Monsieur Boudriot e l'arte ritrovata.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Monsieur Boudriot e l'arte ritrovata.

Messaggio  Nostromo il Mer Mar 14, 2012 3:50 pm

"Le opere d'arte sono di una solitudine infinita, e nulla può raggiungerle meno della critica."

Rainer Maria Rilke


Jean Boudriot nel suo " Modeles Historiques Musée de la Marine", nelle ultime pagine del libro parla di arte ritrovata del modellismo d'Arsenale, presentando le foto del modello de La Belle Poule di Bernard Frolich. Questo sotto è ciò che scrive, ve lo metto perché sono totalmente d'accordo con lui e soprattutto con il fatto che il modello di Frolic non è in carpenteria bensì ad ordinate e fasciame ed è quindi, Modellismo d'Arsenale.  Very Happy


"Un’arte ritrovata
La collezione dei Modelli del Museo della Marina testimoniano il frutto del modellismo d’arsenale, destinato a perpetuare la fuggevole grandezza delle realizzazioni dell’architettura navale. Si prende atto delle notevoli prestazioni dei modellisti dell’epoca e si pone una domanda: possiamo oggi raggiungere le medesime prestazioni?
La risposta è affermativa e le presenti foto lo attestano. Le foto concernono il modello di fregata La Belle Poule eseguito da Bernard Frolich: pezzo degno di un grande museo, esempio ammirevole e non si tratta di un caso unico, molti modellisti offrono prova dello stesso talento, e il loro numero va crescendo. Una felice e piacevole attività, permette di esercitare l’abilità della mano e anche il gusto personale, partendo dallo studio, perché la realizzazione di un modello d'arsenale impone importante documentazione e piani dettagliati."  J.B.



Il modello di Frolich


aprite lo spoiler

Spoiler:
























































Ultima modifica di John Silver il Sab Mar 15, 2014 1:26 am, modificato 1 volta

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Monsieur Boudriot e l'arte ritrovata.

Messaggio  lucas0266 il Mer Mar 14, 2012 6:52 pm

Grazie delle immagini Riccardo, è da molto che raccolgo file e informazioni sulla Belle Poule, e alcune le aggiungerò alla raccolta, il pensiero di Boudriot che hai esposto è Vangelo per un modellista, ho letto bene e vorrei sottolineare l'ultima parte, le ultime due righe, sono quelle in cui mi riconosco, anche se inizio adesso con l'Arsenale...
Seguirò il tuo consiglio e la costruirò in ordinate e fasciame, ho già i piani da qualche mese e me li stò  studiando per bene....
Grazie ancora.......................Luca Very Happy
avatar
lucas0266

Messaggi : 134
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 51
Località : Forcoli Prov.Pisa

Vedi il profilo dell'utente http://www.liquorimorelli.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Monsieur Boudriot e l'arte ritrovata.

Messaggio  Nostromo il Gio Mar 15, 2012 12:33 pm

lucas0266 ha scritto:...Seguirò il tuo consiglio e la costruirò in ordinate e fasciame, ho già i piani da qualche mese e me li stò  studiando per bene...


Ma sai Luca, avere la fortuna di poter essere "aiutato" da un modellista come Tiz, è un grande tesoro per chi ha voglia di metterci della pratica. Però credo, perché parto dalla mia esperienza, che più dell'aiuto vitale che Tiz ti può garantire, è che devi prendere in considerazione che un "novizio", deve avere dei risultati quanto prima possibile altrimenti c'è il rischio che si disamori. Ora l'arsenale e più precisamente quello in carpenteria, va affrontato nella maniera in cui, ogni singolo pezzo, lo vivi come un modello finito, e quindi ogni singolo pezzo ti darà soddisfazione per andare avanti. Mettere in opera una "bella" arcaccia o gli scalmi delle cubie è importante ma, c'è il risvolto della medaglia, e cioè che uno scafo in ossatura bisogna portarlo al termine e non basta l'arcaccia o quello che vuoi, perché come ha detto nella sua presentazione Franuvolo, le difficoltà aumentano con l'aumentare della costruzione. Quindi ti consiglio di valutare le tue energie, le tue possibilità con umiltà e di trovare una via di mezzo per apprendere. Possibile che oggi nessuno ne ha più voglia? E non mi sto rivolgendo a te Luca, perché neppure ti conosco ma, come ben potrai immaginare, John Silver conosce bene i suoi polli.  Very Happy


p.s. Per terminare vi propongo di osservare il modello di Frolich e la bellezza della sua presentazione, cioè in "manovra" e alla panna: la fregata sta mettendo in mare le lance e possiamo osservare le principali disposizioni, i trevi sono imbrogliati, due dei tre fiocchi serrati, i velacci ammainati sui colombieri di gabbia, la gabbia bracciata a collo e se proprio non ancora ferma, la fregata con il vento al traverso conserva un minimo di abbrivio ma è sotto controllo manovrando fiocco e mezzana, la seconda lancia è già in mare mentre la prima è in potere di caliorne e dei paranchi, l'ancora di sinistra è a pennello ed in attesa di essere affondata. Frolich si è però preso una libertà: i cannoni del bordo di destra da dove vengono messe in mare le lance, quelli sotto i passavanti, non si troverebbero fuori dai portelli come lui ha disposto ma, sarebbero stati trincati alla gioia, e questo per non rischiare che, con il moto ondoso, i palischermi nell'atto di essere messi in mare, possano urtare contro le bocche dei cannoni che sono fuori dai portelli.  Rolling Eyes


Ultima modifica di John Silver il Sab Mar 15, 2014 1:33 am, modificato 1 volta

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Monsieur Boudriot e l'arte ritrovata.

Messaggio  Der Admiral il Gio Mar 15, 2012 1:55 pm

Certamente il modellismo navale serio richiede una passione ed una dedizione che per gli altri tipi di modellismo certamente non occorre.....va al di là del semplice desiderio di ottenere un facile plauso dai propri familiari...e sotto certi aspetti sfocia in una vera e propria mania con risvolti compulsivi.... :evil: Shocked
Spiace constatare che la stragrande maggioranza dei giovani modellisti non trova in se nè la capacità di dedizione nè l'entusiasmo per l'approfondimento della storia che fanno del modellista navale un personaggio un pò...sui generis. Shocked
I risultati eccellenti raggiunti da Frolich ma anche da numerosi altri modellisti di alto livello sono conseguibili da chiunque ne abbia voglia e sia sufficientemente determinato a non lasciarsi scoraggiare da qualsiasi ostacolo incontri sulla sua strada....e credo di interpretare il pensiero del buon Riccardo nell'affermare che il primo che si permette di dire frasi del tipo "ah....io non arriverò mai al livello di tizio...."la qualità del modello di caio è una meta per me irraggiungibile"....verrà redarguito... 8)
Guai a chi si accontenta di restare a livelli men che mediocri e non prova una buona dose di sana invidia che lo spinga a migliorarsi costantemente per arrivare a livelli più che eccelsi...... visto che dietro tali opere non ci sono doti innate ma solo determinazione e caparbietà....  cheers

_________________
Altrove mi conoscono come...Zakimor  
avatar
Der Admiral

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 49
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Monsieur Boudriot e l'arte ritrovata.

Messaggio  Nostromo il Gio Mar 15, 2012 2:08 pm

der admiral ha scritto:...guai a chi si accontenta di restare a livelli men che mediocri e non prova una buona dose di sana invidia che lo spinga a migliorarsi costantemente per arrivare a livelli più che eccelsi...... visto che dietro tali opere non ci sono doti innate ma solo determinazione e caparbietà.


Grazie Nino del tuo intervento, sono d'accordo con ogni singola parola ed ogni concetto espresso nel tuo scritto. Personalmente iniziai con un kit, ne seguì un'altro poi ho scoperto l'arsenale con il libro di Frolich e l'Ancre, ho avuto l'umiltà di iniziare con uno scafo "facile" ed ho scoperto me stesso, le mie capacità che non conoscevo neppure. Poi ho scoperto anche le difficoltà di una costruzione complicata come quella di ricostruire un vascello per come era realmente ed ho capito che lo potevo raggiungere questo traguardo, solo conoscendo la reale costruzione, e ciò si persegue solo con lo studio. E' un lungo percorso, un cammino, che ci può portare lontano. Quando metto in opera un modello mi piace sognare che tra 200 anni sia ancora li, e lo costruisco con un'attenzione alla sua solidità e quindi anche con materiali durevoli, e questa non è cosa impossibile, nessuno butterà via un modello siffatto, indipendentemente da come lo abbia avuto. Questa se ci pensate bene, è una grande responsabilità, perché che lo vogliate o no, stiamo tramandando ai posteri una delle costruzioni più complicate e affascinanti dell'intero cammino dell'umanità.

‎"...si potrà invece sempre dire di noi, con immancabile rispetto: essi costruirono navi di linea."

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

...altre foto della Belle Poule di B. Frolich

Messaggio  Nostromo il Sab Mar 15, 2014 1:44 am

...











In questo ultimo scatto sotto, si può notare il distacco che è avvenuto nello sperone nella divisione delle due essenze; la colla non basta se non si fa un'incastro a maschio e femmina tra i due legni.


Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Monsieur Boudriot e l'arte ritrovata.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum