Povertà di spirito?

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Povertà di spirito?

Messaggio  Mario Tibollo il Mar Mag 13, 2014 12:21 pm

Ciao Riccardo,
ero fuori Torino e non ho letto gli sviluppi della faccenda....sono costernato...
Un abbraccio sincero,
Mario

Mario Tibollo

Messaggi : 228
Data d'iscrizione : 11.03.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Povertà di spirito?

Messaggio  Nostromo il Mar Mag 13, 2014 12:38 pm

Grazie Mario, apprezzo molto la vostra vicinanza, in verità non ho problemi di sorta, affronto tutto quanto con il sorriso e senza pesi, e nella stessa misura qualsiasi evoluzione non apporterà cambiamenti.
Ci sarà da ridere davvero invece, quando il tutto gli tornerà indietro, perché questa è la sostanza della storia sin dall'inizio e, purtroppo per lui, la questione è oramai stata lanciata; invero, dalle sue stesse mani.  Wink

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Genio marittimo (Sic!)

Messaggio  Nostromo il Mar Lug 22, 2014 5:28 pm

"Ogni attività particolare richiede, per essere praticata con una certa abilità, peculiari facoltà dell'intelletto e dell'animo. Lo spirito in cui esse si mostrano in un alto grado e si manifestano con realizzazioni fuori dall'ordinario, viene distinto con nome di GENIO."

Karl von Clausewitz



Marinai, leggete sotto quante castronerie tutte insieme per tutti i diavoli dell'inferno!  Shocked 

A mia unica discolpa l'incapacità di star zitto, come ben recita lo scritto sotto il mio avatar: "...il lavoro del legno e gli attrezzi del mestiere, ma non l’arte di tacere".  Very Happy




Il Genio ha scritto:...Invece si usavano proprio lastre di rame per la cucina. Per il fuoco si usava il carbone, la legna era usata solo in caso di penuria di carbone.
Il cassone della cucina aveva delle ante per essere chiuso quando non utilizzato. In caso di tempesta e nell'immediatezza di uno scontro i fuochi venivano spenti sempre. Non tanto per paura che un'ondata potesse spegnerli ma per evitare che le braci potessero fuoriuscire ed innescare un incendio.
Nel tuo caso specifico, essendo la cucina parzialmente aperta, era senz'altro di rigore spegnere sempre i fuochi dopo l'uso. Per la cronaca: per spegnere i fuochi della cucina, la norma era di gettare a mare le braci.
[...] ignoro totalmente il perché del rame e non un altro metallo: posso solo ipotizzare che il rame si prestasse bene ai vari rivestimenti per la sua maneggevolezza..
Quando vengono gettate a mare le braci (per precauzione), non significa TUTTE le "fiamme", ma solo braci e fiamme libere: le lanterne - per esempio - restano accese soprattutto nei ponti inferiori privi di sorgenti di luce naturale. La stessa santa barbara era illuminata in modo permanente da una lanterna schermata.
Per l'accensione della carica dei cannoni, prima dell'avvento dell'acciarino, si usavano le micce a lenta combustione, molte delle quali accese in permanenza. Venivano conservate in barilotti posizionati a prua e nel locale agghiaccio. E comunque tenuti costantemente d'occhio.



...così gli sono state fatte alcune domande: "Che cosa è il locale agghiaccio?"


Il Genio ha scritto:...E' il locale dove c'è il meccanismo di trasmissione del timone



...ancora: "Che nome strano, per questo locale! Da dove deriva?"


Il Genio ha scritto:...Dal nome della mezzaluna (interna allo scafo) sulla quale scorre la barra del timone



Tanto per la cronaca, saper navigare su di una bagnarola moderna non vuol dire saperne di Arte Marinara del tempo che fu, perché per questa conoscenza abbisogna ricercare, studiare e approfondire, e non di meno costruire, perché come ben si sa, i migliori testi in nostro possesso dell'epoca o moderni che siano, sono stati redatti da chi costruiva, sia in scala reale (testi dell'epoca) che in scala ridotta (testi odierni).
E' un dato di fatto che per sapere "com'è fatto questo piuttosto che quest'altro", necessita costruire, perché solo costruendo si matura la necessità di approfondire e comprendere, sebbene vi siano anche le classiche eccezioni.




"Invece si usavano proprio lastre di rame per la cucina": falso; le cucine erano rivestite di mattoni (refrattari), solo le cucine di certe dimensioni avevano si un rivestimento ma sempre sui mattoni (e solo sulla base della cucina), eseguito con lamiere di ferro.
Vi erano poi delle "cucine" tutte in ferro per le zuppe dette "fornelli di rollio", erano semplici cassoni in lamiera (scaldavivande) ed avevano al loro interno bracieri di ghisa che contenevano appunto la brace sui quali bracieri si adagiava la vasca sempre in lamiera di ferro contenente la zuppa, (alcune di queste cucine potevano essere in legno), quindi il rivestimento interno era di mattoni mentre le vasche per le zuppe erano sempre in ferro.
La caratteristica da cui il nome era che queste casse portavano lateralmente degli orecchioni che oscillavano sui cuscinetti di candelieri a tre piedi inchiodati sul ponte e disposti per il lungo, detti appunto fornelli di rollio.
Il caldaio, ovvero i pentoloni dove si cucinava, erano gli unici in rame, rosso per l'appunto, che era però internamente stagnato.  :lol: 



"Per il fuoco si usava il carbone, la legna era usata solo in caso di penuria di carbone": falso; forni e cucine erano alimentati a legna, detta legna da focaggio, tale legna era di quercia, ben secca e accuratamente scortecciata per eliminare gli insetti, essa veniva sistemata sopra il piano superiore delle botti d'acqua e se ne metteva in tutti i vuoti disponibili, specialmente nei vuoti lasciati dai fusti. Nella Marina da guerra velica lignea, non vi erano carichi di carbone e quindi cale dove questo era imbarcato e conservato; probabilmente ciò è avvenuto con il  vapore.



"Per l'accensione della carica dei cannoni, prima dell'avvento dell'acciarino, si usavano le micce a lenta combustione": falso; "prima" degli acciarini (e comunque non tutti i cannoni li montavano, ciò dipendeva dal capocannoniere), l'innesco era eseguito attraverso il versamento di polvere (contenuta nel corno del capopezzo) nel canale del focone, oltremodo al posto di tale pratica si usavano cannelli (in canna, riempiti di una composizione artifizia), destinati all'innesco. Le micce a lenta combustione di cui sopra erano quelle che si tenevano nel serbamiccia oppure arrotolate sul portamiccia in mano al buttafuoco (il servente che innescava la carica), ma mai per l'innesco: miccia a lenta combustione; per far fuoco bisognava aspettare che la miccia bruciasse tutta, hai voglia te! Mai sentita idiozia più pesante!  :twisted: 



"Venivano conservate in barilotti posizionati a prua e nel locale agghiaccio": falso; i "barilotti" erano i serbamiccia ed erano sotto la responsabilità del cuoco perché posizionati in prossimità delle cucine.
L'agghiaccio è la barra, cioè l'asta che penetra nella testa del timone, essa può essere manovrata a mano e da paranchi (detta appunto barra franca), oppure dalla ruota di governo.



"E' il locale dove c'è il meccanismo di trasmissione del timone... Dal nome della mezzaluna": falso; non esisteva un locale agghiaccio all'epoca della Marina velica lignea, forse nell'epoca odierna e magari solo nella bagnarola del Vespucci, tant'è che la mezzaluna, chiamasi appunto mezzaluna: nulla a che vedere con il termine agghiaccio.


Cosa volete che vi dica, sono una vera carogna; orbene ma ciò si sapeva già!!! 
Invero è dannatamente comico ed entusiasmante seguire le nozioni di ARTE MARINARA che tale GENIO propina ai modellisti: contenti loro contenti tutti! drunken


p.s. Vi faccio notare che io leggo in "quel" forum solo il 10% della totalità degli argomenti, quindi come qualsiasi ospite e non iscritto, immaginate cosa si potrebbe donare alla (s)conoscenza di tutti se i "signori" non avessero qualcosa da nascondere, cioè il 90% del resto della loro (in)sapienza.  :(

Meno male che qualcosa si apprende dal famoso Tonno, "amico" fondamentale del Genio in questione.
Il Tonno ci svela il significato di agghiaccio; non ne avevo dubbi sebbene proprio per questo non capisco il perché il Tonno non corregge il Genio quando serve, sarebbe buono per la conoscenza dei modellisti se non altro: non dovrebbe esser questo il senso di un forum? Certo non è facile, ed invero è più facile l'ipocrisia, e così il divulgare conoscenza si scambia con l'arroganza dello sparar cazzate!

il famoso Tonno ha scritto:...Per analogia con il mondo antico degli allevatori di animali che, di notte, usavano radunare le greggi in appositi recinti . . . , lasciandoli all'agghiaccio, appunto. Infatti, qualcosa di simile avviene per il Timoniere che, anche di notte deve svolgere la propria attività in solitudine (si fa per dire) e in una postura non tanto dissimile dalla "statiticità" "staticità" delle greggi.


Come potrete leggere qui sotto, nell'etimologia della parola oltre a ciò che ha già svelato il Tonno è spiegato anche che agghiaccio è la barra del timone: "lungo legno aggiacente ad angolo alla testa del timone che serve a farlo girare".
Mezzaluna; ma ci faccia il piacere!   

AGGHIACCIO

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Armada Real del Mar Oceano

Messaggio  Nostromo il Mer Lug 23, 2014 11:03 am

...mi sono "dimenticato" di scrivere che trattavasi di cucine di un secolo ben sconosciuto; il modellista sta costruendo un bastimento tipo la Santa Maria o comunque qualcosa di simile, ovviamente tanto di più i "consigli" offerti dal Genio sono lontani dalla realtà.
Comunque, semmai leggessero mi viene corretto fornire loro qualche dritta (almeno quello dopo tanto ciarlare), e quindi eccole qui sotto.

Nel link alla fine del post (ARMADA 1500-1900) si trova abbastanza, sebbene quel periodo non ci ha lasciato molto, ovviamente la Santa Maria o qualcosa di simile aveva molto probabilmente una cucina ben più grande di una cucina mobile, sempre però con i canoni di cui detto sopra: cassone in legno, mattoni refrattari e rinforzi in ferro. Rolling Eyes 

Immagino poi, che i "signori" possano leggere l'idioma di Castiglia: "Al mediodía el despensero repartía las raciones de comida, repartiéndose a los marinero su ración, la cual se supone juntaban y cocinaban en calderos colocados en el fogón (se solían llevar dos fogones, uno por cada cien tripulantes), que era una caja metálica y rectangular, con tres lados y abierta por la parte superior, con un fondo de arena sobre el que se colocaba la leña. Al parecer  esta era la  única comida caliente al día, salvo cuando el bizcocho se encontraba en mal estado y agusanado En ese caso los restos llamados mazamorra se cocinaban como sopa por la noche, lógicamente para no ver su contenido.
Al caer la tarde las actividades se van paralizando, dedicándose un tiempo al descanso,  charlar, tocar algún instrumento musical , y a pesar de estar prohibido, jugar a los dados o a los naipes. También se celebraban carreras de animales que iban a bordo , o peleas de gallos. Si el barco quedaba al pairo los marineros pescaban o nadaban Al iniciar los turnos de guardia de noche, se convocaba a todos los tripulantes a la oración, presidida por el capitán o religioso que estuviere a bordo. Se rezaba el Padrenuestro, Avemaría , Credo y se cantaba la Salve Marinera, y el paje pronunciaba la fórmula para desear buenas noches a todos: " Amén y Dios nos dé buenas noches, buen viaje, buen pasaje haga la nao , señor capitán y maestre y buena compañía" . A continuación la tripulación se iba acomodando para dormir:. Los marineros dormían en las zonas más adelantadas del alcázar, o en la primera cubierta, entre el palo mayor y la popa;  los grumetes entre los marineros y el castillo de proa, y los pajes en el sitio que quedara libre. Los artilleros y soldados en la Santa Bárbara."







LINK: ARMADA 1500-1900


p.s. Se si hanno dubbi sui refrattari all'epoca... buona lettura: BREVE STORIA DEI REFRATTARI


Ultima modifica di John Silver il Mer Lug 23, 2014 2:45 pm, modificato 1 volta

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Genio marittimo (Sic!)

Messaggio  Michele Padoan il Mer Lug 23, 2014 1:40 pm

Ormai scrivere cazzate nel web è diventata cosa comune per molti forse perchè sanno fare solo quello. Tu no Riccardo hai capacità ben superiori, lascia perdere, stai rincorrendo fantasmi e sprecando il tuo tempo che potresti dedicare ai tuoi modelli. Lo sai io commento poco, preferisco rispondere con i fatti, fai vedere quello che sai fare e le chiacchere lasciale ad altri e a chi vuole seguirle...
Ciao amico mio, sei un libro aperto.  Very Happy
avatar
Michele Padoan

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 26.10.12
Età : 49
Località : Conche (PD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Genio marittimo (Sic!)

Messaggio  Nostromo il Mer Lug 23, 2014 1:57 pm

Michele Padoan ha scritto:Ormai scrivere cazzate nel web è diventata cosa comune per molti forse perchè sanno fare solo quello. Tu no Riccardo hai capacità ben superiori, lascia perdere, stai rincorrendo fantasmi e sprecando il tuo tempo che potresti dedicare ai tuoi modelli. Lo sai io commento poco, preferisco rispondere con i fatti, fai vedere quello che sai fare e le chiacchere lasciale ad altri e a chi vuole seguirle...
Ciao amico mio, sei un libro aperto.  Very Happy


Grazie mon amì per le belle parole, sono certo del nostro rapporto seppur giovine, è ben chiaro che vista da fuori la situazione appare certamente come tempo perso, però ricordo che il "signore" ha avuto la sfrontatezza di denunciarmi all'autorità competente; non penserà mica che mi sia messo paura, e quindi mi diverto un mondo nel sottolineare (che è l'aspetto fondamentale), quanto questo personaggio sia arrogante e sconclusionato (c'è il caso che l'andar per mare gli abbia confuso le idee e non riesce a capire che la sua esperienza di marineria è ben lontana da ciò che era all'epoca e se vuole divenire positivo deve aprire i libri, altro che campare sulle sue inutili esperienze, quantomeno per l'Architettura Navale della Marina velica lignea), onestamente poi non devo dimostrare nulla a nessuno sebbene la produzione di un modellista è il fondamento delle sue eventuali chiacchiere, a tal proposito ricordo in'oltre che riprenderò il lavoro sui modelli per come lo intendo, certo che non può piovere per sempre e che questo periodo turbolento che dura oramai da lungo tempo, vedrà la sua fine.

Un'abbrazz Miché!  Very Happy

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Genio marittimo (Sic!)

Messaggio  Nostromo il Mer Lug 23, 2014 2:09 pm

Il Genio ha scritto:PS: mi è stato fatto notare un errore in cui sono caduto involontariamente: ho chiamato agghiaccio la semiluna sulla quale scorre la barra del timone, mentre in realtà è la parte della barra compresa fra testa del timone e semiluna a chiamarsi così. Credo che capiti a chiunque di distrarsi e scrivere una sciocchezza: non ho alcuna difficoltà a riconoscere il mio errore, anche se  chi me lo fa notare è un soggetto che non riscuote da parte mia alcuna considerazione. Ma tant'è, quel che è giusto è giusto.


Hahahahahahahahahahahahahahahaha!!!  jocolor 


Si è scusato dell'errore sull'agghiaccio... diamine che umiltà: e le altro 4 idiozie che ha scritto??? Dimentico poi di aver scritto, oltremodo, che l'agghiaccio è il locale dove c'è il meccanismo di trasmissione del timone: altro che involontariamente, questo personaggio non ne sa un benemerito e racconta le cazzate apprese nella Marina moderna; il carbone per accendere i fuochi, le micce a lenta combustione per gli inneschi, le cucine foderate di rame: ma che se fuma questo aòh!  affraid  

Pusillanime!!!  Non mi considera: c'è da chiedersi perché mi abbia denunciato se non riscuoto alcuna considerazione; mentecatto, la tua inutile denuncia "ci lega" a filo doppio! Te la sei voluta e te la vivi sino alla fine! :twisted: 

"puṡillànime (ant. puṡillànimo) agg. e s. m. e f. [dal lat. tardo pusillanimis, comp. di pusillus «meschino» e anĭmus «animo»]"

"mentecatto agg. e s. m. (f. -a) [dal lat. mente captus «preso nella mente»]" (Affetto da una grave infermità mentale)  Shocked

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Genio marittimo (Sic!)

Messaggio  Michele Padoan il Mer Lug 23, 2014 3:04 pm

John Silver ha scritto: vista da fuori la situazione appare certamente come tempo perso 


Era un modo di dire, lo so che non perdi tempo, anzi cerchi sempre la verità.  Very Happy
avatar
Michele Padoan

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 26.10.12
Età : 49
Località : Conche (PD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Genio marittimo (Sic!)

Messaggio  Nostromo il Mer Lug 23, 2014 3:08 pm

Michele Padoan ha scritto:...anzi cerchi sempre la verità.  Very Happy


"Ogni verità passa attraverso tre fasi: prima viene ridicolizzata; poi è violentemente contestata; infine viene accettata come ovvia."  Very Happy


Michele Padoan ha scritto:...lo so che non perdi tempo

Vorrei darti ragione ma non è così: perdo e ho perso un'infinità di tempo, sebbene non me ne preoccupi più di tanto desidero, almeno, impiegarlo meglio, nello specifico costruire.
Sto lottando, certamente con me stesso, e riuscirò ad invertire la tendenza.  Wink

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Povertà di spirito?

Messaggio  Nostromo il Mer Lug 23, 2014 4:31 pm

Un Tale ha scritto: Ciao,
continuo a trovare in molti interventi esterni al forum enormi contraddizioni comportamentali (come al solito "ben condite").
Il modellismo deve essere prima di tutto un modo per rilassare la mente....quando questo diventa accanimento allora non è più modellismo e secondo me non merita considerazione.
Essere di opinioni diverse è bello perchè stimola il confronto, aiuta a capire, comprendere e conoscere cose nuove...quando però poi si cade (come in passato) nella volgarità e in certe bassezze allora la cosa non merita più attenzione.

******, personalmente apprezzo l'impegno e la generosità che hai sempre rivolto a tutti indipendentemente dal tipo di modellismo coinvolto e dalla sua qualità con l'evidente rischio di esporti e quindi "essere giudicato".


Che belle parole, che nobili concetti!!!  Rolling Eyes 

Al Tale in questione rammento come e perché questa storia: il vostro amato Genio, incurante dei ritorni si è permesso di offendere e screditare per lungo tempo il Vecchio Jean Boudriot di cui mi onoro di essere un'amico ed un lettore appassionato dei suoi scritti, e per screditarlo ha divulgato una montagne di cazzate ai modellisti di un forum (dal quale si è poi defilato portandosi dietro pochi derelitti come lui), un forum dicevo, con 30mila iscritti: cazzate a degli amatori che cercavano risposte in funzione della loro passione: che bella persona il vostro Genio dall'alto della sua esperienza di Marina!
Non devo dimostrare nulla a nessuno ma chi è al corrente sa benissimo come sono andate le cose: il vostro Genio non solo non si è scusato ma si è permesso di prendermi per i fondelli per cui la storia non si è fermata. Non contento il vostro Genio mi ha denunciato. Ti sottolineo che ciò ci rende "una cosa sola", per la quale non mollerò mai, quindi che "la cosa" termini non dipende da me ma dal vostro Genio, con le sue scuse a Boudriot, ai modellisti ed il ritiro della denuncia: atto doveroso se non vuol sentir più parlare del sottoscritto, perché non penserete davvero che possa impaurirmi o fermarmi la "vostra" giustizia di merda!
Accanimento? Da parte di chi? Chiedilo a quel pezzente del tuo Genio.
Evidentemente gli sfugge chi io sia: cioè nessuno, ma un nessuno molto duro a morire e velenoso come un cobra! Ad ogni azione corrisponde una reazione. Non è difficile, vedi se riesci a comprendere. Wink

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Povertà di spirito?

Messaggio  Ospite il Gio Lug 24, 2014 7:47 am

Ciao

ho appena sentito una citazione alla radio

non discutere mai con un idiota perché ti porta al suo livello e ti batte con l'esperienza

edo

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Povertà di spirito?

Messaggio  Onip il Gio Lug 24, 2014 9:31 am

edoardo ha scritto:Ciao

ho appena sentito una citazione alla radio

non discutere mai con un idiota perché ti porta al suo livello e ti batte con l'esperienza

edo

Fantastico !!!!!!!   :P :P lol! lol! 
avatar
Onip

Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 11.05.12
Età : 68
Località : Matera

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Povertà di spirito?

Messaggio  Nostromo il Gio Lug 24, 2014 12:49 pm

edoardo ha scritto:...non discutere mai con un idiota perché ti porta al suo livello e ti batte con l'esperienza


Citazione di O. Wilde ben conosciuta dal sottoscritto; in questo caso viene il dubbio di chi dei due sia l'idiota esperto.  Wink 

Non a caso preferisco quest'altra che è fortemente reale: "Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza". Arthur Bloch.

Il problema è che io me ne frego del giudizio della gente.  pirat 

Così è (se vi pare).    :lol:

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Mi hanno tolto il giochino

Messaggio  Nostromo il Ven Lug 25, 2014 5:32 pm

Antipatici! Mi hanno tolto il giochino, ora non leggo più nulla; come sono dispiaciuto, perché sono così cattivi!!!  :bounce:   Basketball   pirat 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Povertà di spirito?

Messaggio  grisuzone il Ven Lug 25, 2014 6:48 pm

Cattivoni cattivoni!!!
avatar
grisuzone

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 49
Località : Provincia di Brindisi

Vedi il profilo dell'utente http://hobbymodellismo.sitiwebs.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Povertà di spirito?

Messaggio  Albatros il Ven Lug 25, 2014 6:56 pm

John Silver ha scritto:Antipatici! Mi hanno tolto il giochino, ora non leggo più nulla; come sono dispiaciuto, perché sono così cattivi!!!  :bounce:   Basketball   pirat 

La verità fa male .......

avatar
Albatros

Messaggi : 374
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 53
Località : Sant'angelo Romano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Povertà di spirito?

Messaggio  Nostromo il Ven Lug 25, 2014 6:59 pm

Albatros ha scritto:

La verità fa male .......



Senza alcun dubbio amico mio.  Wink 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Riflessione sugli idioti

Messaggio  Nostromo il Ven Ago 01, 2014 2:12 pm

Non solo è la verità che demolisce le illusioni (e gli illusi come in questo caso) ma, mi chiedo, come possano più persone (gli amministratori non certo i modellisti individualmente), accomunate da un progetto e desiderose di portarlo avanti a non aver il dono della chiarezza quantomeno nelle proprie idee: è un dato di fatto che il loro "libero cantiere" (libero non si sa da cosa: forse da persone di pratica e di intelletto Marinaro?) o progetto comune che dir si voglia abbia avuto modifiche di sostanza a seconda dei miei umori che è l'aspetto penoso per quel che li riguarda, nel senso che hanno dovuto cambiare ripetutamente l'impostazione base del forum "pressati" dai miei attacchi.  
Come dire che visto che il LJC è sotto attacco (dietro alle spalle però e nessuno che ha il cuore di presentarsi come correttezza, onestà intellettuale e valore imporrebbe) da sempre, io abbia dovuto modificare le sue impostazioni di forum libero e per tutti per far fronte ad attacchi frutto di "ideali" diversi. Invece non solo non è cambiato nulla ma eccoci qui liberi di parlare, esprimerci e dare un senso allo stare in rete con il modellismo e per il modellismo e quindi per tutti, tutti quelli che lo desiderano chiaramente, e quindi non solo non ho cambiato nulla nell'impostazione primordiale ma non ho certo problemi ad esprimere ciò che penso o a mettermi in gioco permettendo di leggere a chicchessia ogni singolo rigo.
I signori, al contrario, non sanno che pesci pigliare soprattutto perché sanno bene che il loro sparlare è frutto del nulla e alla fine hanno dovuto rendere il loro forum visibile solo ai pochi (o molti è indifferente) utenti, perché altrimenti le prese per il culo lo avrebbero fatto implodere: hanno qualcosa da nascondere? Non sono certi di quel che affermano e quindi meglio non mettersi in gioco? Non gliene frega un benemerito del modellismo e dei modellisti e hanno creato un'ambiente ideale per pochi adepti? Chiunque abbia il piacere di valutare tragga le proprie conclusioni.
Indipendentemente dal fatto che ciascuno è libero di fare ciò che crede meglio, appare ben chiaro che questi personaggi non sanno confrontarsi come fine fondante della conoscenza e della condivisione ma, desiderano e riescono a farlo solo con chi è d'accordo con le loro pavide e arroganti posizioni.
Non ultima in'oltre e fortemente illuminante, la denuncia all'autorità competente del mio IP e non del mio nome e cognome, badate bene, che conoscevano e conoscono perfettamente, ed ha come unico scopo evidente la chiusura del LJC.
Che fantastici individui!!!
E' molto probabile che se trovano un magistrato all'altezza della loro meschinità riusciranno nel loro intento (sempre nel tempo di anni però viste le problematiche italiche al riguardo) ma, a me personalmente, non interessa un benemerito cazzo: tutto ha un fine, e finché avrò respiro porterà sempre ad un nuovo inizio.
Il signore, tale ilvecchiodelmare non sa niente e crede di saper tutto. Questo fa chiaramente prevedere una carriera politica.  Wink


"Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero."

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Insistono!!!

Messaggio  Nostromo il Gio Set 25, 2014 1:41 pm

Nonostante non facciano leggere nulla dei loro argomenti lasciano spazio ai messaggi offensivi: io sarei il minus habens, cioè colui che non gode di egual diritti essendo scarsamente dotato di intelligenza e, di fatto, anche il Vecchio Boudriot visto che io mi sono limitato a riportare le sue considerazioni sullo sciabecco Requin.
Questa sarebbe l'ironia innocente del personaggio che mi ha denunciato alle autorità competenti per diffamazione.
Ditemi voi come può finire questa indegna storia e come sia possibile che ciascuno percorra la propria strada senza coinvolgere gli altri.
Per quanto mi riguarda aspetto tranquillamente che la vita faccia il suo corso, consapevole che solo a questa e alla mia coscienza dovrò rispondere.
Il mondo è piccolo ed i conti, in questa porca vita, si pagano tutti.

gabriele68 ha scritto:Il piano di stiva, presente nella collezione, a mio giudizio, è relativamente approssimativo e non rende bene l'idea della "mutazione genetica" del tipo navale....a differenza dello spaccato, nel quale è anche , bene evidenziato, un particolare posto a poppavia di cui in passato si è discusso.....


L'ottusovecchiodelmare ha scritto:Già, quel particolare che - secondo qualche minus habens - era superfluo e che non c'era assolutamente..


gabriele68 ha scritto:Magari il Nadale lo disegnò.....ma poi non lo installarono  ...perchè a bordo trovavano più divertente giocare alla fune...


L'ottusovecchiodelmare ha scritto:Già, come nel requin imbarcarono il cabestano..però non lo installarono perché era così decorativo nella stiva..

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Nel culo gli entra, in testa no!

Messaggio  Nostromo il Gio Set 25, 2014 4:47 pm

Viene veramente difficile comprendere come non si possa accettare una data realtà (e prendere per i fondelli l'autore screditandolo), evidenziata da una montagna di dati storici, di campagne effettuate con tanto di documentazione attraverso i diari di navigazione, di picchi di carico e di note dei vari comandanti, non solo, vi è un meraviglioso e prestigioso modello dell'epoca nel Museo della Marina di Parigi che conferma le scelte effettuate dal Vecchio Boudriot nella sua monografia del Le Requin 1750: in un bastimento di relativo spazio e con una morfologia molto particolare come quella dei primi sciabecchi di Francia, il cabestano era inutile ed ingombrante e le ancore del peso di 750 kg si salpavano a mano con l'aiuto dei paranchi vista la presenza in tempo di pace di 200 uomini, 280-300 in guerra.
Le scelte che l'Autore, il Vecchio Boudriot, ha seguito sono impostate sui dati incontrovertibili e lasciati scritti sui diari di bordo dal Comandante del Requin, le Chevalier de Fabry Luogotenente di Marina che fece la prima campagna di mare con detto sciabecco nonché diverse altre, e le sue annotazioni coincidono fra le altre cose, con il modello del Museo sopraddetto, il quale presenta, sotto l'unico palischermo imbarcato, il passaggio con mastra per un fuso d'argano e, nei fondi del bastimento relativi, anche il fantinetto che detiene il piede del fuso.
Il medesimo Comandante riporta, sempre nei diari di bordo (a disposizione nella monografia del Requin anche per gli idioti ottusi), che l'argano o cabestano che sia e che è in dotazione allo sciabecco; "non è di nessuna utilità e fortemente ingombrante e, per questi motivi, viene riposto nella cala".

Ma sarà così difficile???

Vi sono dei limiti oltre i quali l'idiozia dovrebbe essere controllata ma, rimane preoccupante il fatto che la più ovvia idiozia, se ripetuta abbastanza spesso, possa essere scambiata per verità.

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

...e sempre per gli idioti ottusi

Messaggio  Nostromo il Gio Set 25, 2014 5:24 pm

Nel link sotto, si può ammirare la costruzione di uno sciabecco secondo la monografia di Boudriot, se seguite le pagine e gli scritti nelle didascalie sebbene siano in francese, vi troverete riportati i dati che danno fede alle scelte eseguite nella monografia.
Noi itaGliani siamo particolarmente idioti, per decenni abbiamo idolatrato il Lusci che, pace all'anima sua, ha almeno aperto gli occhi sull'autocostruzione senza però nessuna novità di fondo ed oggi sputiamo e prendiamo per il culo un'autore, unico nel suo genere, che ha aperto la strada al modellismo d'arsenale con lavori unici svelandoci l'Architettura Navale dell'epoca classica, e prima di vederne un'altro di tale levatura ci vorranno decenni! Rolling Eyes


LE REQUIN 1/36

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

...corpo di mille balene!

Messaggio  Nostromo il Gio Set 25, 2014 8:41 pm


Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

...

Messaggio  The Captain il Gio Set 25, 2014 9:36 pm

"L'ancre de bâbord d'un poids de 1425 livres, valeur donné par le devis du Requin établi par son premier comandant. Remarquez la patte de l’ancre posée sur le plat-bord du fronteau de l’avant ; elle est immobilisée par deux bridures. Sa manœuvre se faisait via des palans de trinquet et à la force des bras de l’équipage. Comme il n’existe pas d’écubiers, le câble devait passer sur le plat-bord protégé de paillets ou de bois tendre."





"La chaloupe est placée dans l’axe du bâtiment et cache l’emplacement de la mèche du cabestan; le commandant de Fabry explique qu’il avait fait placer ce dernier dans la cale car il ne lui était d’aucune utilité."

The Captain
the Captain
the Captain

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 09.03.12
Località :

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Sarà fantastico?

Messaggio  Nostromo il Gio Set 25, 2014 10:42 pm

L'ottuso ha scritto:...poi che c'è gente senza niente di meglio da fare e senz'altro da dire se non sparlare degli altri


Devo essere pazzo, ma se è lui che ci chiama a raccolta! Shocked  E' chiaro che non mi sento minus habens ma a costo di passarci, deve apprendere il rispetto.



L'ottuso 2° la vendetta ha scritto:
Informo tutti gli Utenti che, per mia distrazione, questa sezione è rimasta aperta, ovvero visibile anche agli Ospiti. Dietro suggerimento di qualche amico ho deciso di lasciarla aperta.
Peraltro, poi che c'è gente senza niente di meglio da fare e senz'altro da dire se non sparlare degli altri, mi permetto di consigliare ai colleghi di regolarsi di conseguenza nei loro eventuali messaggi.
Proemonitus, proemunitus.

Per distrazione; ti è arrivato il naso sul monitor!
Dietro consiglio dei più giocherelloni ha deciso di giocare e consiglia i suoi colleghi di non sparare cazzate, perché lo fa solo lui.

Incredibile. Sono pazzo!

Dai giochiamo, idiot!

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Miiiiiinchia!

Messaggio  Nostromo il Ven Set 26, 2014 12:50 pm

Cazzo!!!  Shocked

Accidenti Marinai, ho "scoperto" or ora e attraverso il suo scritto di ieri: "proemonitus proemunitus" (cioè uomo avvisato mezzo salvato ma in verità è praemonitus, praemunitus: ignorante!), con chi abbiamo, o meglio, con chi ho a che fare visto che a voi non ve ne può fregar di meno!  Rolling Eyes

Questo mentecatto, arrogante e presuntuoso, non è solo un berluschino convinto ma è un fascista di merda, omofobo e razzista con un odio viscerale nei confronti del resto del mondo, è un "cristiano" convinto e come tutti i migliori bigotti è pronto a spargere il verbo di Cristo quando gli fa comodo e tutto il contrario quando non ha nulla da guadagnare e della tolleranza, cioè il meglio della capacità sociale umana, non sa che farsene!
Il nostro "psicologo" da 2 soldi ha un blog (su libero figurati te: link sotto), dove illumina gli italioti sulla verità!
Dalla politica alla droga e al sociale, ce ne è per tutti!
Se avete tempo Marinai, fatevi due sane risate!
Incredibile, quest'idiota non ha un cazzo da fare, lo avevo pur scritto qualche post fa che aveva un futuro politico e, considerando che ha 60anni suonati, qualche annetto per arraffare qualcosa gli rimane!


Sei stato smascherato vecchia ciabatta, hahahahahahahahaha, che povero deficiente!

Ti consiglio Voltaire mio caro mentecatto, di ripassare il suo trattato sulla tolleranza: "La tolleranza è una conseguenza necessaria della nostra condizione umana. Siamo tutti figli della fragilità: fallibili e inclini all'errore. Non resta, dunque, che perdonarci vicendevolmente le nostre follie. È questa la prima legge naturale: il principio a fondamento di tutti i diritti umani".


Il blog del mentecatto: THE BLOG IDIOT


p.s. L'unica cosa che mi rattrista (sigh!) è che questo bislacco personaggio è del mio stesso segno zodiacale; capricorno ma, è risaputo: "l'astrologia è un cancro inventato da ratti astuti che rosicchiano degli asini abbastanza creduloni da credere di poter essere dei leoni". Wink

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Hahahahahahahahahahahaha!!!

Messaggio  The Captain il Ven Set 26, 2014 1:37 pm

Questo poveraccio è un imbecille con la patente!


ilvecchiodelmare ha scritto: Nei commenti al precedente post, una gentile lettrice mi ha chiesto se penso che la sinistra sia in grado di pensare.
Ieri le ho risposto che un sinistro è sì e no in grado di pensare quanto lo è un animale.
Oggi, alla stessa lettrice, fornisco anche un supporto visivo alla mia affermazione.
Gli animali che potete vedere in fotografia appartengono alla categoria SINISTRA: che siano inquadrati nelle sottospecie Viola, Arancione, Rosso, Verde, Indignati, NoGlobal, Centro-sociale, Terrorista, Criminale..non ha alcuna importanza: rappresentano quel 35% (scarso) della feccia di sinistra che ammorba la nostra aria e che, al guinzaglio dei cosidetti "poteri forti" (una disgustosa banda di affaristi pescicani), oggi festeggia le dimissioni di Silvio Berlusconi.
Animali che sghignazzano come iene, ma che a differenza delle iene vere non si apprestano a banchettare con i resti di un nemico...bensì ad essere affamati e impoveriti (insieme a tutti gli Italiani) dalla valanga di tasse e di privazione della libertà che li aspetta.
Non è un refuso: ho scritto "LI" anzichè "CI"...perchè tasse e privazione della libertà colpiranno prevalentemente proprio gli strati bassi della popolazione, bassi economicamente, socialmente e culturalmente.
In omaggio all'eterno principio che un cavallo di razza resta un cavallo di razza anche sotto il giogo comunista-affaristico..mentre gli asini restano asini, destinatari unicamente di legnate.


A chi ancora nutrisse dubbi sull'effettivo livello mentale dei sinistri, consiglio caldamente di osservare analiticamente il segno della profonda intelligenza che trasuda dalle espressioni bovine del campione di sinistri qui rappresentato..
E provi a chieder loro il motivo di tali festeggiamenti: la sola risposta che otterrà sarà una serie di grugniti..
Perchè solo degli ottusi maiali possono festeggiare la rovina della loro porcilaia insieme a quella della casa degli esseri umani.

GRAZIE, PRESIDENTE BERLUSCONI
Gli Italiani onesti ti ringraziano di aver cercato di salvare l'Italia da questo cancro immondo.
Gli Italiani onesti non ti dimenticheranno.

The Captain
the Captain
the Captain

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 09.03.12
Località :

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Povertà di spirito?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum