CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Pagina 4 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re:HMS Naiad 1797 1/48

Messaggio  Galimberti Alberto il Mar Gen 07, 2014 1:02 pm

Ciao Stefano, io personalmente trovo più complicato e delicato costruire il modello in ossatura inglese.

Galimberti Alberto

Messaggi : 85
Data d'iscrizione : 14.03.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  ErPiotta71 il Mar Gen 07, 2014 1:28 pm

Grazie per la risposta.
avatar
ErPiotta71
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 229
Data d'iscrizione : 19.12.13
Età : 46
Località : Civitavecchia (Roma)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Galimberti Alberto il Dom Feb 02, 2014 4:07 pm

Ciao, ho tagliato e incollato gli oltre 80 square frames, adesso devo mettere i quasi 400 choks, rifinire il tutto ed iniziare ad assemblarli sulla chiglia.












Galimberti Alberto

Messaggi : 85
Data d'iscrizione : 14.03.12
Località : cabiate co italia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Matiz il Dom Feb 02, 2014 6:02 pm

Cantiere spettacolare, Alberto
avatar
Matiz

Messaggi : 1415
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : Pisa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Ospite il Dom Feb 02, 2014 11:04 pm

Alberto, visto che hai a che fare con i chocks, e che io non sono ancora riuscito a trovare conferma... i chocks sono più larghi del quinto?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  ErPiotta71 il Dom Feb 02, 2014 11:44 pm

Cosa sono i Chocks?
Se cè anche il termine in italiano, come si chiamano?
avatar
ErPiotta71
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 229
Data d'iscrizione : 19.12.13
Età : 46
Località : Civitavecchia (Roma)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Mario Tibollo il Lun Feb 03, 2014 10:05 am

Ciao Stefano,
se non sbaglio i chocks dovrebbero essere le "capezzelle"...
Mario
avatar
Mario Tibollo

Messaggi : 228
Data d'iscrizione : 11.03.12
Età : 74
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Nostromo il Lun Feb 03, 2014 11:21 am

Capezzelle, esattamente. Bravo Mario e gran bel lavoro Alberto.  pirat 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  ErPiotta71 il Lun Feb 03, 2014 11:59 am

Mai sentito la parola capezzelle.
Ho cercato su internet senza trovarla.
Qualcuno mi può spiegare?
avatar
ErPiotta71
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 229
Data d'iscrizione : 19.12.13
Età : 46
Località : Civitavecchia (Roma)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Nostromo il Lun Feb 03, 2014 12:08 pm

ErPiotta71 ha scritto:Mai sentito la parola capezzelle.
Ho cercato su internet senza trovarla.
Qualcuno mi può spiegare?



Se vai alla pagina 4 di questo topic avrai le spiegazioni in un mio scritto (il secondo dall'inizio pagina), non sono in casa, dovrei tornare nel pomeriggio e se avrai bisogno di ulteriori spiegazioni te le offrirò con piacere.  Wink

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  ErPiotta71 il Lun Feb 03, 2014 12:44 pm

mmm... se ho capito bene, sarebbero le zappole?
Cioè blocchetti di legno che stanno tra le costole con lo scopo di irrobustire la struttura dello scafo?
avatar
ErPiotta71
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 229
Data d'iscrizione : 19.12.13
Età : 46
Località : Civitavecchia (Roma)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Nostromo il Lun Feb 03, 2014 2:30 pm

ErPiotta71 ha scritto:mmm... se ho capito bene, sarebbero le zappole?
Cioè blocchetti di legno che stanno tra le costole con lo scopo di irrobustire la struttura dello scafo?



No Stefano, cerchiamo di non fare confusione, gli zappoli o chiavi (pratica non in uso nella marina da guerra inglese), sono i riempimenti che assicurano alla struttura nei suoi fondi e nei punti di giunzione tra madieri e staminale, una continuità di riempimento e quindi una certa robustezza.
Le capezzelle sono invece quelle che vedi cerchiate nella foto sotto; questi elementi garantivano la possibilità di elevare una costa singola senza sovrapporre le estremità dei suoi elementi: madiere, staminale & scalmo. Questa metodica tutta d'oltremanica, permetteva di elevare singolarmente e senza sovrapposizioni le forme, e quindi con un notevole risparmio di materiale ma soprattutto con la possibilità di inserirle in spazi ridotti.


Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Onip il Lun Feb 03, 2014 3:21 pm

John Silver ha scritto: ....... questi elementi garantivano la possibilità di elevare una costa singola senza sovrapporre le estremità dei suoi elementi: madiere, staminale & scalmo. Questa metodica tutta d'oltremanica, permetteva di elevare singolarmente e senza sovrapposizioni le forme, e quindi con un notevole risparmio di materiale ma soprattutto con la possibilità di inserirle in spazi ridotti ......

Avevo già visto questi elementi della costruzione dei quinti, interessante è ora saperne anche la corretta funzione e che sono esclusivi della marineria inglese

Splendido lavoro, molto complesso  Very Happy
avatar
Onip

Messaggi : 573
Data d'iscrizione : 11.05.12
Età : 68
Località : Matera

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  ErPiotta71 il Lun Feb 03, 2014 4:15 pm

Ora ho capito perfettamente!
Grazie tante
avatar
ErPiotta71
Ciurma dei filibustieri

Messaggi : 229
Data d'iscrizione : 19.12.13
Età : 46
Località : Civitavecchia (Roma)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Arsenalotto il Lun Feb 03, 2014 9:52 pm

Ciao

John Silver ha scritto: ....... questi elementi garantivano la possibilità di elevare una costa singola senza sovrapporre le estremità dei suoi elementi: madiere, staminale & scalmo. Questa metodica tutta d'oltremanica, permetteva di elevare singolarmente e senza sovrapposizioni le forme, e quindi con un notevole risparmio di materiale ma soprattutto con la possibilità di inserirle in spazi ridotti ......

ho trovato un passaggio nelle "Remarques..." di Blaise Ollivier (più precisamente la XLV), che spiega anche un altro aspetto legato a questa caratteristica costruttiva:

Nella maggior parte degli elementi delle coste delle navi inglesi la venatura del legno viene tagliata trasversalmente, poichè in Inghilterra come in Francia il legno dritto è molto più facilmente procurabile di quello sufficientemente curvo. I carpentieri inglesi tagliano i profili esterni richiesti dalla forma dello scafo e riempiono gli spazi lasciati internamente con le capezzelle. Benchè anche noi abbiamo utilizzato occasionalmente queste, in casi analoghi, tuttavia non lo abbiamo fatto mai, o molto raramente, in maniera così estesa come nelle navi inglesi, in cui gli incastri tra gli elementi delle coste sono realizzati in modo da avere lo stesso effetto dei tre bulloni di ferro con cui noi assicuriamo ciascun incastro. Se potessimo deciderci a imitare i carpentieri inglesi in questo modo di arrangiare gli elementi delle coste, potremmo ottenere il vantaggio di poter fare a meno di una grande quantità di legno curvo, che è così necessario al nostro metodo. Nel metodo inglese è in gran misura indifferente l'utilizzo di legno dritto o curvo per realizzare le coste delle loro navi

Alessandro

Arsenalotto

Messaggi : 211
Data d'iscrizione : 11.03.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Nostromo il Lun Feb 03, 2014 10:07 pm

Grazie Ale, puntuale e interessante come sempre, c'è da dire che proprio Blaise, stabiliva che la maniera di effettuare un varo nella metodica francese fosse una fatto disastroso per lo scafo, che ancora mancava di molti legamenti e suggeriva, come nel caso da te postato, di copiare gli inglesi. Conoscendo un minimo ciò che vi fu in seguito, credo di poter affermare che non li copiarono quasi mai se non per gli accorgimenti pratici, vedi ruota di governo o il "ferro di cavallo" per il quadro di poppa, che raccordava armoniosamente le bottiglie al medesimo. Dagli scritti di Boudriot (testi storici), viene fuori che molti aspetti delle costruzioni inglesi vennero apportati dopo il 1800 ma, da li a 50'anni, la marina lignea visse la sua fine.
Azzardiamo qualcosa; sembrerebbe (condizionale d'obbligo), che la stupidità fosse di casa nelle stanze del potere in quel di francia e, non si capisce a qual fine usare le spie, come di fatto era, il famoso costruttore.  Very Happy

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: HMS Naiad 1797 1/48

Messaggio  Galimberti Alberto il Lun Feb 03, 2014 10:19 pm

Ciao, grazie per i vostri graditi interventi, Amedeo i chocks sono larghi come le coste.

Galimberti Alberto

Messaggi : 85
Data d'iscrizione : 14.03.12
Località : cabiate co italia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Arsenalotto il Lun Feb 03, 2014 10:29 pm

Ollivier nelle sue "Remarques" fa un'analisi comparativa molto interessante; egli infatti non condivide in toto le tecniche costruttive britanniche, ma sottolinea alcuni aspetti che avrebbero potuto apportare giovamenti, specialmente di natura economica, alle costruzioni francesi; in più di un punto infatti dice (più o meno): loro fanno così noi facciamo così, credo che il nostro metodo sia migliore, ma se le loro navi hanno le stesse prestazioni delle nostre e il loro metodo costa meno, probabilmente sarebbe bene imitarli. Inoltre nelle note a margine riporta in più punti "ho fatto così nel caso della..." dove il nome della nave è stato successivamente cancellato, non si sa da chi.
E' interessante notare anche che la missione di Ollivier avviene in un periodo in cui probabilmente la distanza in termini architetturali e di progetto tra francesi e inglesi è massima (a favore dei francesi), ciononostante egli evidenzia alcuni aspetti prettamente cantieristici dei britannici che giudica potenzialmente migliorativi rispetto alle prassi in uso negli arsenali francesi.
Una ventina di anni dopo gli inglesi non si fecero tanti problemi a copiare le linee di navi francesi catturate, spesso mettendole a confronto con quelle native, ma sostanzialmente non rinunciarono a mantenere le loro tecniche costruttive.

Alessandro

Arsenalotto

Messaggi : 211
Data d'iscrizione : 11.03.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Nostromo il Lun Feb 03, 2014 10:45 pm

Arsenalotto ha scritto:...Una ventina di anni dopo gli inglesi non si fecero tanti problemi a copiare le linee di navi francesi catturate


Il problema, se di problema trattasi, è che gli inglesi catturavano navi e anche di una certa validità, probabilmente perché le puntavano di partenza, i francesi invece, catturavano ben poco, o comunque niente a che vedere con ciò che praticavano oltremanica.  Very Happy

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Galimberti Alberto il Mer Feb 19, 2014 12:31 pm

Ciao, ho posizionato alcune coste ancora da rifinire, in maniera provvisoria








Galimberti Alberto

Messaggi : 85
Data d'iscrizione : 14.03.12
Località : cabiate co italia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Galimberti Alberto il Dom Mar 30, 2014 1:44 pm

Ciao, incollaggio degli square frames










Galimberti Alberto

Messaggi : 85
Data d'iscrizione : 14.03.12
Località : cabiate co italia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Nostromo il Mar Apr 01, 2014 6:04 pm

Ci siamo quasi, ancora poco e avrai lo scafo completo. Una bellezza! Wink 

Quando hai 5 minuti Alberto, chiamami, devo chiederti alcune cose.  Very Happy 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Galimberti Alberto il Gio Apr 10, 2014 8:46 pm

Ciao, ho finito di incollare gli square frames.









Galimberti Alberto

Messaggi : 85
Data d'iscrizione : 14.03.12
Località : cabiate co italia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Michele Padoan il Gio Apr 10, 2014 9:00 pm

Caspita, che lavoro !!!
avatar
Michele Padoan

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 26.10.12
Età : 49
Località : Conche (PD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Forlani Daniel il Gio Apr 10, 2014 10:01 pm

Ciao Alberto, cavolo che ottimo lavoro che stai facendo, complimenti, spero prima o poi di vederla dal vivo...  Very Happy
avatar
Forlani Daniel

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 05.06.13
Età : 43
Località : Bergamo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Nostromo il Gio Apr 10, 2014 10:12 pm

Meraviglia, anche perché da noi non se ne vedono di costruzioni simili, scafo quasi ingabbiato, sei soddisfatto del sistema che hai seguito di cantiere, immagino di si, la difficoltà delle coste deviate seppur minima confronto a posizionare tutte le capezzelle e tutti i ciock di giunzione tra le coste deve richiedere molta concentrazione, il colore del legno è una bellezza, stai facendo un gran lavoro caro il mio "falegname", complimenti.  Wink 

Nostromo
Concilio della Pirateria
Concilio della Pirateria

Messaggi : 3145
Data d'iscrizione : 09.03.12
Età : 57
Località : Osnago

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANTIERE ATTIVO: H.M.S. Naiad 1797 1/48 DI Alberto Galimberti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum