può usare l'acciaio inox), affogarlo nella tavola del ponte e con la punta di uno spillo coprire la testa col bitume di giudea , il risultato è il più veritiero di tutte le altre tecniche


Ognuno sceglie la tecnica che più gli si confà ma inchiodare con il ferro sai benissimo che problemi darà nel tempo, non so se è il caso di rischiare, invece con l'acciaio diviene molto poco pratico, semplicemente perché ogni chiodino delle migliaia che si metteranno saranno resistenti a qualsiasi tipo di smerigliatura (visto che è acciaio Rolling Eyes), con il risultato di una immane fatica: provare per credere.
Andare poi a inchiodare per coprirlo col bitume mi appare improbabile ma ciascuno è libero di praticare ciò che vuole.

Si è parlato di didattica, e questo è un'aspetto molto importante di tale modellismo sebbene poi la questione sia soggettiva.
Onestamente se si sostituisce un materiale metallico con altro materiale la didattica va a farsi benedire, mi viene in mente le migliaia di discussioni fatte sul come eseguire le finestrature delle poppe, orbene usando la plastica al posto del vetro, sempre la didattica va a farsi benedire, non vorrei dire ma il Collecchi fa scuola sotto questo aspetto.





matiz ha scritto:...ma non parliamo, per favore di chiodatura in ottone come verità assoluta, perchè non lo è.

Nessuno ha parlato di verità, l'ottone è uno dei pochi materiali, insieme al rame e al bronzo che, anche e soprattutto nell'epoca dei modelli d'arsenale, sostituivano il metallo del ferro originale.
Te lo ripeto, mettere del legno dove vi era del metallo, in questo caso ferro, è sminuire la didattica di un modello d'arsenale sebbene lo facciano in molti, e non perché lo dico io che ricalco e abbraccio il pensiero di altri; Boudriot in primis e Gérard poi (puoi provare con quest'ultimo e chiedergli cosa ne pensa), ma soprattutto perché è un dato di fatto, e semplicemente perché nella stessa maniera si potrebbero mettere chiodi di plastica senza che nessuno obietti nulla.
Faccio altro esempio banale: faresti dei braccioli metallici in plastica? Bene se li fai sei fuori dalla didattica. Perché con la chiodatura non ti sembra così?
Tutto ciò lo sta affermando chi ha usato il legno al posto del metallo sul suo primo modello, infatti ho parlato d'arsenale come di un percorso dove il miglioramento sarà molto lento.
Un dato è certo, Naviga se ne frega di didattica e di realtà storica, gli basta che presenti il modello come la nave vera; e che ne sanno come erano le navi a quel tempo viene da chiedersi? Probabilmente studiando e costruendo, cosa che molti giudici non fanno e non hanno mai fatto.
Quindi relativamente alle problematiche che le competono, stiamo parlando per il nostro semplice piacere: c'è chi tiene alla didattica e chi se ne frega ma, non mettiamo in discussione cosa essa sia.  Wink 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Mer Mag 28, 2014 11:46 am

Se usi l'acciaio inox, non hai problemi di ruggine, stavo parlando di affogare il chiodo, dato che non lo puoi brunire, e poi ricoprirlo col bitume, hai mai provato? prova, non devi carteggiare il chiodo assieme al legno, ed è il procedimento più vicino alla realtà, e mettere caviglie di legno invece che chiodi di ottone non sminuisce niente, cosa molto importante è anche la scala del modello.
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Nostromo il Mer Mag 28, 2014 12:25 pm

matiz ha scritto:...e mettere caviglie di legno invece che chiodi di ottone non sminuisce niente


Perdonami se insisto, ma per me la didattica significa che ci si muove costruendo con il legno dove vi era legno, metallo dove vi era metallo e così via sino ai vetri per le finestre, al cotone per i cordami, e alla stoffa per le vele.
Con il legno non si riproducono cose in metallo ma cose che erano in legno, non è difficile.
Premesso che ciascuno si muove come meglio crede, non vedo perché se gli viene rimarcato che i chiodi erano in metallo e non in legno, questi dovrebbe affermare un non senso.
Lo ripeto, se qualcuno eseguisse i chiodi con la plastica, cosa gli diresti che è dentro la didattica che è espressa fortemente da un modello d'arsenale?
Orbene, se si usa il legno al posto del metallo è la medesima cosa.
L'altro aspetto poi, di affogare il chiodo e ricoprirlo con qualunque materiale, bitume compreso, per me ovviamente, non ha senso: la didattica è qualcosa che è evidente e non deve essere spiegata, cosi come si spiega senza bisogno di parole un chiodo che è evidentemente in metallo, perché così doveva essere.
I materiali hanno la loro fottuta importanza, sempre che si dia importanza alla didattica, perché se uno se ne frega, esteticamente un modello può essere ben conforme e meglio di modelli cosiddetti didattici (vedi i modelli di Nino-der admiral), con i materiali più astrusi, ed è ciò che stabilisce Naviga: falla come cavolo vuoi basta che sia conforme!
Ecco, la didattica è altra cosa, ed esserne "dentro" è interesse soggettivo.  Very Happy

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Matiz il Mer Mag 28, 2014 1:43 pm

Affogare il chiodo e ricoprirlo di catrame è fortemente didattico, è la realtà, che non si veda il chiodo ma il catrame non è un problema quando sai che sotto c'è il chiodo, le foto servono a questo, magari nutrirei qualche perplessità sulla calafatura tra le tavole del ponte col cartoncino bristol, se parli di non conformità dei chiodi in  legno, ne converrai che anche il cartoncino non è conforme, non trovi? Non è un materiale che veniva utilizzato nella costruzione della nave.
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche del modellismo d'arsenale relative al regolamento Naviga

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum